Ora non hai più paura - Teatro Palladium (Roma)

Scritto da  Sara Benvenuto Domenica, 10 Febbraio 2013 

Teatro ValdocaIn scena al Teatro Palladium di Roma il Teatro Valdoca presenta il secondo atto della "Trilogia della gioia", con la regia di Cesare Ronconi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Produzione Teatro Valdoca presenta
in collaborazione con Teatro A. Bonci di Cesena
con il sostegno di Comune di Cesena / Emilia Romagna Teatro Fondazione
si ringrazia L’arboreto - Teatro Dimora di Mondaino, Centro Teatrale Umbro, La Corte Ospitale
con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Emilia Romagna, Provincia di Forlì-Cesena
ORA NON HAI PIÙ PAURA
seconda parte della Trilogia della gioia
regia, scene, luci e costumi Cesare Ronconi
direzione del progetto sonoro Enrico Malatesta
con Silvia Mai, Chiara Orefice, Sveva Scognamiglio
ricerca sonora e suono dal vivo Attila Faravelli, Luca Fusconi, Enrico Malatesta
con la collaborazione di Luciano Maggiore
macchinista Stefano Cortesi
attrezzisti Maurizio Bertoni, Erica Montorsi
organizzazione Elisa De Carli con Elisa Bello
amministrazione Morena Cecchetti
consulenza amministrativa Cronopios

 

 

"Le parole sono mute. Il silenzio è totale. Però la scena è densa di pensiero. C'è solo un piccolo testo narrativo in francese interrotto subito all'inizio, con violenza, ad opera delle percussioni. E resta nel finale un canto straordinario (frammenti di fonemi infantili, arcaici) che chiude lo spettacolo. La parola s'è inabissata sotto terra come un fiume che scompare di colpo, ma tutta la forza evocativa della poesia di Mariangela (Gualtieri, n.d.r.) è contenuta stavolta nel silenzio delle tre interpreti, e nei loro movimenti, nella loro sottigliezza, nel loro pudore, e anche nella loro sfontatezza".
Un telo blu cobalto sovrasta la scena. Tre performer silenziose scrivono con il corpo la drammaturgia delle parole. Protagonista indiscussa la sperimentazione strumentale di Enrico Malatesta, che ricorda gli avanguardisti degli anni '60 delle arti intermediali, e quella elettronica.
Alle vibrazioni aspre della musica sembra rispondere il corpo teso e nervoso delle danzatrici, invorticate in un incestuoso ed erotico passo a tre. L'unione sensuale di corpi che si muovono nello spazio per attrazione e repulsione, violenza e seduzione. Il senso resta in ogni caso eccessivamente ermetico. La carica poetica è visibile ma indecifrabile, per lo meno per i canoni a cui si è abituati.
Un elogio al corpo e alla sua capacità di esistere nell'ambiente in funzione della musica, coordinatrice delle vibrazioni fisiche. Maschere, travestimenti e nudità definiscono i corpi androgini delle danzatrici, esecutrici di movimento drammaturgico che muove dal fiabesco al tragico. Momenti in cui il corpo individuale si muove nello spazio, attimi in cui le tre identità si legano in un uno organico per poi scindersi in un duo performativo che lascia la terza parte di sè sola, come inchiodata a un muro che segna con un gesso o che fissa in una sorta di punizione.
La dinamicità del movimento traduce dolore e divertimento, sentimento e nevrosi: svincolata da un'interpretazione univoca e razionale, si lascia leggere come un attimo di vita che può essere compreso e accettato, come rifiutato e respinto. Non si leggeranno in queste brevi righe decifrazioni, nè pretese di letture critiche, ma solo suggestioni provocate dalla dualità della rappresentazione, fisica e sonora, scenica e musicale. Una duplice sperimentazione che stimola tatto e udito, riconosciuti come i sensi che attivano la percezione sinestetica della realtà e che sovrasta la parola lineare e scorrevole. Solo per qualche breve istante udiamo la voce di una delle tre danzatrici, un'intonazione dolce e mite, quasi strozzata e interrotta.
"Ora non hai più paura" sembra essere la manifestazione della poetica di Ronconi, che in questa regia travalica ogni regola drammaturgica e si lascia condurre dalla fisicità del corpo nello spazio installativo.

 

 

Teatro Palladium - piazza Bartolomeo Romano 8, Roma (zona Garbatella)
Per informazioni: botteghino 06/57332768, dalle ore 17 alle 20 dal martedì alla domenica
Orario spettacoli: 6 | 7 | 8 | 9 febbraio ore 20.30, 10 febbraio ore 17.00
Biglietti: intero € 20,00 - ridotto € 15.00/12.00/8.00

 


Articolo di: Sara Benvenuto
Grazie a: Matteo Antonaci, Ufficio stampa Teatro Palladium
Sul web: www.romaeuropa.net

 

 

 

TOP