Natale a Capracotta - Teatro dei Satiri (Roma)

Scritto da  Fabio Sepe Martedì, 05 Gennaio 2010 
francesca nunzi

Dall’8 Dicembre 2009 al 10 Gennaio 2010 al Teatro Dei Satiri di Roma uno spettacolo tutto da ridere per trascorrere con gioia e spensieratezza le festività Natalizie. Un testo che evidenzia con leggerezza una problematica che accomuna molte famiglie: ritrovarsi per il Natale tutti insieme condividendo quello che è il momento più bello dell’anno ed esternando tutti quelli che possono essere i sentimenti positivi e negativi nei confronti dei propri parenti.

 

 

Teatro dei Satiri - Roma

NATALE A CAPRACOTTA

scritto da Francesca Nunzi

Dall’8 dicembre 2009 al 10 gennaio 2010

con Francesca Nunzi, Maria Lauria, Loredana Piedimonte e Mauro Serio

Regia di Francesca Nunzi

 

Al Teatro dei Satiri è approdata nel corso di queste festività Natalizie la commedia scritta e diretta dalla bravissima Francesca Nunzi. Il Natale è la festa della venuta del Signore Gesù, un momento di attesa che, in casa di Betta (interpretata da Maria Lauria) vedova da qualche anno, ci si prepara a vivere in uno stato d’animo decisamente più fremente del solito, visto l’imminente l’arrivo a Capracotta del figlio Marco dagli Stati Uniti con sua moglie ed il nipotino che non ha mai visto. Ma all’ultimo momento il figlio chiama la madre per avvisarla che non potranno più affrontare il viaggio e pertanto si vedranno con lei a Ferragosto. Per Betta si prospetta un Natale in totale solitudine ma le cose non andranno esattamente in questo modo… Si vedrà piombare in casa le sue due sorelle: Sandrina (abilmente interpretata dalla Nunzi) attrice in declino, accompagnata dal suo fidato segretario Rino e la maniaca dell’igiene Raffaella, di cui veste i panni Loredana Piedimonte.

Ed ovviamente, come in tutte le famiglie, quando ci si ritrova per le feste, emergono le ipocrisie, le cose non dette, i rancori e le gelosie. Betta ha dedicato la sua vita alla famiglia, Sandrina a differenza sua si è dedicata alla carriera di attrice, trascurando gli affetti senza comprendere mai che il suo segretario (Mauro Serio) è da sempre innamorato di lei. Raffaella invece, instabile mentalmente, crede di aver ucciso il marito e di averlo rinchiuso in un sacco sottovuoto. Ma fortunatamente questo in realtà non è accaduto e dalle sue farneticazioni deliranti emergono soltanto i disagi che vive con il marito. Le tre sorelle con le loro vite ed i loro problemi si ritrovano tra momenti di confronto e battute esilaranti a trascorrere quello che per loro sarà il più bel Natale, e che si concluderà nel migliore dei modi, davanti ad un’anatra alla danese e a del riso con cannella e mandorla, con Betta che finalmente riabbraccerà il figlio e la sua famiglia, Raffaella che rivedrà suo marito e i suoi figli e Rino il segretario di Sandrina che tirerà fuori il coraggio per dichiararle tutto il suo amore.

Una commedia spassosa, divertentissima in cui l’autrice/attrice tiene banco e mostra tutto il suo talento coadiuvata dal resto del cast. Un ottimo Mauro Serio interpreta il segretario, un personaggio che ha dedicato con instancabile devozione la propria vita ad una donna in nome di un sentimento d’amore troppo a lungo tenuto represso. Proprio lui farà da collante tra le tre bizzarre sorelle e le farà finalmente riavvicinare.

Il testo è brillante, scorrevole e tratta con delicatezza il tema delle cose non dette che spesso rischiano di non essere mai esternate e dei talora insopprimibili rancori tra familiari. La sapiente regia della Nunzi ne fa un piccolo capolavoro di comicità trascinante ed originale, a testimonianza del fatto che in questi ultimi anni il panorama italiano offre per fortuna diversi autori capaci di creare testi interessanti, accattivanti e che permettono di dare nuova linfa al nostro teatro. Per chi vuole trascorrere due ore in totale spensieratezza, lo spettacolo sarà messo in scena fino al 10 di Gennaio al Teatro dei Satiri di Roma.

 

Teatro Dei Satiri – Via Di Grottapinta, 18 (Roma)

Per informazioni: 06/6871639 – 06/6871578

Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21.00, domenica ore 18.00, lunedì riposo

Biglietti: dal martedì al venerdì € 17,00, sabato e domenica € 20,00

 

Articolo di: Fabio Sepe

Grazie a: Ufficio Stampa Teatro dei Satiri

Sul web: www.teatrodeisatiri.it

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP