Molto rumore per nulla - Silvano Toti Globe Theatre (Roma)

Scritto da  Martedì, 11 Agosto 2015 

Dal 5 al 30 agosto. Nel magico scenario del Globe Theatre, sotto le stelle di Villa Borghese, ritorna a vivere la più amata commedia di Shakespeare: "Molto rumore per nulla". Per sprigionarne nuovamente l'ineffabile magia in modo originale ed accattivante, i protagonisti della pièce del Bardo lasceranno le terre siciliane per approdare in Salento, accompagnati dalle allegre note della musica popolare del sud Italia.

 

Produzione Politeama srl presenta
MOLTO RUMORE PER NULLA
di William Shakespeare
regia Loredana Scaramella
traduzione e adattamento Loredana Scaramella e Mauro Santopietro
con (in ordine alfabetico) Lara Balbo, Fausto Cabra, Cristiano Caccamo, Mimosa Campironi, Federigo Ceci, Jacopo Crovella, Diego Facciotti, Alessandro Federico, Daniele Griggio, Roberto Mantovani, Matteo Milani, Barbara Moselli, Ivan Olivieri, Loredana Piedimonte, Carlo Ragone, Mauro Santopietro, Federico Tolardo
musiche eseguite dal vivo da Michele Di Paolo, Luca Mereu, Antonio Pappadà
maestro movimenti di scena Alberto Bellandi
costumi Susanna Proietti
musiche Stefano Fresi
assistenti alla regia Francesca Cioci e Ivan Olivieri
assistente ai costumi Piera Mura

 

Una vera e propria festa quella a cui il calorosissimo pubblico del Globe Theatre ha la fortuna ed il privilegio di partecipare (un più asettico "assistere" non sarebbe stato un termine appropriato) sul sempre affascinante palco allestito a Villa Borghese. La storia è quella nota di amori ritrovati e passioni tormentate, storia di sotterfugi e di dolci parole, di battibecchi e di danze festose, allontanamenti fittizi e reali avvicinamenti, clamore e sussurri.

La commedia "della parola" di Shakespeare, che gioca integralmente su dialoghi vivaci e su alterchi colmi di doppi sensi tra Beatrice e Benedetto, ha come sottofondo la gioia e l'euforia della pizzica salentina che, grazie al talento del trio di musicisti costituito da Michele Di Paolo, Luca Mereu e Antonio Pappadà, ci accompagna durante tutto lo spettacolo, coinvolgendoci anche attivamente in alcuni momenti di pausa. Ma il "molto rumore" del titolo non si limita al sottofondo musicale o agli eventi che hanno luogo sul palco, bensì coinvolge tutti i nostri sensi, a partire dall'abile gioco di luci studiato per ricreare il sole di un Salento ideale, sotto cui far asciugare un candido bucato.

Molto semplice e di grande effetto la scenografia, ridotta al minimo in modo da poter essere facilmente plasmata dagli attori di atto in atto a seconda delle esigenze di scena. È così che delle corde diventano un'altalena su cui dondolarsi, poi amaca e infine stendino su cui poggiare delle lenzuola appena lavate, fungendo prima da confine di uno spazio tutto femminile, invaso dal rientro baldanzoso dei giovani militari, poi da divisori tra le differenti scene. Sarà infine semplice svuotare completamente il palco di questi pochi elementi scenici quando la forza dirompente dell'azione riempirà la narrazione e la baraonda dei soldati avrà bisogno di tutta l'ampiezza del palcoscenico per coinvolgerci.

Bravissimi tutti gli attori, tra i quali spicca, oltre ai protagonisti principali, l'ironia innata e la versatilità artistica di Carlo Ragone, di volta in volta attore, cantante e danzatore, che indossa abilmente i panni di Corniolo, un eccentrico commissario di polizia, e quelli di Baldassarre, elegante cantore di corte.

Magistrale la reinterpetazione che la Scaramella propone del classico scespiriano, riuscendo a rimanere fedele ai dialoghi originari ma insinuando al contempo nella trama delle novità e delle trovate discrete ma trascinanti, complice l'attenta e scrupolosa caratterizzazione dei personaggi e l'utilizzo del ballo della pizzica come strumento di coralità, di condivisione gioiosa tra attori e spettatori.

Tre ore che scorrono in un soffio, lasciando allo spettatore la consapevolezza di come la crisi non rappresenti altro che un'opportunità per uscire dalla zona di comfort delle proprie certezze, aprendo la mente e la vita a nuovi scenari inattesi.

 

Silvano Toti Globe Theatre - Largo Aqua Felix (Piazza di Siena) Villa Borghese, Roma
Orario spettacoli: dal martedì alla domenica ore 21.15, lunedì riposo
Per informazioni: telefono 060608 (tutti i giorni ore 9.00-21.00)
Botteghino: viale Pietro Canonica, tutti i giorni dalle 15 alle 19, nei giorni di spettacolo fino alle
21.30; prevendite abituali - circuito www.ticketone.it – call center 892.101
Biglietti: Platea posti in piedi intero €10, ridotto under 25 €8, ridotto Globecard €7; Palco Gold intero € 27, ridotto € 24, ridotto Globecard € 23; Balconate intero da € 15 a € 24, ridotto da € 12 a € 21, ridotto Globecard da € 11 a € 20; Balconate a visibilità ridotta intero € 14, ridotto € 12, ridotto Globecard € 11; Diritto di prevendita (applicabile fino a 2 ore prima dello spettacolo) € 1,50 – € 3,00. Tutte le domeniche continua l’iniziativa “i fidanzati di Villa Borghese”. I “fidanzati” di tutte le età avranno diritto a una riduzione sul biglietto di ingresso (escluso posti in piedi).
Il mercoledì per gli over 65 speciale promozione “biglietto 2×1” (escluso posti in piedi).

Articolo di: Serena Lena
Grazie a: Giusi Alessio, Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura
Sul web: www.globetheatreroma.com

TOP