Qu4ttro, un gioco di società - Campo Teatrale (Milano)

Scritto da  Martedì, 29 Marzo 2016 

Dal 10 al 13 e dal 16 al 19 marzo è andato in scena al Campo Teatrale di Milano "Qu4ttro, un gioco di società", uno spettacolo essenziale, esistenziale, empatico. Un gioco di ruoli, dove amicizia e crescita personale si dimostrano essere i protagonisti della rappresentazione.

 

QU4TTRO, UN GIOCO DI SOCIETÀ
con Donato Nubile (Edoardo), Lara Tomasi (Viola), Marco Colombo Bolla (Bruno), Marta Annoni (Chiara)
regia Donato Nubile, Marco Colombo Bolla
drammaturgia Tobia Rossi, Donato Nubile, Marco Colombo Bolla



L'impatto con lo spettacolo teatrale "Qu4ttro, un gioco di società" inizia immediatamente dalla scenografia: essenziale, minimale, quasi assente sul quel palco. Un ficcante gioco di luci, bui e chiaroscuri e due cubi di legno vuoti che fungono da riparo per esprimere pensieri e ricordi di un'età passata e considerazioni sull'età presente.

Siamo in un piccolo paese ed un giorno Edoardo perde la memoria. Gli unici ricordi sono legati alla sua compagnia di amici, quelli con cui ha trascorso l'adolescenza. Il padre del ragazzo chiama questi amici, oramai divenuti adulti, ognuno con il proprio destino, la propria strada che la vita gli ha proposto.

Cercare di essere ancora quei ragazzi di allora, confrontarsi con Edoardo e fingere che non siano mai passati anni dall'ultima volta che hanno giocato, riso, scherzato e litigato insieme ha un impatto devastante su Chiara, Bruno e Viola. Ed anche sullo stesso Edoardo che quelle emozioni le vive come attuali e non come ricordi lontani. Un gioco psicologico in cui i protagonisti rivedono com'erano e fanno i conti con ciò che sono diventati. Entrano ed escono da questi due cubi sul palco come se facessero un viaggio nel tempo.

Lo spettacolo si intitola "Qu4ttro, un gioco di società", perché quattro sono i protagonisti-partecipanti ad un gioco di ruolo ben preciso, atto ad aiutare la memoria di Edoardo, ma anche a mettersi in discussione, a rivedere i temi esistenziali dell'amicizia, della propria crescita, della propria memoria, dei propri errori e delle proprie scelte.

Il rapporto con se stessi così come quello interpersonale sono quel “gioco di società” che ognuno di noi compie ogni giorno, anno dopo anno, nel corso della propria esistenza.

 

Campo Teatrale - via Cambiasi 10, Milano (MM2 Udine)
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/26113133, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: ore 21 (domenica ore 18.30)
Biglietti: intero € 18, ridotto € 15 (se scrivi sul tuo status Facebook: le date, il titolo e il link dello spettacolo taggando Campo Teatrale), ridotto € 12 (se porti una bottiglia di vino o 2 confezioni di taralli da condividere dopo lo spettacolo; oppure se siete un gruppo di 5 persone)

Articolo di: Monica Landro
Grazie a: Chiara Mironici, Responsabile Comunicazione Campo Teatrale
Sul web: www.campoteatrale.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP