Romeo e Giulietta - Teatro India (Roma)

Scritto da  Venerdì, 13 Marzo 2015 

La Stagione di Progetti 14-15 del Teatro di Roma continua il percorso dedicato all’universo shakespeariano con le parole d’amore di "Romeo e Giulietta" che la regia di Tonio De Nitto, nell’adattamento e traduzione di Francesco Niccolini, trasforma in una commedia corale per raccontare lo scontro generazionale fra madri, padri e figli.

 

Produzione Factory Compagnia Transadriatica presenta
ROMEO E GIULIETTA
di William Shakespeare
adattamento e traduzione di Francesco Niccolini
regia di Tonio De Nitto
con Lea Barletti, Dario Cadei, Ippolito Chiarello, Angela De Gaetano, Filippo Paolasini, Luca Pastore, Fabio Tinella
scenografie di Roberta Dori Puddu
realizzazione scene L.C.D.C. luminarie Cesario De Cagna
costumi di Lapi Lou
luci di Davide Arsenio


Venghino signori venghino! A Verona c'è festa! La sua arena scintillante non è fatta per le sante ma, a voler esser concreti, voterete Capuleti!

La “Factory Compagnia Transadriatica” diretta da Tonio De Nitto ha portato in scena, al Teatro India, la propria generosa versione dell'amore assoluto shakesperiano, "Romeo e Giulietta".

La scena esplode di luminarie, Fellini e Kusturica si confondono e confondono.

I personaggi esondano vitalità, la morte non conta, Mercuzio muore quasi senza accorgersene. Una Giulietta boccaccesca, la cui virginale adolescenza è ormai un apostrofo rosa, accetta con disinvoltura la scomparsa dell'amato cugino in nome dell'incontenibile desiderio dell'irresistibile Montecchi. Amore ottenebrato e lascivo che fa tracimare il pur labile contegno del padre-padrone, spingendolo a rovesciare sulla figlia toni forse fin troppo contemporanei.

Dario Cadei che affresca il suo personaggio della “balia” con delicata comicità è la nota più felice dello spettacolo; Filippo Paolasini, nel doppio ruolo di Tebaldo e del frate, offre intensità corporea ed interpretativa.

Pur delineando, lo spettacolo, una chiara chiave farsesca, appaiono troppo evidenti le carenze tragiche sbilanciate verso una comicità a tratti involontaria. Eros seduce e sbeffeggia Thanatos. Non è mai semplice confrontarsi con il Bardo ma guai a ritrarsi. Il teatro si fa sporcandosi le mani, attendiamo la prossima opera della compagnia con sostegno e fiducia.

 

Teatro India - Lungotevere Vittorio Gassman (già Lungotevere dei Papareschi) 1, Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/684.000.346
Orario spettacoli: 5 marzo ore 21, 6 marzo ore 10.30, 7 marzo ore 17, 8 marzo ore 21

Articolo di: Enrico Vulpiani
Grazie a: Amelia Realino, Ufficio stampa Teatro di Roma
Sul web: www.teatrodiroma.net

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP