Operazione San Gennaro: la leggenda - Teatro Diana (Napoli)

Scritto da  Venerdì, 30 Marzo 2018 

Dal 14 marzo al 1 aprile. Un film cult del cinema italiano, una storia senza tempo che adesso viene adattata per il teatro: debutta a Napoli, città protagonista delle omonime vicende cinematografiche, lo spettacolo “Operazione San Gennaro: la leggenda”, scritto e diretto da Massimo Ghini, con l’attore romano nei panni dello strampalato quanto temerario Dudù.

 

OPERAZIONE SAN GENNARO: LA LEGGENDA
tratto dall’omonimo film di Dino Risi
scritto da Massimo Ghini, Stefano Reali
supervisione al testo Luca Manfredi
regia Massimo Ghini
con (in ordine alfabetico) Massimo Ghini, Domenico Aria, Mirko Ciccariello, Stefania De Francesco, Carlo Di Maio, Antonio Fiorillo, Valentina Gullace, Ernesto Lama, Ernesto Mahieux, Giampiero Mancini, Iolanda Salvato, Nunzia Schiano
musiche originali Armando Trovajoli
scenografia Roberto Crea
costumi Silvia Frattolillo
aiuto regia Iolanda Salvato
orchestrazioni, esecuzioni e direzione d’orchestra M° Maurizio Bosnia
testi canzoni Francesca Nicotra
coreografie Naike Orilio
disegno luci Marco Palmieri

 

“Operazione San Gennaro: la leggenda” è l’adattamento teatrale del capolavoro di Dino Risi, che vedeva nella stessa pellicola attori del calibro di Nino Manfredi, Totò e Senta Berger, un lavoro cinematografico di rilievo nazionale, impreziosito dalla magnifica colonna sonora a cura di Armando Trovajoli. Massimo Ghini custodisce questa preziosa eredità (e in questo caso di prezioso vi è veramente tanto, trattandosi di un colpo all’inestimabile tesoro di San Gennaro), scrivendo l’adattamento teatrale del copione cinematografico in collaborazione con Stefano Reali, e grazie alla doverosa quanto importante supervisione al testo di Luca Manfredi, che ne garantisce la coerenza rispetto all’opera originale, ed una cura dei particolari in linea con i canoni della tradizione napoletana.

La drammaturgia resta sostanzialmente fedele al testo originale, con taluni cambiamenti ravvisabili in alcune scene laddove l’ambientazione teatrale non riesce ad arrivare, come quella finale del film girata all’aeroporto di Capodichino e con un aereo in partenza, mentre nell’adattamento scenico si ritorna volutamente nella magnifica terrazza panoramica di Dudù. Un plauso va anzitutto al lavoro scenografico curato da Roberto Crea, che riesce a concepire scene sontuose e particolarmente suggestive, dal sopracitato terrazzo di Dudù, fino alla cappella di San Gennaro nel Duomo della città, con un sapiente uso dello spazio scenico ed anche grazie al frequente ricorso alle proiezioni video, talvolta necessarie per portare avanti il ritmo dello spettacolo e mantenerlo fedele all’originale cinematografico.

Il risultato, anche grazie alle magnifiche musiche del maestro Armando Trovajoli, è nel complesso più che positivo, con dei piccoli rallentamenti del ritmo in alcuni specifici momenti della rappresentazione, giustificabili dal fatto che lo spettacolo approda a Napoli in prima nazionale risultando quindi ancora sotto alcuni aspetti da rodare. Particolarmente apprezzabile la caratterizzazione dei personaggi offerta da Nunzia Schiano, nei panni della madre di Dudù, e quella con cui viene colorato il divertentissimo quanto iperteso americano Jack, interpretato in maniera convincente da Giampiero Mancini.

Massimo Ghini, con un baffetto e un capello castano chiaro vagamente Manfrediani, cerca in alcuni casi di ricordare il Dudù cinematografico, ma risulta più convincente quando riesce a trovare una propria chiave di lettura del personaggio. Un lavoro un po’ più approfondito sul dialetto napoletano sarebbe stato apprezzabile, avendo restituito Ghini un personaggio di Dudù ancora con troppe inflessioni romane nella sua parlata.

“Operazione San Gennaro: la leggenda” è un’operazione di nome e di fatto ben riuscita, con qualche meccanismo ancora da affinare e con indiscutibili potenzialità che renderanno di replica in replica questo spettacolo un lavoro pregevole e con una chiave di lettura propria del testo di Risi, un’opera che si affianchi quindi al capolavoro cinematografico e crei una versione audace quanto nostalgica di quella Napoli corale che ancora si stringe intorno alla sua certezza assoluta: San Gennaro.

 

Teatro Diana - Via Luca Giordano 64, Napoli
Per informazioni e prenotazioni: telefono 081/5567527 - 081/5784978
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 18, lunedì riposo (sabato 31 marzo anche ore 17.30; mercoledì 21 marzo ore 17.45)
Biglietti: martedì, mercoledì e giovedì: poltrona € 25 + € 3, poltroncina € 20 + € 3, galleria € 15 + € 2; venerdì, sabato e domenica: poltrona € 32 + € 3, poltroncina € 25 + € 3, galleria € 20 + € 2

Articolo di: Francesco Gaudiosi
Grazie a: Claudia Mirra, Ufficio stampa Teatro Diana
Sul web: www.teatrodiana.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP