SaturAzione - Roma Fringe Festival 2015 (Roma)

Scritto da  Domenica, 21 Giugno 2015 

Come reagireste se entrando in un museo vi accorgeste che i quadri e le installazioni stanno prendendo vita? E se il museo fosse un ipermercato? Quattro attori/performer, dismessi i panni delle persone comuni, si fanno installazioni audiovisive e interagiscono tra di loro come cavie da laboratorio in un labirinto invisibile. Si fanno specchio della società dei consumi: saturi, pieni, al limite, incapaci di ricevere ulteriori input senza perdere il controllo. Come ci relazioniamo con il cibo? Di che cosa abbiamo fame? Abbiamo una reale necessità di ciò che desideriamo? Ci vediamo come siamo o come abbiamo paura di essere? Siamo come vogliamo o come ci vogliono? "SaturAzione", diretto da Valeria de Santis e Sylvia Katrina Milton, è andato in scena al Roma Fringe Festival dal 15 al 18 giugno.

 

Produzione BezoarT presenta
SATURaZIONE
regia Valeria de Santis, Sylvia K. Milton
interpreti Valeria de Santis, David A. Meden, Daniele Molino, Nicolò Parodi
allestimento scenico, musiche e costumi Valeria de Santis e Sylvia K. Milton

 

Cittadini da educare ai propri diritti? Membri di una comunità? No, vite parallele, sospettose, destinate a non incontrarsi mai, se non nei centri commerciali o davanti alle pubblicità. Andamento ipnotico, frenetico, assente, distante, incoerente, anime atterrite da fari notturni, consolate da reiterati consigli per gli acquisti. Devi essere in forma, devi essere bello, devi essere... performante. Più di lui, più di tutti, non cucinare, ti nutriamo noi, come l'avvoltoio con l'uccellino, direttamente dal banco frigo, dal precotto, c'è l'app collegata, ogni morso è una cliccata!

Nasci-consuma, cresci-produci-e-consuma, invecchia - ammalati e curati! Lavora, no-non distrarti! Non guardare chi sta peggio di te! Ha fatto una scelta! A te non riguarderà, se fai il bravo soldatino, ritmo ragazzo ritmo! Non alzare lo sguardo! Concentrati sul telefonino! Ma non quel catorcio che ha già due mesi! Metti gli occhiali virtuali, ottagonali... spogliati - vestiti - malnutriti - non socializzareeee!!! Spot-chat-app-tag... craaaaash!!!

Valeria de Santis, con l'ausilio di Sylvia Katrina Milton, dirige se stessa e David A. Meden, Daniele Molino e Nicolò Parodi, realizzando un lavoro scenico e fisico con molti spunti interessanti, mettendo in mostra un meccanismo perfetto come un orologio in cui i diversi interpreti si inseriscono con eccellente precisione e partecipazione che si vede fluire dai loro corpi. Coinvolgente la mise en scène a trecentosessanta gradi, offre allo spettatore la possibilità di circumnavigare quel mondo che “non” osserva solitamente dal proprio, imploso zenith. Un intelligente connubio di coreografia e soluzioni scenografiche essenziali, che offre un essenziale strappo nel velo della società moderna dal quale ammirarci sgomenti e riottosamente più consapevoli.


Roma Fringe Festival 2015 - Parco Adriano (Giardini di Castel Sant’Angelo), Roma
Orario spettacoli: ogni giorno dalle 9:00 alle 2:00 di notte
Biglietti: ingresso gratuito all'area, per gli spettacoli 5€

Articolo di Enrico Vulpiani
Grazie a: Marta Volterra e Eleonora Turco, Ufficio stampa Roma Fringe Festival 2015
Sul web: www.romafringefestival.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP