Scannasurice - Teatro Piccolo Eliseo (Roma)

Scritto da  Sabato, 18 Marzo 2017 

Vincitore del Premio della Critica 2015 come Miglior Spettacolo, “Scannasurice” è una struggente ed evocativa discesa nei sotterranei di una Napoli lontana nel tempo, ma sempre unica per il suo fascino denso di contrasti e di forti emozioni. In scena al Teatro Piccolo Eliseo fino al prossimo 19 marzo, la drammaturgia di “Scannasurice” (letteralmente scannatopi) è stata scritta da Enzo Moscato nel 1982 a ridosso del devastante terremoto con epicentro nell’Irpinia, i cui gravi crolli causarono quasi tremila morti e circa 280mila sfollati, la maggior parte dei quali nei “bassi” napoletani, spesso strutture sbilenche e rifugio di vite abiette.

 

Produzione Teatro Elicantropo - Anonima Romanzi - Elledieffe presenta
SCANNASURICE
di Enzo Moscato
con Imma Villa
regia Carlo Cerciello
scene Roberto Crea
musiche originali Paolo Coletta
suono Hubert Westkemper
costumi Daniela Ciancio
disegno luci Cesare Accetta

 

Ci sembra davvero di fare un salto indietro nel tempo con questo spettacolo, di fare un passo nell’intricato reticolo dei Quartieri Spagnoli sconvolti dal terremoto del 1982 quando, a fare compagnia alle classi più reiette della società, c’erano topi, pietre crollate e rifiuti.

A fare da portavoce di questo sottobosco sociale, c’è Imma Villa nei panni di un “femminiello”, un travestito che vende al migliore offerente il proprio corpo. Attraverso la sua voce, dietro quel dialetto così fitto e, anche per questo, così fortemente evocativo, toccheremo con mano le fratture, le ferite di quel groviglio di vite nascoste sotto le macerie, condanna e ricchezza della città partenopea.

Questo accavallarsi di piani diversi, questa verticalità dell’esistenza, viene perfettamente resa sul palco del Piccolo Eliseo da una costruzione a tre piani, scheletro edilizio di un palazzo in macerie, teatro di vita e banco di lavoro del nostro protagonista che si arrampicherà e striscerà tra altezze anguste, topo tra i topi, fino a decidere, esausto, di mettere fine alla sua esistenza proprio come quella dei ‘surice’, i topi, ossia con il ‘curaro’, veleno che, versato a piccole gocce nelle condutture, diventa strumento di sterminio ma anche di pulizia umana.

Imma Villa è semplicemente superba, precisa e mai strabordante, fisica ma mai sproporzionata nell’interpretazione di una figura asessuata, uomo e donna allo stesso tempo, divina e terrena, chiromante, megera; attraverso la sua figura conosceremo un mosaico colorito di personaggi: la bella ‘mbriana, le dicerie e le storie del quartiere, la vita vissuta. Imma, attraverso una perenne tensione fisica all’interno di quel labirinto di cemento, è scrigno rivelatore di uno spaccato di vita, anche grazie alla propria estetica mutevole: capelli imbrigliati in una retina, addosso una mutanda maschile che svela la sua vera identità sessuale, il volto fortemente truccato, pelliccia meticcia e gioielli di cui disfarsi all’occorrenza per rimanere, finalmente, nudi.

La regia di Carlo Cerciello riesce perfettamente a trasmettere l’idea alla base del testo di Moscato, mostrando una città traballante nella struttura ma anche nei valori, popolata da quei ‘surice’ che si insinuano tra le crepe e nelle condutture per rubare, approfittarsi del prossimo dimenticando spesso le motivazioni del proprio agire.

Il terremoto etico, sociale, politico della seconda metà del ‘900 - dice Cerciello - mi vede, oggi, sopravvissuto, confuso e smarrito, aggirarmi tra le macerie di ideologie, emozioni e sentimenti, proprio come, da napoletano, vissi il terremoto dell’80”.

 

Teatro Piccolo Eliseo - via Nazionale 183, 00184 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/83510216, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: martedì, primo mercoledì di replica, giovedì, venerdì e sabato ore 20, mercoledì e domenica ore 17
Biglietti: da 21 € a 30 €
Durata: 60 minuti senza intervallo

Articolo di: Serena Lena
Grazie a: Maria Letizia Maffei, Ufficio Stampa Teatro Eliseo
Sul web: www.teatroeliseo.com

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP