Mama Affaire - Teatro Petrolini (Roma)

Scritto da  Sabato, 21 Marzo 2009 

A distanza di due anni esatti, torna al Teatro Petrolini, “Mama Affaire” una delle commedie più felici firmata Gabriele Carbotti & Anticamera Del Vento. Storia quanto mai di attualità quella di Alma, Ricardo e Antonio, in una Barcellona dai colori pastello, alla prese con una maternità… piuttosto originale.

 

 

 

Mama Affaire

Commedia in due atti di Gabriele Carbotti

Teatro Petrolini, Roma

Dal 17 al 29 Marzo 2009

Cast tecnico e artistico

Interpreti: Alma: Francesca del Vicario Ricardo: Francesco Mastrorilli. Antonio: Gabriele Carbotti. Rosita: Ilaria Fioravanti. Miguel: Gianni Quinto. Emanuel: Adel Balhouri. Signora Ramòs: Carlotta Tommasi.

 

 

A distanza di due anni esatti, torna al Teatro Petrolini, “Mama Affaire” una delle commedie più felici firmata Gabriele Carbotti & Anticamera Del Vento. Storia quanto mai di attualità quella di Alma, Ricardo e Antonio, in una Barcellona dai colori pastello, alla prese con una maternità… piuttosto originale.

Anna è tutto fuorché una donna in carriera. Disordinata, svampita ma pratica e decisa. Abita da sola in un appartamento troppo piccolo e già troppo stretto per una persona sola. Troppo piccolo persino per perdere l’anello del suo migliore amico, Ricardo, gay felice e consapevole, figlio di una Spagna, cattolica si, ma aperta a stili di vita alternativi; Ricardo che vive la sua storia con Antonio ed entrambi sognano il punto di arrivo di qualsiasi coppia: avere un figlio, poterlo crescere, potersi specchiare in quella nuova vita.

Si, ma come averlo questo figlio? Ci vuole una mamma vera in carne ed ossa. No, niente utero artificiale, niente mamma in prestito. Ricardo vuole una mamma vera con cui concepire il loro figlio in maniera tradizionale, facendo l’amore. Ma se Alma non se la sentisse? Perché non cedere alla proposta di Rosita che, anzi, vede nella questione la chiave per sistemarsi a vita?

Alma, sguardo perso, attaccata ad una bottiglia di whiskey cederà a quella richiesta? Lo farà per il vero amore che prova per Ricardo?

Mama Affaire” ha le sue carte migliori nel testo. Un testo leggero ma profondo, sboccato a volte ma sincero, moderno e cinico nei confronti di uno dei grandi dilemmi del nostro vivere contemporaneo: può una coppia omosessuale avere e crescere un figlio? Gabriele Carbotti inquadra dinamiche familiari dissonanti. Da un lato la coppia gay, dall’altro la coppia etero.

La regia di Gianni Quinto pone l’accento questa volta su una Alma meno sognante ed infantile, le indurisce le note espressive, i costumi sono più adulti… gli unici “normali” in questa storia sono i diversi, Antonio e Ricardo, recitazione semplice e pulita al contrario di tutti i comprimari, ampiamente sopra le righe, a volte quasi caricaturali. Potremmo parlare di “etero-pride” nell’eccezione di un carnevale di personaggi da giostra domenicale. Il messaggio è chiaro: chi siamo noi per giudicare l’Amore che si può provare per un figlio?

Lo sporco è nella coppia cosiddetta “normale” che agiscono per soldi, per un fine personale, loro, si, sono i finti, finti sono i travestiti che entrano in scena per sconvolgere Rosita e convincere Alma della sua scelta sbagliata. Tutti in qualche modo sono artificiosi, tranne Antonio e Ricardo, tranne il loro amore da dare ad un figlio.

Bravissimi tutti gli attori con una menzione particolare a Ilaria Fioravanti in un personaggio perfido e giocato sugli sguardi, inaspettatamente a suo agio su quelle corde; a Gabriele Carbotti che rende un Antonio finalmente corposo e vivo, un vero personaggio, non una comparsa, bella recitazione, belle emozioni nella sua voglia di giustizia, nel suo bagnarsi le mani con il biberon. Gianni Quinto, fuori dalla veste di regista, sul palco è una vera furia, un attore vivissimo, estremamente divertente e caratterizzante. Carlotta Tommasi, vero nastro portante dello spettacolo, ci regala una Signora Ramòs emblema e rappresentazione di una Spagna fatta di piccole borgate, di chiacchiere da cortile ma dal cuore enorme e  generoso. Il cuore di quella Spagna sottolineata dalle splendide chitarre di Paolo Gatti.

Francesca del Vicario affronta per la seconda volta il personaggio di Alma. Lo fa in maniera coraggiosa, rimettendosi in gioco come solo i veri attori sanno fare aiutata senz’altro dalla mano registica forte e rassicurante di Quinto.  Un’Alma come già detto più adulta, meno sognante, forse meno magica. Ma più reale, più vera.

Mama Affaire” è una commedia divertente, assolutamente da vedere almeno un paio di volte per assaporare e cogliere le mille sfaccettature di un testo per certi versi geniale, messo in scena con bravura e capacità dai sempre sorprendenti ragazzi dell’Anticamera del Vento.

 

 

Mama Affaire

Teatro Petrolini, Roma

Dal 17 al 29 Marzo 2009

ORARI: dal 17 al 29 marzo ore 21 (lunedì escluso per riposo settimanale), domenica 22 ore 17,30 e ore 21 – domenica 29 ore 17.30.

COSTO DEL BIGLIETTO 12 € intero e 10 € ridotto più 2 € per tessera associativa del teatro (valida per l’intera stagione)

Teatro Petrolini

Via Rubattino 5

Tel. 06 5757488

Infoline e prenotazioni: 06 5757488 –  339.5884750

 

 

Articolo di: Mario Fazio

Grazie a: Gabriele Carbotti e Anticamera Del Vento

Sul web: www.anticameradelvento.com

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP