Mi hanno rimasto solo - Teatro della Cometa (Roma)

Scritto da  Domenica, 24 Aprile 2016 

Dal 21 aprile all'8 maggio. In “Mi hanno rimasto solo” Michele La Ginestra gioca con un palcoscenico vuoto e racconta al Teatro il suo sogno: poter interpretare ogni sera un personaggio diverso. Il Teatro lo ascolta e decide di diventare suo complice: apre il cassetto dei ricordi e gli fa trovare testi, costumi, musiche, per realizzare il suo spettacolo.

 

MI HANNO RIMASTO SOLO
scritto, diretto e interpretato da Michele La Ginestra
e con Alessia Lineri, Irene Morelli, Alessandra Fineo
al pianoforte Paolo Tagliapietra

 

“Mi hanno rimasto solo” è la frase, memore della celebre esclamazione di Gassman nella pellicola “Audace colpo dei soliti ignoti”, che pronuncia il protagonista di questa pièce dando vita ad un abile espediente drammaturgico: porta infatti in scena un lavorante che, dopo aver indossato i panni di Ciampa de “Il berretto a sonagli”, è rimasto chiuso per sessant’anni nel teatro, dimenticato, solo. L’unica sua possibilità di distrazione, di rivalsa, di vita è quella di interpretare ogni sera un personaggio diverso della sua carriera attoriale, utilizzando i pochi strumenti di scena presenti, un vestito, una parrucca, un semplice oggetto. Compiendo così il miracolo di vivere più vite in una unica, umile, esistenza da impiegato.

E’ così che Michele La Ginestra si lascia andare e, soprattutto, convince il pubblico ad abbandonarsi al magnifico gioco del teatro. Accompagnato sul palcoscenico dal pianoforte del maestro Paolo Tagliapietra e dalle voci delle tre coriste, due soprani ed un contralto, che reinterpretano arie leggere con le vocalità proprie della musica classica (non sempre riuscendo ad armonizzare i due diversi registri musicali), Michele ci propone una carrellata di personaggi, alcuni conosciuti al pubblico ed altri meno.

Su una scenografia vuota, solo un paio di scale, una sedia ed una scritta “no smoking” sullo sfondo, vedremo farsi vivi sotto i nostri occhi un buffo ed alticcio Archimede ed un ironico Leonardo Da Vinci, passando per le versioni rielaborate di alcune celebri favole per bambini e finendo con gli inconsueti consigli di Don Michele, personaggio già calorosamente apprezzato dal grande pubblico per la sua partecipazione alla trasmissione televisiva Colorado. Ma Michele sa anche emozionarci questa sera: quasi al termine della rappresentazione, l’attore ci sorprende con una poesia dedicata al padre ormai defunto. Il pensiero che è proprio lo stesso sorriso che il padre ebbe anche negli ultimi istanti di vita quello che Michele porta in teatro per regalarlo a sua volta a tutti noi, ci farà commuovere ed intenerire.

Michele La Ginestra si dimostra un vero e proprio padrone di casa, conducendo lo spettacolo con la sua ormai rinomata simpatia e schiettezza, con l’umiltà e la disponibilità del ragazzo della porta accanto. Lasciandoci un sorriso e la speranza che si possa sempre risorgere e reinventarsi, sul palco come nella vita reale di tutti i giorni. Senza rimanere mai veramente soli.

 

Teatro della Cometa - via del Teatro Marcello 4, 00186 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/6784380
Orario prenotazioni e vendita biglietti: dal martedì al sabato, ore 10 -19 (lunedì riposo), domenica 14:30 - 17
Orario spettacoli: dal martedì al venerdì ore 21 tranne giovedì 28 solo ore 17, sabato doppia replica ore 17 e ore 21, domenica ore 17
Biglietti: platea 25 euro, prima galleria 20 euro, seconda galleria 18 euro

Articolo di: Serena Lena
Grazie a: Maya Amenduni, Ufficio stampa Teatro della Cometa
Sul web: www.teatrodellacometa.it

TOP