Onestà Omeopatica - Teatro Manhattan (Roma)

Scritto da  Giovedì, 22 Novembre 2012 

Dopo gli ottimi riscontri di pubblico e critica ricevuti per “Domani dimenticheranno”, Angelo Sateriale propone una nuova pièce, di cui oltre ad essere autore è anche interprete e regista: “Onestà Omeopatica”, andata in scena al Teatro Manhattan dal 15 al 18 novembre. Anche in questo nuovo spettacolo emerge lo stile ironico e al tempo stesso riflessivo che caratterizza la sua scrittura drammaturgica, incentrata su temi mai banali e sempre attinenti la sfera umana: in primo piano il rapporto con le convenzioni sociali, di cui inconsapevolmente ci circondiamo rimanendone ingabbiati, perdendo così la sensibilità a cogliere le gradazioni di grigio insite in tutte le cose che ci circondano.

 

 

 

 

 

ONESTA' OMEOPATICA
scritto e diretto da Angelo Sateriale
con Angelo Sateriale, Emanuele Gabrieli, Niki De Leonardis

 

 

La trama semplice, ma assolutamente originale, si basa su due personaggi, Filippo Onorato (interpretato dallo stesso Angelo Sateriale) e Giulio Retto (interpretato da Niki De Leonardis) i quali dopo una serie di controlli vengono ritenuti “pericolosamente” le persone più oneste d’Italia.
Ovviamente in un contesto in cui la normalità, intesa come mero rapporto statistico, è caratterizzata da un profilo psicologico diametralmente opposto, tale situazione necessita di un inevitabile ed urgente intervento al fine di rimuovere quella che è considerata una patologia.
Dopo innumerevoli tentativi andati a vuoto, viene individuato il giusto rimedio nel catapultare per due settimane i nostri due malcapitati in una ambientazione a loro ignota e somministrargli una serie di libri da studiare al fine di scardinare quelle certezze etiche di cui sono impregnati, per poi quindi essere sottoposti all’esame finale, appunto l’onesta omeopatica, condotto dall’onestatore (interpretato da Emanuele Gabrieli).
L’allestimento scenografico minimalista valorizza ulteriormente le performance interpretative dei tre attori in scena che emergono indistintamente per una grande capacità comunicativa palesata da una efficacissima e altrettanto comica mimica facciale.
Inoltre i dialoghi frenetici e serrati risultano il vero cuore della commedia, in cui si alternano riflessioni argute basate sulle tipiche dicotomie tra individualità e comportamenti in pubblico, onestà e malaffare, verità e menzogna, a tocchi di surrealismo che producono un clima particolarmente gradevole intriso di intelligente ironia.
In questo tutti gli interpreti si dimostrano particolarmente talentuosi nel destreggiarsi in virtuosismi contraddistinti da interminabili sfuriate linguistiche che generano sistematicamente una sincera e partecipata adesione del pubblico.
Probabilmente il paradosso e quindi la forza della commedia risiedono nell’affrontare un tema, come l’onestà, su cui apparentemente dovremmo trovare una comune visione, mentre invece tale valore purtroppo sempre più viene sacrificato e piegato alle necessità individualistiche frutto di situazioni contingenti e transitorie.

 

 

Teatro Manhattan - via del Boschetto 58, 00184 Roma
Per informazioni e prenotazioni: 333/8147407, 347/6168506
Orario spettacoli: da giovedì a sabato ore 21, domenica ore 18
Biglietti: 10,00 euro

 

 

Articolo di: Dino De Bernardis
Grazie a: Ufficio Stampa Teatro Manhattan
Sul web: www.teatromanhattan.it

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP