Old Times - Teatro dei Conciatori (Roma)

Scritto da  Mercoledì, 03 Maggio 2017 

Il Teatro Primo Studio, dopo il debutto a Milano dell'ottobre scorso, porta anche al Teatro dei Conciatori di Roma, fino al prossimo 14 maggio per la regia dell'esperto Michael Rodgers, uno dei capolavori del premio Nobel Harold Pinter, "Old Times", in cui il maestro del silenzio si cimenta con i temi del ricordo e del triangolo amoroso.

 

OLD TIMES - Vecchi Tempi
di Harold Pinter
traduzione di Alessandra Serra
regia Michael Rodgers
con Christine Reinhold, Lisa Vampa, Marco S. Bellocchio
creative consultant Robert Castle
scenografia Mauro Radaelli
costumi VerdeLilla e Maurizio Baldassari
assistente alla regia Gianpiero Pitinzano
light design Claudio De Pace
scene Ferrante Aporti
illustratore Roberto Ronchi
grafica Veronica Woolf
musica originale 'Lui e Lei' di Piero Umiliani
produzione Teatro Primo Studio - Film Beyond


Metti una sera a cena con il Teatro Primo Studio, il premio Nobel Harold Pinter e uno dei suoi capolavori, "Old Times". I padroni di casa, una residenza della campagna inglese sulle rive del mare, sono Deeley (Marco S. Bellocchio) e Kate (Christine Reinhold), due quarantenni benestanti; l'invitata è Anna (Lisa Vampa), l'ex coinquilina e unica amica di Kate nella favolosa Londra degli anni Cinquanta. La fredda e tagliente capacità autoptica di Pinter nel dissezionare la disfunzionale comunicazione dei suoi (e dei nostri) tempi è sempre una certezza. Ma, in questo testo, il maestro dei silenzi e del non-sequitur si cimenta con due argomenti per lui insoliti: il triangolo amoroso e, soprattutto, il ricordo. "Il passato - dichiara il drammaturgo - è ciò che tu ricordi, che immagini di ricordare, che ti convinci di ricordare, oppure fingi di ricordare".

Così, le due tematiche che tengono in piedi tutto questo atto unico si fondono fino a dare forma alla tipica atmosfera pinteresca: l'ambiguità dei rapporti umani, la conflittualità covata ma mai espressa, il sottile dubbio che pervade le interazioni sociali. Quelle dei personaggi in scena, tanto quanto quelle degli spettatori che li osservano. Così, se all'inizio siamo convinti di avere di fronte un marito realizzato, una moglie felice e una vecchia conoscenza venuta a incontrare lui per la prima volta e a rivedere lei dopo vent'anni, gradualmente i confini tra i soggetti si diradano e i loro ruoli si scambiano. E la vecchia conoscenza può diventare quella tra il marito e l'amica della moglie, che in realtà si erano incontrati in un bar molti anni prima; l'attrazione fisica quella tra lo stesso Deeley e la stessa Anna; e l'amore emergere tra le due ex coinquiline, che forse furono le vere protagoniste di quel primo incontro galeotto che poi è rimasto invece nel ricordo dell'uomo. O no?

Con questa piéce, in scena fino al prossimo 14 maggio, il Teatro dei Conciatori (piccolo di dimensione ma sempre grande nella selezione dei cartelloni) riprende vita grazie all'esperta regia di Michael Rogers, scozzese di nascita, americano d'adozione e da attore al fianco di innumerevoli star hollywoodiane. Sul palco si alternano un Marco S. Bellocchio dal piglio appena troppo attoriale, una Lisa Vampa perfettamente calata nella parte della terza incomoda provocatrice e una Christine Reinhold della quale purtroppo appare dissonante il tono monocorde. Nel complesso, però, l'allestimento che ha debuttato nell'ottobre scorso a Milano non tradisce minimamente la sublime scrittura dell'eterno Pinter, che qualsiasi appassionato di teatro contemporaneo non può davvero permettersi di perdere.


Teatro dei Conciatori - Via dei conciatori 5, 00154 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06.45448982, 06.45470031, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Biglietti: € 18 + tessera obbligatoria di 2 €
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 18
Riduzioni per i lettori di SaltinAria.it

Articolo di: Fabrizio Corgnati
Grazie a: Maya Amenduni, Ufficio stampa Teatro dei Conciatori
Sul web: www.teatrodeiconciatori.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP