Spettri - Biennale Teatro 2018 (Venezia)

Scritto da  Domenica, 22 Luglio 2018 

Il ventinovenne piacentino Leonardo Lidi presenta il frutto del progetto vincitore del concorso della Biennale College 2017 per giovani registi. Si tratta della rivisitazione di un grande classico del teatro comeSpettri del poliedrico drammaturgo norvegese Henrik Ibsen (1828-1906). Al Teatro delle Tese dei Soppalchi dell’Arsenale di Venezia dove nell’agosto scorso aveva presentato la sua idea assieme ad altri cinque finalisti scelti dal Direttore Artistico Antonio Latella, il 21 luglio Lidi ha debuttato in prima assoluta con lo spettacolo frutto di un anno di lavoro, svolto potendosi avvalere del tutoraggio di Latella e del significativo finanziamento di 110 mila euro ricevuto come premio.



SPETTRI
da Henrik Ibsen
adattamento e regia Leonardo Lidi
con Michele Di Mauro, Christian La Rosa, Mariano Pirrello, Matilde Vigna
scene e luci Nicolas Bovey
costumi Graziella Pepe
suono Gup Alcaro
assistente alla regia Isacco Venturini
produzione La Biennale di Venezia

 

L’autore motiva l’ardua impresa di riprendere un classico, scritto nel 1881, perché interessato a temi quali “la famiglia, l’assenza del protagonista e l’assenza come protagonista”, spaccando “il castello del Lego” e ricomponendolo a suo piacimento per “far battagliare in scena passato e presente con un occhio rivolto all’incertezza del domani”. L’opera di Ibsen racconta di come Osvald Alving, giovane norvegese di buona famiglia di ritorno a casa dopo aver vissuto a Roma e a Parigi, si imbatta in una catena di eventi che mettono in luce la decadenza della borghesia, dove menzogna e affari sembrano alla base di ogni azione, anche a costo di lacerare le relazioni interpersonali, in primis quelle familiari.

Nell’adattamento di Lidi si può osservare certamente un avvicinamento spaziale: i nomi vengono italianizzati e il ritorno del giovane sembra avvenire dalla sola Parigi; ci si può sentire più “a casa” anche con un paio di innesti musicali nazionalpopolari presi dal duo Tozzi-Raf o da Raoul Casadei. All’adattamento spaziale non sembra corrispondere però, nella drammaturgia, un sufficiente adattamento temporale: se un avvicinamento c’è stato, non sembra essersi spinto molto oltre il linguaggio e le analisi della borghesia degli anni Sessanta, complice forse la pesante eredità, almeno nel cinema, di capolavori come quelli di Pasolini o di Bellocchio, tanto per rimanere in Italia. Restano, sempreverdi, il perbenismo e l’ipocrisia, mentre spiccano prestiti televisivi a rappresentare eloquentemente il rito di una vuota preghiera laica, il quale però, sebbene adatto per l’ultimo mezzo secolo, potrebbe sembrare quasi vintage all’alba del 2020.

Nel lavoro sui personaggi, leggermente cambiati nei ruoli e nelle caratteristiche rispetto all’opera originale, alcuni passaggi e alcune relazioni potrebbero sfuggire a chi non conosce il copione di partenza: l’attribuzione di più ruoli ai quattro validi attori in scena rimane un bell’esperimento dal successo incerto, sebbene presenti interessanti spunti come ad esempio dell’ironia metateatrale.

Assieme alla scenografia minimale, più giovani appaiono invece alcune scelte di regia, che soprattutto nella seconda parte animano lo spettacolo e i movimenti degli attori, grazie anche a un apprezzabile uso delle luci a rendere il dramma improvvisamente più intenso, accompagnandolo verso il finale forse con un cambio di registro troppo brusco che non restituisce la giusta dignità all’angoscia e al pur interessante finale a sorpresa.

 

Tese dei Soppalchi - Sestiere Castello, Campiello Tana 2169/F, 30122 Venezia
Per informazioni e prenotazioni: telefono 041 5218711, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: 21/07/2018 ore 19; 22/07/2018 ore 16; 23/07/2018, ore 17
Biglietti: intero 26,50€, ridotto (over 65, under 26, studenti e altri requisiti) 21,50€
Durata spettacolo: 100 minuti

Articolo di: Silvio Cristiano
Sul web: www.labiennale.org/it/teatro/2018

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP