Piani Diversi, il nuovo album di Enrico Intra

Scritto da  Daniela Cohen Giovedì, 24 Novembre 2011 
Enrico Intra

E’ appena uscito il cd di cui vi racconto, un progetto intitolato “Piani diversi” e voluto da Enrico Intra, un grande della musica in generale e del jazz in particolare, già direttore d’orchestra, compositore e bandleader. Si inchina, si siede al pianoforte a coda che troneggia nel Chiostro del Cortile del Piccolo Teatro Grassi di via Rovello a Milano per presentare il suo nuovo lavoro al pubblico e farne ascoltare alcuni brani dal vivo.

 

 

Il Chiostro sembra stretto per via della folla che gremisce la sala, ma la musica si sente eccome: Intra ha settantasei anni e, con l'energia e la passione di un ragazzo, trascina tutti i presenti in sorprendenti fantasie sonore. Si vede che è felice di aver tirato fuori dal suo cappello magico un ennesimo coniglio, che assume qui l’aspetto della bella Giulia Molteni, giovane pianista dai folti capelli rossicci che suonerà un movimento della “Suite op. 16” di Bartok, presente nel cd appena pubblicato: lei è una giovane allieva dei Civici Corsi di Jazz e del Conservatorio di Milano.

Il musicologo Maurizio Franco spiega alcuni aspetti particolari del lavoro discografico e perché possa esserci un brano come “442 secondi”, realizzato live lo scorso mese di febbraio al Piccolo Teatro Studio nell’ambito di Orchestra Senza Confini con sette giovani talenti del jazz italiano: Alessandro Lanzoni, Andrea Andreoli, Francesco Diodati, Paolo Orlandi, Gabriele Evangelista, Dino Rubino e Mattia Cigalini. A questo si amalgamo nuove composizioni e improvvisazioni riunite sotto il titolo di “Anbahnen op. 10 in cui si propone un ideale dialogo con la musica di Bartok. La vitalità del maestro Intra è infusa di creatività e il suo è un album pensato quasi del tutto per piano solo: vi mescola musica moderna, cosiddetta ‘colta’, a grande jazz, uno dei talenti che hanno reso Enrico Intra un personaggio unico nel panorama dei grandi musicisti viventi.

“Piani Diversi” pubblicato da AlfaMusic, diventa un pretesto per presentare anche la prossima rassegna Jazz al Piccolo - Orchestra Senza Confini, che si terrà presso il Piccolo Teatro Strehler per tutto l’inverno, un concerto al mese circa. Quello inaugurale sarà “Gospel – il sacro nella musica afroamericana” (7 dicembre), musiche tradizionali gospel e spiritual con brani tratti dai concerti sacri di Duke Ellington. Joyce E. Yuille sarà la voce, suonerà la Civica Jazz Band, composta dai solisti Emilio Soana (tromba), Roberto Rossi (trombone), Giulio Visibelli (sassofoni), Lucio Terzano (contrabbasso), Tony Arco (batteria) e dagli studenti dei Civici Corsi di Jazz del Comune di Milano. Direttore Enrico Intra col Coro dei Civici Corsi di Jazz diretto da Giorgio Ubaldi.

 

Gli appuntamenti seguenti saranno questi:

Piccolo Teatro Strehler – 9 gennaio, ore 21

OMAGGIO A NUNZIO ROTONDO

solisti ospiti  ENRICO RAVA tromba

direttori MASSIMO NUNZI e ENRICO INTRA

Piccolo Teatro Strehler – 20 febbraio, ore 21

URAGANO ELIS – OMAGGIO A ELIS REGINA

solista ospite  BARBARA CASINI  voce

direttore PAOLO SILVESTRI

Piccolo Teatro Strehler – 5 marzo, ore 21

ITALIAN  “YOUNG” JAZZ GRAFFITI

Solisti ospiti: Luca Aquino, Alice Ricciardi, Carla Marciano, Mauro Ottolini,

Cesare Carbonini, Luca Perciballi, Michele Francesconi

direttori ROBERTO BONATI e ENRICO INTRA

Piccolo Teatro Studio Expo – 2 aprile, ore 21

IL MONDO MUSICALE DI GEORGE GRUNTZ

Solista ospite FRANCO AMBROSETTI tromba

direttore GEORGE GRUNTZ

Introduzione ai concerti a cura di Maurizio Franco

 

Articolo di: Daniela Cohen

Grazie a: Ufficio Stampa Piccolo Teatro

Sul web: www.piccoloteatro.org

 

TOP