Nel bosco - Teatro India (Roma)

Scritto da  Sabato, 18 Gennaio 2020 

Andrea Collavino porta in scena, al Teatro India, un primo studio di “Nel bosco”, un’esplorazione scritta da Carlotta Corradi, finalista al 54° Premio Riccione per il Teatro, sulle fragilità dell’adolescenza contemporanea. Un percorso di comprensione emotiva, al di là dei fatti di cronaca, rispetto alla storia delle cosiddette “Baby Squillo”, emersa di recente, con clamore, nel quartiere Parioli, a Roma. Una finestra sincera e delicata sulle difficoltà relazionali e sociali di questa nostra società senza bussole, senza rete di protezione, in cui, per non cadere, ci si sostiene come si può.

 

Produzione Teatro Stabile di Bolzano presenta
in coproduzione con Riccione Teatro e
con la collaborazione del Teatro di Roma - Teatro Nazionale
NEL BOSCO
(prima tappa di lavoro)
di Carlotta Corradi
regia Andrea Collavino
con Jacopo Bicocchi, Francesco Bolo Rossini, Sara Borsarelli, Elsa Bossi, Lia Grieco, Aram Kian, Romana Maggiora Vergano
disegno luci Luigi Biondi
foto Filiberto Signorello

 

La platea si riempie mentre gli attori, sul palco, si confrontano, pudicamente, fra di loro; il regista Collavino ci presenta lo spettacolo e ci avverte che questa che ci propone è solo la prima tappa di questo viaggio “nel bosco”, ovvero il fitto e complesso universo adolescenziale che tutti noi abbiamo attraversato, a bordo di un veicolo che muta costantemente, che non conosciamo, il nostro corpo, un percorso senza mappa di fronte ad una realtà sociale contemporanea poco accogliente, fuorviante, spesso incomprensibile, in cui essere accettati, e poi ammirati, è una meta da raggiungere disperatamente.

Un itinerario in cui gli adulti si perdono e risultano flebili, lontane, irraggiungibili voci. Siamo sempre da soli, ognuno di fronte al proprio lupo. Ed è proprio la famosa fiaba a fare da filo conduttore alle storie di Manu e Chiara, 15 e 16 anni, che si trovano a doversi districare in un mondo “adulto”, spesso dimenticando che l’età adulta non si conquista necessariamente lasciando passare gli anni; risulta anzi imbarazzante osservare “mocciosi” di mezza età, destinati ormai a restare tali.

Storie di formazione e di esposizione che si intrecciano con altre di deformazione umana. Che peccato, il genere umano! Ma al suo interno vi è un’umanità partigiana che non si arrende, che costruisce bellezza, così come accade “nel bosco”. Uno spettacolo che, seppur all’inizio della sua genesi, lascia intravedere il desiderio di esplorazione della complessità dell’esistenza, sostenuto da una recitazione complessiva di pregevole qualità, una buona scrittura e regia. Attendiamo con piacere la sua evoluzione.

 

Teatro India - Lungotevere Vittorio Gassman (già Lungotevere dei Papareschi) 1, 00146 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06.684.000.311/314, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: tutte le sere ore 21, domenica ore 18
Biglietti: intero 20€, ridotto 18€, scuole e studenti €14

Articolo di: Enrico Vulpiani
Grazie a: Amelia Realino, Ufficio stampa Teatro di Roma
Sul web: www.teatrodiroma.net

TOP