Parzialmente Stremate - Teatro della Cometa (Roma)

Scritto da  Lunedì, 07 Dicembre 2015 

E' in scena al Teatro della Cometa dal 3 al 20 dicembre lo spettacolo “Parzialmente Stremate”, di Giulia Ricciardi, con la regia di Michele La Ginestra. Mirella, dopo anni di convivenza con il suo compagno, si sposa. O forse no. Nel giorno che avrebbe dovuto essere quello del fatidico “sì”, le sue amiche di sempre si raccolgono intorno a lei per confortarla, condividere e raccontarsi.

 

PARZIALMENTE STREMATE
di Giulia Ricciardi
regia Michele La Ginestra
con Giulia Ricciardi, Federica Cifola, Beatrice Fazi e Barbara Begala
aiuto regia Francesca Bellucci
disegno luci Francesco Mischitelli

 

Le troviamo lì sul palco: in un’unica stanza, ci sono tutta la complessità e le contraddizioni dell’universo femminile. Al “capezzale” dell’amica che decide di abbandonare lo sposo sull’altare, tre amiche, ma prima ancora tre donne, si troveranno a confrontarsi nel tentativo impossibile di fare chiarezza su quanto accaduto. A chiarirsi, però, sarà solamente la lotta psicologica di ognuna di loro, ben distante dal superficiale benessere ed appagamento ostentati.

Marisa (interpretata dalla brava Federica Cifola), è una madre di famiglia frustrata e spossata, divorata dal senso di responsabilità e spesso colpita da letargia. Silvana (Barbara Begala), ha provato a ricondurre la propria inquietudine nei binari rassicuranti della fede cristiana, ma le motivazioni della sua decisione si dimostreranno talmente labili da rivelare la profonda insicurezza della donna. Elvira è invece la più social del gruppo (interpretata dalla spassosa Beatrice Fazi), ma le sue amicizie ed ambizioni professionali, sbandierate a baluardo di una vita sentimentale non proprio appagante, si riveleranno presto custodite in un impiego da “import escort”. Ed infine naturalmente c’è lei, Mirella (la stessa autrice Giulia Ricciardi), che farà da cardine della storia, rivelando, dietro la decisione di abbandonare il promesso sposo, non una ragionata presa di coscienza, ma piuttosto un bisogno di conferme ed una palese richiesta di attenzioni. Che non arrivano.

Quattro donne incomplete, afflitte da quella che verrà chiamata la “Sindrome di Campanellino” - meno conosciuta di quella di Peter Pan del mondo maschile, ma sicuramente ugualmente presente - che, stremate, anzi parzialmente stremate dalla propria condizione quotidiana, sogneranno un riscatto. Riscatto che, come succede nella gran parte dei casi, non arriverà. Non siamo in una favola, dopotutto. Questa è la vita, che difficilmente ci lascia la libertà di invertire tendenza. Non resta che accettare, ed attendere.

La regia di Michele La Ginestra, veloce ed accattivante, aiuta il talento delle quattro artiste ad arrivare con immediatezza al pubblico: il divertimento è assicurato.


Teatro della Cometa - via del Teatro Marcello 4, 00186 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/6784380
Orario prenotazioni e vendita biglietti: dal martedì al sabato, ore 10:00 -19:00 (lunedì riposo), domenica 14:30 - 17:00
Orario spettacoli: dal martedì al venerdì ore 21, sabato doppia replica ore 17 e ore 21, domenica ore 17
Biglietti: platea 25 euro, prima galleria 20 euro, seconda galleria 18 euro

Articolo di: Serena Lena
Grazie a: Maya Amenduni, Ufficio stampa Teatro della Cometa
Sul web: www.teatrodellacometa.it

TOP