Molto rumore per nulla - Teatro Arcobaleno (Roma)

Scritto da  Sabato, 16 Maggio 2015 

Dal 7 al 31 maggio è in scena al Teatro Arcobaleno di Roma l'ultimo spettacolo della giovane regista Ilaria Testoni, che affronta William Shakespeare con un suo personale adattamento di Molto Rumore per Nulla, all’interno della sezione “Giovani - Un futuro nel Teatro” della Compagnia Mauri Sturno. Tra i protagonisti della messinscena: Mauro Mandolini, Barbara Logaglio e Laura Garofoli. Lo stabile capitolino, da sempre dedito a un repertorio di tipo classico, ospita una delle grandi commedie di William Shakespeare, adattata e diretta dalla giovane regista, con all’attivo collaborazioni con Mario Scaccia, Gabriele Lavia, Walter Pagliaro e Glauco Mauri. Il progetto “Giovani - Un futuro del Teatro”, promosso dalla Compagnia Mauri Sturno, è volto a favorire l'ingresso nel teatro professionale di giovani attrici e attori, permettendo loro di entrare in contatto e lavorare con esperti professionisti del settore.

 

MOLTO RUMORE PER NULLA
di William Shakespeare
adattamento e regia Ilaria Testoni
con Mauro Mandolini, Barbara Logaglio, Laura Garofoli, Camillo Marcello Ciorciaro, Valerio Camelin, Susanna Lauletta, Roberto Di Marco, Virginia Arveda, Paolo Benvenuto Vezzoso

 

La celebre commedia shakespeariana alterna stili che vanno dal romantico al grottesco: si tratta della storia di due coppie che vengono raggirate e influenzate dall’abile uso della parola, che ne sconvolge e trasforma i sentimenti. Dalle note di regia è possibile dedurre la visione di Ilaria Testoni, che ha saputo mettere a punto una regia semplice e godibilissima: «Tutti i personaggi sono portati a vedere, sentire e soprattutto notare quello che normalmente non coglierebbero. C’è chi si diverte a giocare, chi si diverte a ingannare, e chi resta a guardare. L’unico elemento superiore è la realtà che prima o poi verrà colta. Eppure, finché si è piacevolmente sorpresi dalle parole, si crede a tutto… Forse l’uomo è così debole che basta un semplice rumore, un disturbo casuale, per piegare la sua integrità, le sue convinzioni profonde?».

Ma lo spettacolo è anche una storia di palcoscenico: allo spettatore è data infatti l'opportunità di seguire il tentativo di una compagnia sgangherata che cerca di mettere in scena la commedia. Assistiamo dunque a diversi piccoli incidenti grotteschi, divertenti, che portano alla luce l’uomo - e l'attore - nella sua naturale imperfezione. Ad esempio, la rappresentazione è messa a rischio dall'arrivo di un temporale imprevisto; gli interpreti tendono a dimenticare spesso le battute, costringendo una suggeritrice ad affacciarsi sul palco con il copione in mano; uno degli attori non riesce a nascondere l'infatuazione per l'attrice che interpreta la servetta, nonostante il suo personaggio sia sul punto di sposare la figlia della nobildonna che lo ospita. Si tratta di piccoli elementi che rendono lo spettacolo ancora più godibile.

La scenografia è ridotta all'osso: pochi elementi che bastano a suggerire il mondo immaginario ideato dal più grande autore inglese di tutti i tempi. Gli attori riescono a divertirsi e a divertire, con talento e soprattutto con una freschezza che raramente si riscontra a teatro. Sembra che abbiano fatto tesoro di una frase che Shakespeare inserisce nel Prologo di Enrico V, e che racchiude il senso più profondo dell'arte drammatica: «Piece out our imperfections with your thoughts. | Into a thousand parts divide one man, | And make imaginary puissance».

 

Teatro Arcobaleno - via Francesco Redi 1/a, Roma (Via Nomentana angolo Viale Regina Margherita)
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/4402719, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario botteghino: dal lunedì al sabato dalle ore 10.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00; la domenica, quando c'è spettacolo, dalle ore 16.00 alle ore 19.00
Orario spettacoli: giovedì, venerdì e sabato ore 21.00; domenica ore 17.30
Biglietti: intero €19.00 + €1.00 prevendita; ridotti €15.00 (Metrebus, Bibliocard, Over 65, Cral e Associazioni) e €13.00 (Studenti) + €1.00 di prevendita

Articolo di: Cecilia Carponi
Grazie a: Ufficio stampa Marta Volterra ed Eleonora Turco
Sul web: www.teatroarcobaleno.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP