Performance - Teatro Brancaccio (Roma)

Scritto da  Mercoledì, 25 Gennaio 2017 

Sold out per Virginia Raffaele impegnata in «Performance» al Teatro Brancaccio di Roma dal 17 al 29 gennaio. L’attrice romana propone sul palco di via Merulana i suoi cavalli di battaglia: da Belen alla Fracci, dalla Vanoni alla Bruzzone. Regia di Giampiero Solari.



Produzione ITC 2000 presenta
PERFORMANCE
con Virginia Raffaele
di Virginia Raffaele, Giampiero Solari, Piero Guerrera, Giovanni Todescan
trucchi speciali Bruno Biagi, Valeria Coppo
regia Giampiero Solari

 

Life is art. Life is body. Life is performance. Lo ripete fino allo sfinimento Marina Abramovic, l’alter ego della protagonista che si palesa ad intermittenza nell’arco dell’intero show fino alle battute finali, quando esce alla ribalta rivelando in qualche modo lo spirito che anima lo spettacolo, ossia quel bisogno di rimanere fedeli a se stessi pur vestendo maschere diverse. Un argomento che non può non essere di rilievo per Virginia Raffaele, il cui estro di imitatrice si nutre, con tutta evidenza, delle movenze, dei difetti, dei vezzi e delle debolezze altrui.

Impegnata in «Performance», in replica al Brancaccio dal 17 al 29 gennaio, lei si trova a gestire tutto da sola, impresa non facile date le caratteristiche della prestigiosa struttura di via Merulana la cui vocazione, anche per dimensioni, è quella di ospitare allestimenti dotati di un impianto scenografico di rilievo. La prova dunque è tutt’altro che semplice, ma l’artista romana la supera a pieni voti: è presente ovunque, incede verso il pubblico, colma le distanze girando fra le poltrone della platea, le riallunga, si serve dell’intero spazio per dare sfogo alla sua esuberante creatività.

Per chi conosce la Raffaele, abituato a seguire i suoi passaggi televisivi, può facilmente immaginare come si sviluppi l’esibizione: un susseguirsi di personaggi veri o verosimili, vivacizzati da una luce nuova ed originale. Ma non si parla di una semplice carrellata di volti più o meno noti, perché in questo one-woman-show l’attrice mette in piedi un lavoro organico di ampio respiro teatrale, composito ed articolato, condito da monologhi spassosi, simpatiche interazioni con gli astanti, dialoghi surreali e bizzarri siparietti.

«Performance» è una cavalcata di quasi due ore dove a parlare sono le caricature di donne famose che comunicano, probabilmente, quello che l’interprete riceve da loro. L’apertura è affidata ad una criminologa dal fascino tenebroso come la Bruzzone per passare poi a Belen Rodriguez che, strizzata in un abito provocante, si espone ai selfie degli spettatori, incedendo con un passo innaturale fra le poltrone del teatro. Spiritosa è la versione della Pascale, molto acuta e sofisticata è quella della Fracci, unica la Vanoni. Ma davvero geniale è la figura della pugliese Giorgia Maura, frutto di un non meglio definito talent, mentre amara è quella di Paula Gilberto do Mar, la poetessa transessuale i cui toni oscillano fra l’ironia e la durezza.

Coadiuvata in questo singolarissimo viaggio dal maestro Teo Ciavarella, e aiutata da un gioco di specchi posti a semicerchio con un continuo oscillare di rimandi della sua immagine, la Raffaele scherza molto con il concetto dell’identità, dell’essere più persone rimanendo pur sempre se stessi.

La sua è una gestualità agile, fluida, spigliata e fortemente comunicativa, proposta con quella disinvoltura che solo l’attore capace di un fine ed accurato studio di ricerca e perfezionamento riesce a trasmettere. Lei non è mai al centro dell’attenzione in modo scontato: ammicca al pubblico, lo guida lungo il percorso e poi scarta di lato, confonde, entusiasma.

Diretto dal bravissimo Giampiero Solari, «Performance» è un prodotto vivace e divertente. I trucchi speciali sono frutto della fantasia di Bruno Biagi e Valeria Coppo.

 

Teatro Brancaccio - via Merulana 244, 00185 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/80687231-2
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, sabato e domenica ore 17

Articolo di: Simona Rubeis
Grazie a: Silvia Signorelli e Monica Menna, Ufficio stampa Teatro Brancaccio
Sul web: www.teatrobrancaccio.it

TOP