Sudori Freddi - Teatro La Comunità (Roma)

Scritto da  Lunedì, 02 Novembre 2015 

Giancarlo Sepe torna in scena al Teatro La Comunità di Roma, con “Sudori Freddi”: “la disperata, asimmetrica e ironica ricostruzione di un delitto passionale, senza passione, ideato da un pazzo ventriloquo, con l'aiuto di una donna fantasma e di un uomo affetto da vorticose vertigini...". Uno spettacolo sull'amore impossibile, l'amore cercato, voluto, negato dalla morte e non solo. La mise en scene rende omaggio a due indiscussi maestri del genere noir del ‘900 come Pierre Boileau e Thomas Narcejac, ispiratori del mago del brivido Alfred Hitchcock per numerose sceneggiature, una su tutte quella di “Vertigo - La donna che visse due volte”, con la riuscita ambizione di esprimere tutti i desideri sotterranei mai rivelati dal regista nei suoi film.

 

Produzione Marioletta Bideri Per/for Bis Tremila SRL presenta
SUDORI FREDDI
ideato e diretto da Giancarlo Sepe
ispirato ai personaggi creati da Pierre Boileau/Thomas Narcejac
con la Compagnia del Teatro La Comunità (Lucia Bianchi, Federico Citracca, Giuseppe Innocente, Gianluca Spatti, Federica Stefanelli, Guido Targetti)
e con la partecipazione speciale di Pino Tufillaro
scene e costumi Carlo de Marino
musiche Davide Mastrogiovanni (a cura di Armonia Team)
luci Marco Laudando

 

Una camera oscura, in cui specchiarsi, in cui sviluppare i propri tormenti, nascondendo, esponendoli, i propri incubi. Il burattinaio Gèvigne (Pino Tufillaro) solletica il pubblico e lo “mette a fuoco”, lasciandolo inoltrare nella sua camera ottica, suggestiona la prospettiva secondo cui ordisce la sua trama, disponendo della mente e del corpo di una Madeleine (Lucia Bianchi) raffinata ed algida, che sa reprimere le proprie passioni, fintanto che lo specchio di tanta miseria non le mette a nudo l'anima, sino ad allora nascosta dietro la sua nudità. Parigi, anni '40, notte fumosa, buio denso, luna nuova, i cuori si perdono, sparigliati dietro all'affanno, all'inganno, i corpi sono schiavi dell'inevitabile danza delle passioni, danzano, si perdono, muoiono, a scatti.

Flavières, un uomo da amare, da confondere, da tradire, da salvare. Sullo sfondo la fuga sui tetti... fino alla perduta Marsiglia, ci si districa, ci si affanna, si scivola, si muore per poter vivere. Un fato, incomprensibile all'orizzonte, muove i nostri destini foschi, così per il marito tradito, che risale una corrente ormai sopita, così per gli amanti, disperati ma vivi, nel presente che gli regala il tempo del participio che li accomuna, che li unisce. La notte della passione fa tremare i polsi e seduce di più dell'alba della ragione.

Meravigliose le atmosfere in cui, ancora una volta, riesce a rapirci Giancarlo Sepe, grazie alle splendide, seducenti ed ipnotiche coreografie, le luci, le musiche, gli accuratissimi costumi di scena: borsalini, abiti, vestaglie da sera, lingèries raffinate… apprezzabili le citazioni alle due scene madre di “Psycho” e “Gli Uccelli” . Una vertigine in cui si mescolano verità e finzione, offuscate dal velo che copre la presunzione della morte di Madeleine.

Un incubo affascinante che ci atterrisce ma dal quale non vorremmo svegliarci. Corpi sonnambuli si spogliano delle loro finzioni, si lasciano portare dal vento, come fronde, sulle note di “Ne me quitte pas” di Serge Gainsbourg. Si chiude il sipario, sul quale è disegnata la locandina di “Vertigo”.

La bravura di tutti gli attori nel restituire l'efficacia di una partitura così raffinata e complessa lascia un delicato e sorprendente senso di fascinazione che, per un istante, ci sospende nella vertigine, quindi ci lascia la certezza di un arte che sconfigge ogni paura.

 

Teatro La Comunità - via Giggi Zanazzo 1, 00153 Roma
Per informazioni e prenotazioni:
telefono 06/5817413 - 329/1677203, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 18
Biglietti: intero €15, ridotto € 10 (tessera associativa €3)

Articolo di: Enrico Vulpiani
Sul web: www.teatrolacomunita.com

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP