Sei personaggi in cerca di autore - Teatro Argentina (Roma)

Scritto da  Domenica, 18 Febbraio 2018 

Luca De Fusco, dopo i successi teatrali delle ultime stagioni, conseguiti con l’ “Orestea” ed il “Macbeth”, torna in scena al Teatro Argentina con la regia dei pirandelliani “Sei personaggi in cerca di autore”, un lavoro accurato e d’impatto, sostenuto da ottimi attori e creative intuizioni.

 

Produzione Teatro Stabile di Napoli - Teatro Nazionale e Teatro Stabile Di Genova presenta
SEI PERSONAGGI IN CERCA DI AUTORE
di Luigi Pirandello
regia Luca De Fusco
con Eros Pagni, Maria Basile Scarpetta, Gaia Aprea, Gianluca Musiu, Silvia Biancalana, Maria Chiara Cossia, Angela Pagano, Paolo Serra, Federica Sandrini, Giacinto Palmarini, Sara Guardascione, Alessandra Pacifico Griffini, Paolo Cresta, Enzo Turrin, Ivano Schiavi
e con gli allievi della Scuola del Teatro Stabile di Napoli Alessandro Balletta, Dario Rea
scene e costumi Marta Crisolini Malatesta
luci Gigi Saccomandi
musiche Ran Bagno
video Alessandro Papa
movimenti coreografici Alessandra Panzavolta

 

I sei personaggi irrompono dolentemente dal fondo della scena, la loro immagine proiettata sul fondale è potente, malinconica, orgogliosa. Come se tanta anima venisse risucchiata e concentrata nei loro piccoli, nodosi corpi, le immagini scompaiono e lasciano il posto ai sei figurini, in carne ed ossa, che reclamano, umilmente, sommessamente, stentoreamente, dignità.

Le luci, calde e fredde, sapientemente dosate, separano, sul palco, due mondi: uno leggero, scanzonato e pragmatico, che può concedersi contemporaneità ed un altro, denso di incombenze, di inevitabilità. Attratti l’un dall’altro, faticano a riconoscersi, a confondersi, a concedersi reciproco ristoro. Sei fantasmi che cercano di dar carne alla loro storia, di renderla tangibile, di farne sentire gli odori, affinché loro stessi possano continuare a saperla reale.

Ir-rap-pre-sen-ta-bi-le! Il capocomico fa fatica a capire, gli attori della compagnia patiscono l’improvviso e disdegnato ruolo da spettatori, le sei anime incedono, sgomitano, a poco a poco si impongono e srotolano con pacata sontuosità il loro dramma, impetuoso se si considera l’anno, il 1921, in cui venne rappresentato la prima volta. Temi come l’incesto ed il suicidio rovesciarono quel perbenismo che rappresentava il solco del 78 giri su cui si muoveva la società di allora.

L’espressionismo di De Fusco riempie gli occhi di immagini, specchi agonizzanti che schiaffeggiano le certezze, sparigliano i tappeti che diligentemente le proteggono, soffocando il ventre molle della vita. Nonostante gli sforzi reciproci, i due mondi son destinati però a non contaminarsi, a causa della trasparente pellicola di sicurezza che non riusciamo a non erigere attorno alla nostra falsa ma rassicurante, precaria quotidianità.

Luca De Fusco ci offre una visione registica ricercata, personale, che lascia abbracciare il teatro al cinema. Eros Pagni, impeccabile nel ruolo del Padre, misurato ed efficace, istrionica Gaia Aprea nel ruolo della Figliastra, cesellatrice Angela Pagano nella sua Madama Pace, complessivamente una convincente prova attoriale, sostenuta da un intelligente cast tecnico, un lavoro che offre chiavi di lettura implicite, che resta un piacere esplorare.


Teatro Argentina - Largo di Torre Argentina 52, 00186 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06.684.000.346 (ufficio promozione) - 06.684.000.311 (biglietteria), mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Biglietteria: telefono 06/684000311/314 (ore 10-14/15-19 lunedì riposo), vendita on-line www.vivaticket.it
Orario spettacoli: prima ore 21, martedì e venerdì ore 21, mercoledì e sabato ore 19, giovedì e domenica ore 17, lunedì riposo
Biglietti: da 40 € a 12 €

Articolo di: Enrico Vulpiani
Grazie a: Amelia Realino, Ufficio stampa Teatro di Roma
Sul web: www.teatrodiroma.net

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP