S'Ignora - Roma Fringe Festival 2015 (Roma)

Scritto da  Lunedì, 08 Giugno 2015 

Una donna, alla soglia dei quarant’anni, riflette tra sé in un flusso di pensiero che trova la propria coscienza nella forza centripeta di una personalità fermamente intenzionata a esistere e non a resistere. Pure in mezzo alle sconsolanti considerazioni sul lavoro nel mondo del teatro, sui rapporti con gli uomini, sugli stereotipi della femminilità, sulla ghettizzazione della cultura, sulle costrizioni della seduzione, sul tedio dei giochi di ruolo, sul senso della maternità. Qualcosa è vero; qualcosa è falso ma potrebbe pure essere vero. Anche perché da qualche parte c’è un Autore. Un uomo. Ma soprattutto perché la signora… s’ignora! Approda al Roma Fringe Festival il testo di Fabio Massimo Franceschelli, con soggetto e regia di Francesca Guercio, portato in scena da Francesca La Scala.

 

Compagnia Olivieriravelli Teatro - Associazione Figli di Hamm presentano
S’IGNORA
di Fabio Massimo Franceschelli
soggetto e regia Francesca Guercio
con Francesca La Scala
registrazioni audio Francesco de Laurentiis
supervisione generale Claudio di Loreto

 

Francesca La Scala entra dalla “platea”, che in questo caso consiste semplicemente nelle splendide scalinate del parco di Castel Sant’Angelo, con l’intento di passare tra il pubblico per stupire il pubblico. Prenderà il via da questa prima trovata, che sottolinea ironicamente il ripetersi di alcuni cliché teatrali, il tentativo da parte della protagonista di riuscire a non farsi “ignorare”, nella propria natura di donna prima ancora che in ambito professionale.

Sul palco ad attenderla c’è una confusione di accessori femminili, borse borsette scarpe e vestiti di vari colori e generi, alcuni simulacri della condizione femminile come fornetto a microonde e scopa e, per finire, una Barbie ed un Ken nudi in prima linea. Sulla destra del palco, un grande divano gonfiabile blu elettrico, sul quale Francesca sprofonda per raccontarci la sua storia, in bilico tra finzione e autobiografia, con un ritmo sfrenato che ci coinvolge sin dalle prime battute.

Tanti i temi affrontati nei sessanta minuti del monologo, dalla maternità all’essere figlia, dalla realizzazione professionale al difficile rapporto con l’universo maschile, dalla politica alla corruzione del mondo del teatro. Temi già sentiti, vero, ma la particolarità nasce dall’intreccio e dall’alternarsi di tre voci che si avvertono chiare all’interno della pièce: la forte e decisa interpretazione di Francesca La Scala, la silenziosa ma determinante regia di Francesca Guercio e la penna sorprendentemente maschile di Fabio Massimo Franceschelli.

Un piccolo ma grintoso spettacolo che porta in platea le tante contraddizioni del mondo femminile, utilizzando come strumento di analisi proprio una scrittura tutta maschile.

 

Roma Fringe Festival 2015 - Giardini di Castel S. Angelo (Roma)
Orario spettacoli: ogni giorno dalle 9.00 alle 2.00 di notte
Biglietti: ingresso gratuito all’area, per gli spettacoli 5 euro

Articolo di: Serena Lena
Grazie a: Marta Volterra e Eleonora Turco, Ufficio stampa Roma Fringe Festival 2015
Sul web: www.romafringefestival.it - www.romexpo.it

TOP