Mister Green - Teatro della Cometa (Roma)

Scritto da  Martedì, 17 Novembre 2015 

Dal 12 al 29 novembre. In scena al Teatro Della Cometa di Roma, un testo che parla di sentimenti "complicati", di difficoltà a vivere rapporti poco "convenzionali", di parole non dette per paura o purtroppo dette per estrema intolleranza; l'incapacità di accettare ciò che non si comprende e l'incomunicabilità che porta alla solitudine, prima spirituale e poi materiale, sono al centro di una pièce graffiante e raffinata, che ci riflette nostro malgrado.



Theama Teatro presenta in prima nazionale
MISTER GREEN
di Jeff Baron
traduzione Michela Zaccaria
con Massimo De Francovich e Maximilian Nisi
scene e costumi Theama Teatro
musiche originali Stefano De Meo
distribuzione Stefano Pironti - Chiediscena Service
regia Piergiorgio Piccoli

Due uomini a confronto: generazioni diverse, stili di vita agli antipodi, mentalità apparentemente incompatibili si incontrano quasi per caso, si analizzano, si studiano, si sfuggono, si scontrano e si rifiutano, per poi cercarsi nuovamente e forse, almeno parzialmente, riuscire a supportarsi e a comprendersi.

Questo è il gioco psicologico, altalenante ed avvincente, di "Mister Green", pièce scritta da Jeff Baron (titolo originale "Visiting Mr Green"), che induce ad una profonda e quasi inconscia autoanalisi introspettiva ed emotiva. Diretta da Piergiorgio Piccoli, la commedia si avvale di due eccezionali e convincenti interpreti, Massimo De Francovich e Maximilian Nisi, il cui affiatamento in scena è elemento indispensabile e determinante per poter cogliere - senza dubbi di interpretazione - il messaggio profondo di un testo senz'altro "difficile", ma capace di proporre temi "scottanti" con garbo e delicatezza.

Maximilian Nisi aveva già portato in scena questo testo dieci anni fa, accanto al compianto Corrado Pani, ed ha atteso un tempo molto lungo prima di riproporlo, in questa versione accanto ad un grande pilastro del teatro qual è Massimo De Francovich.

Il pretesto è un incidente stradale avvenuto per le strade di New York, in cui viene coinvolto l'anziano Mr. Green, ex proprietario di lavanderia, che viene investito dall'automobile guidata da Ross Gardiner, giovane impiegato in una multinazionale. Accusato di guida pericolosa, Ross viene condannato dal giudice ad aiutare Mr. Green per sei mesi, facendogli visita una volta alla settimana. Di religione e tradizione ebraica, Mr. Green è rimasto vedovo da poco, e da allora vive come un recluso, quotidianamente solo e perduto nel ricordo dell'adorata consorte Ester.

Ross dapprima affronta quella visita settimanale come una fastidiosa incombenza da sbrigare velocemente, ma man mano che conosce più a fondo Mr. Green ne resta affascinato; i suoi racconti, la sua personalità, il suo attaccamento ai ricordi e alle tradizioni, di cui qualcuna in comune, lo conducono verso di lui. Dal canto suo, anche Mr. Green si avvicina lentamente a Ross, l'iniziale diffidenza si tramuta quasi in paterna affezione. Il rapporto tra i due uomini si sviluppa e si evolve, nasce una reciproca e timida fiducia che consente a entrambi di "confessarsi", di rivelare aspetti di sè tenuti celati, un po' per paura, un po' per orgoglio. Malgrado ciò, è inevitabile lo scontro, sia generazionale che ideologico. Anche il confronto è inevitabile: ognuno dei due quasi si specchia nella vita dell'altro, rabbiosamente, per situazioni diverse ma con la stessa enfasi, gli stessi dubbi, la stessa passionalità. Fino all'epilogo, a cui i protagonisti giungono inesorabilmente cambiati, arricchiti, più consapevoli, finalmente liberati - l'uno grazie all'altro - dalle proprie paralizzanti paure.

Massimo De Francovich, attore di elevato spessore e personalità, rende Mr. Green un personaggio profondo e reale, mentre Maximilian Nisi nei panni di Ross ancora una volta si conferma un attore meraviglioso e autentico, la cui passione ed emozione in scena è talmente forte e sincera da coinvolgere anche lo spettatore più distaccato.

In scena a Roma fino al 29 novembre, poi tour in altri teatri italiani.


Teatro della Cometa - via del Teatro Marcello 4, 00186 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/6784380
Orario prenotazioni e vendita biglietti: dal martedì al sabato, ore 10:00 -19:00 (lunedì riposo), domenica 14:30 - 17:00
Orario spettacoli: dal martedì al venerdì ore 21, tranne giovedì 19 novembre unica replica alle ore 17, sabato doppia replica ore 17 e ore 21, domenica ore 17
Biglietti: platea 25 euro, prima galleria 20 euro, seconda galleria 18 euro

Articolo di: Stefania Ninetti
Grazie a: Maya Amenduni, Ufficio stampa Teatro della Cometa
Sul web: www.teatrodellacometa.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP