Reality - Teatro Filodrammatici (Milano)

Scritto da  Sabato, 21 Marzo 2015 

“Reality”, andato in scena dal 10 al 15 marzo al Teatro Filodrammatici di Milano, è il secondo spettacolo di Daria Deflorian e Antonio Tagliarini, dopo “Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni”, presentato a marzo in questo bel teatro milanese. Prende l'idea dal reportage di Mariusz Szczygieł, scrittore e giornalista polacco, classe 1966, che ha esaminato i 728 quaderni in cui una donna polacca dal 1943 al 2000, anno della sua morte, ha annotato, in terza persona, qualsiasi azione quotidiana: colazioni, pranzi, cene, telefonate, visite e tutte le più insignificanti cose che giornalmente si compiono quasi senza pensarci.

 

REALITY
ideazione e performance Daria Deflorian e Antonio Tagliarini
a partire dal reportage di Mariusz Szczygieł "Reality"
consulenza per la lingua polacca Stefano Deflorian, Marzena Borejczuk e Agnieszka Kurzeya
produzione Planet3/Dreamachine, ZTL-Pro, Armunia/Festival Inequilibrio
con il contributo di Provincia di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali
in collaborazione con Fondazione Romaeuropa / Palladium, Teatro di Roma

 

Il 1.10.1996, Janina Turek ha mangiato a pranzo una minestra ai funghi , gulasch e come frutta uva; 40 anni prima, il 19.2.1956, ha anche mangiato bene: wurst con senape, pane ed un dolce. Colazioni, pranzi, cene, regali ricevuti (10.863) e fatti (5.817), telefonate ricevute (39.196) e fatte (6257), giocate a domino (19), a bridge (1500), trasmissioni televisive (70.042); tutto è annotato minuziosamente in quaderni privi di cancellature.

Più di cinquant’anni di quotidiana realtà. Senza un brivido, un fremito, un pensiero personale, una sensazione. Solo le piccolezze di una grigia quotidianità, di una storia di una vita qualunque che si muove all'ombra della Storia. Azioni quotidiane che scivolano dalla nostra memoria e sono sconosciute agli altri, ma che Janina Turek, una casalinga polacca madre di tre figli, ha annotato per oltre cinquant'anni. Dal 1943, giorno in cui il marito è stato deportato ad Auschwitz fino al 2000, quando è morta di infarto per strada.

Janina fa della quotidianità l'oggetto della sua osservazione e questo per più di 50 anni, senza interruzione. Scrive in terza persona, distaccata al punto che, il giorno in cui il marito ritorna dopo due anni di prigionia nei campi di concentramento tedeschi lei scrive: visita non annunciata di Czeslaw Turek (Slawek).

I quaderni, di cui tutti ignoravano l'esistenza, sono stati ritrovati dalla figlia alla sua morte. Tutti ordinati, numerati, piccoli libri contabili di una realtà ordinaria. Da qui lo spettacolo di Deflorian Tagliarini, destrutturato e destrutturante, una composizione di frammenti di situazioni insignificanti capaci però di rendere, come uno schizzo di un abile disegnatore, il quadro complessivo di una vita insignificante dove la dimensione quasi metafisica, cerca di contenere l'enorme solitudine, la mancanza reale di significato, l'assenza di passioni.

Incuriosisce il fatto che i due attori, che si scambiano il ruolo di Janina, quasi fosse asessuata, sempre intenti a togliere materiale alla narrazione, anziché aggiungerne, inseriscano a volte, informandone a posteriori il pubblico, elementi che possano far pensare a un qualche moto interno invece inesistente, come la tazza scagliata contro il muro la prima mattina dell'abbandono del marito; o aggiungano particolari fantasiosi, come la scritta sulla matita trovata dalla donna polacca in un giorno importante della Storia.

 

Teatro Filodrammatici - via Filodrammatici 1, 20121 Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/36727550, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: martedì, giovedì e sabato ore 21, mercoledì e venerdì ore 19.30, domenica ore 16, lunedì riposo
Biglietti: intero 20 euro, convenzionati 16 euro, under 25 13 euro, over 65 10 euro

Articolo di: Raffaella Roversi
Grazie a: Antonietta Magli, Ufficio stampa Teatro Filodrammatici
Sul web: www.teatrofilodrammatici.eu

TOP