Menecmi - Teatro Carcano (Milano)

Scritto da  Raffaella Roversi Domenica, 23 Marzo 2014 

Per la prima volta a Milano, al Teatro Carcano, da giovedì 20 a domenica 30 marzo, Tato Russo presenta la sua riscrittura di "Menecmi", la commedia di Plauto, arricchita da pennellate shakespeariane. L' adattamento di Russo, che risale alla fine degli anni Ottanta, prevede l’uso saltuario del dialetto napoletano. E la città di Napoli fa da cornice a questa commedia degli intrecci e degli equivoci.

 

 

 

 

 

 

 

T.T.R. Il Teatro di Tato Russo presenta
Tato Russo in
MENECMI - La commedia degli equivoci
da Plauto e Shakespeare
nella rielaborazione di Tato Russo
scene di Tony Di Ronza
costumi di Giusi Giustino
musiche di Zeno Craig
movimenti coreografici Aurelio Gatti
disegno luci Roger La Fontaine
regia di Livio Galassi
Personaggi e interpreti in ordine di apparizione: Il prologo/Eva Sabelli; Spazzola/Massimo Sorrentino; Menecmo I e II/Tato Russo; Erozia/Clelia Rondinella; Cilindro/Antonio Rampino; Dorippide/Marina Lorenzi; Luciana/Giorgia Guerra; Dromio/Davide Sacco; Messenione/Rino Di Martino; Mosco/Renato De Rienzo; Il medico/Antonio Rampino; Le ancelle/Coro prostitute; Coro femminielli

 

 

Tato Russo porta a Milano il suo cavallo di battaglia: la riscrittura di "Menecmi", la celebre commedia plautina. Dell’autore latino, Russo riproduce la comicità attraverso una scelta accurata del lessico, la concretezza del linguaggio popolare, la fisicità e la ricerca di situazioni che, intrecciandosi tra loro, danno luogo alla commedia degli equivoci. Si può forse cogliere anche un piccolo riferimento all’Atellana, l’antica farsa romana dallo spirito greve, con maschere fisse.


La scena è ambientata a Napoli all’epoca romana. Una giovane donna, in abiti romani, recita il prologo: abitava a Napoli un mercante che aveva due figli gemelli, talmente simili, che la madre stessa non riusciva a riconoscerli. Un giorno l’uomo decise di portare con sé uno dei due figli, Menecmo. Si recarono al mercato ma lì, a causa della grande folla, si smarrirono. Per giorni il padre cercò il figlio, ma invano. Fu talmente addolorato, che volle chiamare l’altro gemello con il nome del figlio perduto. Nel frattempo questo era stato trovato da una buona donna che, pur in ristrettezze economiche, lo tenne con sè a Capua. I due gemelli crebbero quindi separati. Ma una volta adulto, il figlio smarrito decise di rimettersi sulle tracce del fratello. Dopo un lungo viaggio arrivò con il suo servo a Napoli, città della perdizione.


Da qui comincia la recitazione della commedia, con da subito l’accadimento di strani episodi ed equivoci, generati dall'intersecarsi delle vite dei due gemelli. La gente infatti chiama per nome Menecmo di Capua, come se lo conoscesse da sempre. Gli offre servigi o finanche l’amore, come fa Erozia, avvenente cortigiana, amante del fratello che lo scambia per lui. Gli equivoci si susseguono. Le verità sembrano venire a galla per poi di nuovo confondersi. Menecmo fratello scomparso e Menecmo fratello rimasto, entrano ed escono dalle case prive di porte, generando confusione nel resto della comunità e una piccola crisi d’identità in loro stessi.


Spettacolo teatrale, giocoso e licenzioso, dal carattere popolare. Può divertire per questo. Chi, invece, non apprezza il prevedibile gioco delle porte che si aprono e si chiudono, o delle tende che si sollevano e si riabbassano, come in questo caso, lo troverà un po’ scontato.


In entrambi i casi però, un plauso va a Tato Russo, per la sua vitalità, per l’uso della fisicità e di una lingua pittoresca a tratti dialettale.

 

 

Teatro Carcano - corso di Porta Romana 63, 20122 Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02 55181377 – 02 55181362, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per scuole e gruppi organizzati Progetto Teatro: telefono 02 5466367 – 02 55187234
Prevendite on-line www.vivaticket.it - www.ticketone.it - www.happyticket.it
Orario spettacoli: feriali ore 20.30, domenica ore 15.30, lunedì riposo
Biglietti: poltronissima € 34,00 – balconata € 25,00 – studenti € 15,00/13,50
Durata spettacolo: 1 ore e 45 minuti (più intervallo)

 

Articolo di Raffaella Roversi
Grazie a: Brunella Portoghese, Ufficio stampa Teatro Carcano
Sul web: www.teatrocarcano.com

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP