Roma Comic Off: tutti i colori della comicità, a Roma dal 13 al 23 settembre

Scritto da  Domenica, 16 Settembre 2018 

La stagione teatrale romana si risveglia all’insegna del buon umore, grazie al Roma Comic Off che, per il quarto anno consecutivo, travolge la capitale con una valanga di caleidoscopici colori. La rassegna, organizzata da Roberto D’Alessandro, conquista dieci teatri - De’ Servi, Agorà, Lo Spazio, Di Documenti, Marconi, Testaccio, Petrolini, Portaportese, Tordinona e Trastevere - con oltre cinquanta spettacoli e compagnie accorse da tutta Italia per partecipare a questa singolar tenzone a colpi di risate! Appuntamento dal 13 al 23 settembre, con un calendario ricchissimo di appuntamenti, tra cui anche l’imperdibile Satira Festival.


Per tutte le informazioni sugli appuntamenti del festival, il variopinto sito internet è pronto a svelarne i dettagli: www.romacomicoff.it
Sulle pagine di SaltinAria vi accompagneremo alla scoperta di alcuni degli spettacoli in scena al Teatro de’ Servi, tempio capitolino della commedia brillante che ospiterà anche la serata finale, la “Notte dei cocci d'oro”, evento conclusivo del Roma Comic Off previsto per il giorno 30 settembre, con la premiazione di tutti i vincitori.

Una donna per amico 

Una donna per amicoUNA DONNA PER AMICO
di Luca Giacomozzi
regia di Massimo Milazzo
con Luciana Frazzetto, Francesca Milani, Stefano Scaramuzzino
scene di Michele Funghi
costumi di Roberto Di Falco

Al centro della storia c’è la verace Marisa (Luciana Frazzetto), vittima di una serie di difficoltà e che per questo ad un certo punto della sua vita decide di tentare la fortuna attraverso il gioco. La vincita di una notevole somma di denaro non le garantirà la felicità sperata. Dopo la perdita del marito cadrà in depressione e sarà aiutata solo dal portiere del palazzo (Stefano Scaramuzzino), colpito da un problema di narcolessia. Stanca di sentirsi sola Marisa prende coraggio e “ordina” un uomo per corrispondenza attraverso il sito di un’agenzia matrimoniale. L’uomo ideale, per un errore di sistema, non arriverà mai e al suo posto si presenterà la dipendente meticolosa e logorroica dell’agenzia (Francesca Milani).

Lo spettacolo, scritto da Luca Giacomozzi e diretto da Massimo Milazzo, è una vera e propria bomba ad orologeria di comicità, genuina e saporita nel segno di quella commedia all’italiana che non cessa di regalare spensieratezza ad un pubblico fedelissimo. La sintonia tra le due primedonne in scena - la prorompente Luciana Frazzetto e la poliedrica Francesca Milani - è palpabile nel serrato botta e risposta di battute ironiche e trovate ad effetto che contrappunta l’intera rappresentazione. Il risultato è frizzante e godibilissimo, come testimoniato da due serate di sold out e da una prima salutata da un’affettuosa standing ovation del pubblico.

 

Direzione Laurentina

Direzione Laurentina

DIREZIONE LAURENTINA
di Veronica Liberale
regia di Pietro de Silva
con Fatima Ali, Daniele Antonini, Antonia di Francesco, Simone Giacinti, Veronica Liberale, Francesca Pausilli

In una serata d’inizio autunno cinque personaggi profondamente diversi tra loro, ma accomunati da inquietudini e segreti celati dietro le apparenze - una guardia giurata (Daniele Antonini), un giovane venditore ambulante nord-africano (Simone Giacinti), un’elegante signora borghese (Veronica Liberale),una ragazza incinta (Francesca Pausilli) e sua madre (Antonia di Francesco) - si ritrovano sulla banchina della metropolitana di Roma. La giovane futura mamma ha un leggero malore, niente di serio, ma gli altri per soccorrerla perdono l’ultimo treno e nel momento in cui risalgono in superficie per uscire scoprono di essere rimasti chiusi dentro. La chiusura della metro coincide con l’arrivo di un brutto nubifragio, i telefonini non hanno copertura di rete e alle linee di emergenza nessuno risponde. A tutto questo si aggiunge anche la notizia che il giorno dopo è stato indetto uno sciopero dei mezzi di ventiquattr’ore. I cinque malcapitati si vedono così costretti a passare la notte e il giorno seguente sotto la metro ma il destino ha in serbo per loro delle altre sorprese.

La drammaturgia di Veronica Liberale ha il pregio di coniugare ironia autentica e una delicata riflessione su tematiche di stringente attualità, come la difficile coesistenza di diverse razze e culture in una società sempre più marcatamente multietnica e la doverosa accoglienza che una società auto-proclamatasi civile dovrebbe riservare ai popoli in difficoltà. Nonostante qualche snodo narrativo forse eccessivamente repentino ed audace, lo spettacolo percorre spunti originali, ben sottolineati dall’attenta direzione registica di Pietro de Silva e da un ensemble di attori ben amalgamato, tra i quali spiccano il guascone Daniele Antonini, la ricercata Veronica Liberale e l’irresistibilmente comica Antonia di Francesco.

 

Buf(f)e(t)ra a domicilio 

Buf(f)e(t)ra a domicilio

Artisti (Beremberg) presenta
BUF(F)E(T)RA A DOMICILIO
scritto e diretto da Alessandro Carvaruso
con Alessandra De Pascalis, Gianluca Spatti, Valeria Zazzaretta, Fernando Gatta ed Enzo Avagliano
scene e costumi Violetta Canitano
aiuto regia Enzo Avagliano

È il giorno del ricevimento per l'inaugurazione della nuova casa di una coppia di novelli sposi: lei (Alessandra De Pascalis) in costante fibrillazione, lui (Gianluca Spatti) decisamente più calmo e pacato. Le dinamiche tra uomo e donna, quelle classiche, quelle di tutti i giorni, quelle che vengono definite banali, le uniche di cui abbia senso parlare su di un palcoscenico, su cui abbia senso ridere. A confondere il già difficile momento arrivano inaspettatamente l'ex marito di lei deciso a riconquistarla (Fernando Gatta) e una misteriosa, e forse pericolosa, seducente aspirante cameriera (Valeria Zazzaretta), il tutto con un improbabile maggiordomo sempre in agguato (Enzo Avagliano). Il finale si rivelerà indubbiamente ricco di vivaci sfumature, musica e colpi di scena.

“Buf(f)e(t)ra a domicilio” è una festosa e scoppiettante baraonda di colori e imprevedibili mutamenti di rotta, che metteranno seriamente a repentaglio il ménage familiare dei nostri giovani coniugi. In un susseguirsi al fulmicotone di dialoghi, canzoni e balletti, lo spettatore rimane catturato da questo atto unico all’insegna della leggerezza, finendo per sentirsi coinvolto dalle disavventure di questa grottesca famigliola. E se forse c’è ancora qualche ingranaggio da mettere a punto nelle musiche che a tratti sovrastano il cantato, certamente queste piccole imperfezioni sono cancellate dalla riuscita alchimia tra i cinque protagonisti di questa bufera. Tra i marosi di questa tempesta di amori e tradimenti, emerge sano e salvo, distinguendosi per ironia, espressività e carisma, l’ottimo Gianluca Spatti, nei panni di un devoto marito alle prese con una sposina tutt’altro che remissiva e tranquilla. Speriamo di vedere presto questa bufera tornare a imperversare sui palcoscenici romani!

 

Teatro de' Servi - Via del Mortaro 22 (angolo via del Tritone), 00187 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/6795130, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. (Teatro de’ Servi); telefono 389/9443355 - 328/3559307, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. (Roma Comic Off)
Orario spettacoli: dal 13 al 23 settembre ore 21
Biglietti: 10€ + 2€ (tessera associativa)

Articolo di: Andrea Cova
Grazie a: Roberto D’Alessandro, Direttore artistico Roma Comic Off
Sul web: www.romacomicoff.it - www.teatroservi.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP