Luci della ribalta - Teatro Quirino (Roma)

Scritto da  Giovedì, 02 Febbraio 2017 

Dal 31 gennaio al 12 febbraio. Dopo trattative durate alcuni anni, Antonio Salines ha ottenuto dalla famiglia Chaplin i diritti teatrali di “Luci della ribalta, forse il film più famoso del grande comico e certamente il suo testamento spirituale. Come tutti sanno la trama narra la storia di un grande clown in declino, Calvero (Antonio Salines), e del suo incontro con una bella e sfortunata ballerina, Terry (Marianella Bargilli). I due si incontrano, lui le salva la vita e, accogliendola in casa con pazienza e dedizione, riesce a restituirle l’uso delle gambe, ritrovando egli stesso una ragione di vita. Tra i due protagonisti, che grazie all’aiuto l’uno dell’altro torneranno al successo, nascerà l’amore; ma le loro strade si separeranno troppo presto.

 

La Contrada e Gitiesse Artisti Riuniti presentano
Antonio Salines e Marianella Bargilli in
LUCI DELLA RIBALTA
di Charlie Chaplin
regia Giuseppe Emiliani
e con Lino Spadaro, Renata Zamengo, Riccardo De Francesca, Orazio Stracuzzi, Luigi Biava
adattamento teatrale Eleonora Zacchi
musiche Roberto Fia
scene Federico Cautero
costumi Chiara Aversano

Personaggi e interpreti
Calvero - Antonio Salines
Terry - Marianella Bargilli
Postant - Clown Lino Spadaro
Signora Alsop - Renata Zamengo
Dottore - Lecter Orazio Stracuzzi
Freddy - Riccardo De Francesca
Neville - Luigi Biava

 

Era il 1952 quando, in pochi cinema americani, venne proiettato “Limelight”, “Luci della ribalta”, scritto diretto e interpretato da Charlie Chaplin e da molti considerato come il testamento spirituale dell’attore, ormai rassegnato all’introduzione prepotente della parola nei film, e quindi alla morte di tutto ciò che fino a quel momento era stato il suo grande successo. La pellicola, l’ultima del grande autore girata negli Stati Uniti prima della partenza per l’Inghilterra, venne infatti boicottata a causa della repressione operata dal maccartismo e trovò successo solo venti anni dopo, nel 1972, quando l’autore rientrò negli USA per ritirare il premio Oscar per la migliore colonna sonora. Stiamo parlando del primo caso di Oscar retroattivo nella storia del cinema.

Adesso, a distanza di decenni, “Luci della ribalta” viene riproposto in forma teatrale grazie alla ferrea volontà con cui Antonio Salines, nei panni del protagonista, è riuscito ad ottenerne i diritti teatrali dalla famiglia Chaplin. Salines incarna il ruolo, un tempo di Chaplin, di un vecchio artista di vaudeville degli anni Dieci ormai giunto alla fine della sua carriera, che, anziano e malinconico, resta segretamente in attesa di un nuovo, ultimo, momento di gloria di fronte al suo amato pubblico.

Calvero, questo il nome del comico, salva dal suicidio una giovane e talentuosa ballerina che, bloccata unicamente dalla sua psiche, non riesce più a camminare. Da questo momento i due percorreranno un passo a due che si rivelerà salvifico per entrambi, riscoprendosi, al culmine del loro successo personale, ma sfortunatamente anche subito prima di doversi separare per sempre, inaspettatamente innamorati.

Impeccabile come sempre Antonio Salines, rimane fedele all’originale nei testi ma se ne distacca nell’interpretazione, facendoci dimenticare del tutto Chaplin e facendo completamente proprio il personaggio. Magnetica ed emozionante al suo fianco l’ottima Marianella Bargilli.

Un plauso particolare va alla regia di Giuseppe Emiliani, davvero intensa ed efficace, che, con una sequenza di veli frapposti tra lo spettatore e gli attori, sui quali vengono di volta in volta proiettati gli sfondi scenografici, separa tempi e spazi, pur mantenendone sempre il riferimento nel momento e nel luogo dell’azione principale.

Parabola straordinaria sull'altruismo, la fiducia e il coraggio, il film commosse e continua a commuovere ed emozionare il pubblico di ogni età. Perché “nulla finisce per sempre: cambia soltanto”.

 

Teatro Quirino - via delle Vergini 7, 00187 Roma
Per informazioni e prenotazioni: botteghino 06/6794585, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: da martedì a sabato ore 21, domenica ore 17, giovedì 2 e mercoledì 8 febbraio ore 17, sabato 11 febbraio ore 17 e ore 21
Orario botteghino: dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19
Biglietti: martedì - mercoledì - giovedì - venerdì - sabato pomeriggio platea € 30 (ridotto € 27), I balconata € 24 (ridotto € 22), II balconata € 19 (ridotto € 17), galleria € 13 (ridotto € 12); sabato sera - domenica platea € 34 (ridotto € 31), I balconata € 28 (ridotto € 25), II balconata € 23 (ridotto € 21), galleria € 17 (ridotto € 15)

Articolo di: Serena Lena
Grazie a: Paola Rotunno, Ufficio stampa Teatro Quirino
Sul web: www.teatroquirino.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP