Sogno di una notte di mezza estate - Teatro San Paolo (Roma)

Scritto da  Lunedì, 24 Novembre 2014 

Dal 12 novembre al 7 dicembre, al Teatro San Paolo, in occasione del 450° anniversario della nascita di Shakespeare, Ester Cantoni propone con un cast di otto attori la sua messa in scena di una delle commedie più applaudite in tutto il mondo. Infatti, note a tutti sono le disavventure dei quattro innamorati, che scappano nottetempo nel bosco, del matrimonio solenne che si tiene a corte e del magico mondo delle fate e dei folletti con le loro perenni schermaglie.

 

La Compagnia dei Borghi presenta
SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
di William Shakespeare
regia di Ester Cantoni
con Giancarlo Fares, Giuseppe Renzo, Ester Cantoni, Cristina Golotta, Donatella Barbagallo, Michele Falica, Matteo Milani e Chiara Della Rosa
disegno luci e musiche originali Bruno Ilariuzzi
scene e costumi Clara Surro
aiuto regia Patrizia Grossi

 

La Compagnia dei Borghi di Ester Cantoni esiste dal 1994. Porta in scena spettacoli di Goldoni, Shakespeare e testi di autori contemporanei, tra cui quelli firmati dalla stessa Cantoni. Un'esperienza ventennale ricca di successi nazionali, che si è consolidata con la collaborazione di vari artisti e attori, soprattutto giovani promesse del teatro romano. Viste le premesse e l'esperienza più che rodata in scena di rappresentazioni shakespeariane, siamo rimasti piuttosto delusi da questa versione del "Sogno di una notte di mezza estate", decisamente al di sotto delle aspettative.

La scena teatrale romana soffre di un grave male che spesso affligge i suoi palcoscenici: la scarsa attenzione riservata al ruolo essenziale della direzione registica. Molti registi romani (o d’adozione romana) tendono a mettere in piedi una messa in scena che si basa solo sul lavoro degli attori e poco su quello di regia. Credendo che ciò basti a sopperire a una mancanza d’intuizioni originali o a un insufficiente scrupolo nel dirigere gli attori nell’interpretazione, nella costruzione dei movimenti o nel ritmo da dare alla scena.

La Compagnia dei Borghi avrebbe avuto tutte le carte in regola per fare un buon spettacolo, perché la maggior parte dei suoi interpreti ha convincenti doti recitative, fa un buon uso del corpo e sa mettersi in gioco. Ma la regia è flebile e se c’è non sostiene adeguatamente l'impegno degli attori che ovviamente, per quanto talentuosi, non possono fare tutto il lavoro da sè.

Il risultato è che questa ennesima versione del "Sogno di una notte di mezza estate" pecca in taluni tratti di scarsa intensità e personalità, in particolare le interpretazioni non vengono sufficientemente approfondite. Puck è la cosa peggiore della pièce, con tutti i suoi movimenti privi di senso e sgraziati sembra che prenda in giro lo spettatore che si chiede “ma è tutto vero quello che vedo?”, le fatine del bosco hanno vocine forzate e ancheggiano goffamente, Titania sembra spenta, Lisandro freddo e poco coinvolgente, la compagnia dei comici non fa ridere, il tutto appesantito dal ritmo dello spettacolo troppo lento (e ricordiamoci che questa è una commedia).

Certe situazioni sembrano banalizzate da una regia poco incisiva. Alcuni attori assumono pose che sembrano caricaturali. E’ vero che "Sogno di una notte di mezza estate" è una favola, ma non è di certo un cartone animato. Perché ridicolizzare le figure delle fate del bosco facendogli il verso? Perché fare apparire Demetrio, Lisandro o Teseo forzatamente ingessati?

E’ un peccato vedere degli attori bravi utilizzati male. E’ un peccato andare a teatro e non riconoscere Shakespeare ma solo una sua pallida copia. Questo "Sogno di una notte di mezza estate" lascia purtroppo il sapore di un'occasione mancata.

 

Teatro San Paolo - via Ostiense 190, 00146 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/59606102, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: da mercoledì a sabato ore 21, domenica ore 17, martedì 18 e 25 novembre ore 19

Articolo di: Giuseppe Sciarra
Grazie a: Ufficio stampa Teatro San Paolo
Sul web: www.teatrosanpaolo.it

TOP