Morti dal ridere - Teatro de' Servi (Roma)

Scritto da  Oriana Russo Giovedì, 14 Novembre 2013 

Dal 5 al 24 novembre. “Morti dal ridere” è il titolo disarmante scelto per il lavoro messo in scena al Teatro de' Servi, da Sergio Viglianese e Gloria Vigorita con la regia di Pascal La Delfa, per raccontare una storia d’amore insolita sia per lo scenario in cui viene ambientata che per i toni dissacratori dei due protagonisti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultracomici presenta
MORTI DAL RIDERE
una commedia di Sergio Viglianese e Gloria Vigorita
in collaborazione con Alessandro Mancini
con Sergio Viglianese e Gloria Vigorita
regia di Pascal La Delfa

 

 

La vicenda si svolge all’interno del Cimitero del Verano di Roma.


Riccardo (Sergio Viglianese) non riesce più a dormire sonni tranquilli, è affetto ed ossessionato dalla paura di morire. Per sconfiggere l’insonnia, l’unico rimedio, dopo i diversi tentativi di cercare conforto nel potere lenitivo dei calmanti, è quello di andare proprio nel luogo dove riposano i defunti e si riflette sul trapasso. Per questo motivo, si vede costretto a recarsi ogni giorno al cimitero, assistendo ai diversi funerali che vengono celebrati ed incontrando le persone che vanno a trovare i loro cari.


Negli ultimi mesi vede spesso una bella ed affascinante donna (Gloria Vigorita) e se ne innamora a prima vista, non avendo però il coraggio di rivolgerle la parola. Sarà la vedova a rompere il ghiaccio, rivolgendosi a Riccardo con una serie di domande, alle quali però l'impacciato spasimante riesce solo a rispondere con una serie di bugie buffe e contraddittorie, per non far trasparire la reale motivazione che lo ha trasformato in assiduo frequentatore del cimitero.


Ha inizio così una sequela di equivoci e di misteri che tingono la storia d’amore di suspense e la trasformano in un giallo leggero, durante il quale il protagonista Riccardo viene coinvolto involontariamente dal misterioso passato della vedova, artefice dei delitti dei suoi precedenti mariti. Nel finale paradossale, Riccardo riesce a superare la paura della morte, ma insospettabilmente è accusato dell’ulteriore omicidio architettato dalla vedova.


Oltre alla storia di Riccardo e della sua misteriosa "vedova nera", il cimitero diviene luogo di incontro di altri personaggi bizzarri che si susseguono in scena con le loro storie personali. Una coppia di fratello e sorella, calabresi della provincia di Catanzaro, che, tra ‘nduja, peperoncino e pasta al forno e una parlata dialettale, vanno a trovare il nonno… e un killer siciliano, interpretato da Viglianese, dal fare romantico e sentimentale che, con la sua pistola, va a porgere un saluto alle sue vittime.


Si riconosce agli autori e alla regia di aver messo in scena uno spettacolo capace di affrontare la tematica del trapasso, della dipartita e della paura della morte non in maniera artificiosa e pretenziosa ma anzi gradevolmente ironica ed interpretata sagacemente dai due attori.

 

 

Teatro de' Servi - via del Mortaro 22 (angolo via del Tritone), Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/6795130
Biglietti: platea intero € 20 - ridotto € 16 / galleria intero €17 – ridotto € 14
Orario spettacoli: dal martedì al venerdì ore 21, sabato ore 17.30 e 21, domenica ore 17.30, lunedì riposo

 

Articolo di: Oriana Russo
Grazie a: Carla Fabi & Barbara Ghinfanti Comunicazioni, Ufficio stampa Teatro de' Servi
Sul web: www.teatroservi.it

 

 

TOP