Pezzi - Roma Fringe Festival 2019, Mattatoio La Pelanda (Roma)

Scritto da  Domenica, 27 Gennaio 2019 

Un gioiellino pregiato è spuntato tra gli spettacoli del Roma Fringe Festival ed è meritevolmente in finale. “Pezzi” di Laura Nardinocchi è il racconto familiare al femminile di una perdita, un dolore descritto con grazia, intensità e fantasia. Tre ottime attrici al servizio di un testo delicato e realistico che conquista con la perfetta combinazione di movimenti scenici, toni fiabeschi e idee registiche originali.

 

PEZZI
si vive per imparare a restare morti tanto tempo
drammaturgia e regia Laura Nardinocchi
con Ilaria Fantozzi, Ilaria Giorgi, Claudia Guidi
musiche originali Francesco Gentile
scene Ludovica Muraca
produzione Rueda Teatro

 

In finale a buon diritto al Roma Fringe Festival 2019, è un racconto delicato e intenso, quello scritto e diretto da Laura Nardinocchi e prodotto da Rueda Teatro, giovane compagnia di Pescara. Parla di famiglia, di legami, di ricordi, di dolore; una storia intima e familiare capace di toccare corde profonde e insieme di stupire con gioiosa creatività. Si intitola “Pezzi” e pezzi sono i frammenti di storia, i piccoli quadri scelti per raccontarci le protagoniste, ma anche i pezzi che rimangono di loro dopo l’ importante lutto subìto. Pezzi di vita, pezzi di chi resta, donne a pezzi, ferite e sole eppure unite dal calore della casa e dall'affetto. Ilaria Fantozzi, Ilaria Giorgi e Claudia Guidi, le tre bravissime protagoniste, sono già in scena mentre il pubblico entra in sala: si muovono tormentate sul palcoscenico come su una scacchiera, percorrono diagonali, si incrociano, si bloccano, tornano indietro. Ancora e ancora, ripetutamente come statuine meccaniche di un carillon, emettendo versi cadenzati ed esclamazioni. Poi, spente le luci, a quegli identici movimenti aggiungono le parole e lo spettacolo può cominciare. Sembra macchinoso, all'inizio, tra intonazioni dialettali, smorfie e movimenti nevrotici ma poi delicatamente, magicamente, tutto assume forma e “Pezzi” si rivela splendida scoperta.

È l'8 dicembre e come da tradizione è il giorno in cui in ogni casa si addobba l'albero di Natale. Siamo in una famiglia modesta e unita: una madre e le sue due figlie, a piedi nudi, con abiti dimessi e vestaglie da casa. Il padre è venuto a mancare, lasciando un vuoto difficile da colmare, un dolore che ha spezzato la famiglia. Ma si deve riprendere a vivere come prima, aggrappandosi anche alle abitudini e alle tradizioni. Bisogna tornare ad una parvenza di normalità e nascondere la parte rotta come facciamo sempre. Così ci si concentra su rami, palline, lucine... ma l'atmosfera festosa, si sa, stride con il dolore, acuisce la solitudine e rende tutto più artificiale. È difficile evitare di ricordare. “Pezzi” è il racconto dell'elaborazione di un lutto, la perfetta raffigurazione di un dolore familiare schiacciante, narrato con cuore e verità. Nell'attenta regia di Laura Nardinocchi non c'è mai cupezza ma un dolore affettuosamente malinconico e sempre accompagnato da un tocco di ironia e fantasia. Le attrici si muovono su un palco vuoto in cui Ludovica Muraca costruisce una scenografia semplicissima ma curata ed evocativa, con elementi di scena che richiamano il legno e i toni naturali: l'albero costruito di bastoncini poco alla volta, gli scatoloni con gli addobbi natalizi, i cubi mobili prontamente trasformati e utilizzati per altro e l'unico tocco di colore che sta nelle lucine dell'albero e nel rosso acceso del costume da Scarpariello.

I caratteri delle tre figure femminili sono realisticamente tratteggiati. La figlia più grande, ribelle e insoddisfatta come ogni adolescente che si rispetti, scontrosa per celare il proprio affetto, è smaniosa di prendere il volo, realizzare i propri desideri e non pensare più. La figlia piccola, fragile e spaventata, è cresciuta troppo in fretta e si tappa le orecchie per non sentire la verità ma è ormai incapace di credere a quelle favole che invece ancora potrebbero proteggerla. Poi c'è la bellissima figura della madre: intrisa di dolore, sempre fiera e trattenuta davanti alle figlie ma poi sopraffatta da momenti di sconforto o travolta anche lei da improvvisi slanci di vita, dal desiderio di essere di nuovo bella, da un tango liberatorio e appassionato. Con un riuscito tocco di leggerezza, la schietta verità del senso di famiglia emerge in tutto: gli screzi tra sorelle, i rimbrotti della madre, le voci forti e isteriche che si sovrappongono, i movimenti nevrotici alternati a improvvise immobilità, le inflessioni dialettali che coloriscono il racconto, il velo di follia che agita le donne. Sotto al dolore si percepisce sempre il fuoco, lo slancio vitale che preme per tornare.

Il racconto, sempre accompagnato dalle determinanti e suggestive musiche originali di Francesco Gentile, si arresta di tanto in tanto, bloccando l'allestimento dell'albero per aprirsi su flashback o inaspettati quadri che spezzano l'atmosfera e donano i momenti di più toccante emotività e poesia. C'è la madre sconfortata che si lascia crollare ai piedi dell'albero addobbato; le cravatte del padre che emergono da uno scatolone suscitando un triplice quadro di reazioni; l'incisiva scena del ricordo del funerale, perfetta nel mescolamento di voci, frasi fatte e condoglianze. Fino al finale sognante e malinconico in cui quel che rimane della famiglia si stringe intorno ad un albero speciale e chi non c'è più rivive nel ricordo più spontaneo e affettuoso. Il dolore che stempera in un abbraccio e una risata liberatoria.

 

Macro Testaccio La Pelanda - Piazza Orazio Giustiniani 4, Roma (Testaccio)
Per informazioni e prenotazioni: mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: lunedì 21 gennaio ore 22, martedì 22 gennaio ore 19, mercoledì 23 gennaio ore 20.30 (palco A)
Biglietti: posto unico € 8 (biglietti in vendita al botteghino la sera stessa degli eventi)

Articolo di: Michela Staderini
Grazie a: Marta Volterra, Ufficio stampa Roma Fringe Festival
Sul web: www.romafringefestival.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP