La scoperta della Luna - Teatro Franco Parenti (Milano)

Scritto da  Sabato, 11 Luglio 2020 

E infine uscimmo a riveder le stelle e a godere del teatro: grazie all'emozionante reading di Luigi Lo Cascio, continua la stagione degli spettacoli all'aperto ai Bagni Misteriosi del Franco Parenti; una stagione che ci ricorda quanto ci è mancato, in questi mesi di lockdown, il teatro e la condivisione delle emozioni dal vivo.

 

Produzione Teatro Franco Parenti presenta
Luigi Lo Cascio in
LA SCOPERTA DELLA LUNA
letture ispirate alla Luna

 

Estatico, cadde a sedere sul suo carico, davanti alla buca. Eccola, eccola, eccola là, la Luna... C’era la Luna! La Luna! E Ciàula si mise a piangere, senza saperlo, senza volerlo, dal gran conforto, dalla grande dolcezza che sentiva, nell’averla scoperta, là, mentr’ella saliva pel cielo...”. Con la stessa potenza del finale della novella di Pirandello, “Ciaula scopre la luna”, anche noi siamo usciti dal lockdown a rivedere le cose, anche quelle più semplici (soprattutto quelle che ci erano sempre state sotto il naso e che per troppo tempo abbiamo date per scontate) con occhi pieni di stupore e il cuore straripante di gratitudine.

La stessa atmosfera di bellezza, poesia e gratitudine, si respirava ai Bagni Misteriosi, dove Luigi Lo Cascio ha emozionato il pubblico con un reading pensato apposta per questa stagione di spettacoli all'aperto del Franco Parenti. Nei momenti in cui intervallava le letture con delle chiacchierate informali con il pubblico - raccontando le sue sensazioni di questi ultimi mesi, l'emozione di risalire per la prima volta su un palco dopo quattro mesi di fermo, e la genesi di questo reading - Lo Cascio ha confessato che, nel pensare a cosa proporre per questa serata, è stata immediato lo spunto della novella di Pirandello, proprio perché "adesso che riandiamo per le strade, dopo questo forzato isolamento, ogni cosa che un tempo ci sembrava un’ovvietà ci appare invece nuova, come fosse mai vista, mai provata. Credo che sarà così, tornando a teatro e ascoltando le parole dei grandi autori: ci sembreranno ancora più nuove, ancora più misteriose".

E, come giustamente ha evidenziato anche Andrée Ruth Shammah: la cosa bella del teatro, il motivo per cui deve ripartire e non può limitarsi a dei surrogati online, è che se dal palco l'attore fa una domanda al pubblico, il pubblico risponde. L'interazione, il contatto umano, la condivisione dei respiri e delle emozioni in carne ed ossa, sono fondamentali per gli spettacoli dal vivo.

In un'atmosfera suggestiva, resa ancora più particolare dallo scroscìo dell'acqua della piscina e dall'ondeggiamento della chiatta sulla quale è stata allestita la platea, l'attore ci ha condotti in un viaggio che è partito da Leopardi (“Alla Luna”) per poi farci conoscere la particolare capacità poetica di Lucio Piccolo, noto ai più come cugino di Tomasi di Lampedusa ma in realtà finissimo scrittore che godeva di grande fama ai suoi tempi. Il viaggio è poi continuato con le favolistiche poesie di Giuseppe Bonaviri, in cui lo scrittore chiacchiera confidenzialmente con una luna che prende accezioni umane con i suoi acciacchi, dubbi, malanni; e ancora la trasformazione del Luponario dal romanzo di Enzo Siciliano (che vinse il Premio Strega nel 1998) e un estratto dalla riscrittura dell'Otello in siciliano che anni fa Lo Cascio portò in scena, con un protagonista shakespeariano che riecheggia l'Orlando Furioso di Ariosto attraverso il suo viaggio sulla luna a recuperare il fazzoletto di Desdemona e l'ampolla dei sospiri e delle lacrime.

Un viaggio che noi spettatori avremmo voluto non finisse mai. Poi la realtà, con il tempo che passa, la metro che chiude e le zanzare che banchettano su di noi, ci ha condotti verso la conclusione di questo appuntamento che probabilmente avrà un secondo round, visto che Lo Cascio aveva preparato tantissimi brani e poesie che non è riuscito a leggere.

Nell'attesa del secondo viaggio sulla luna con lui, potete scoprire gli altri appuntamenti previsti ai Bagni Misteriosi e che vi invitiamo a non perdere: www.teatrofrancoparenti.it/cartellone.


Teatro Franco Parenti (Bagni Misteriosi) - Via Pier Lombardo 14, 20135 Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/59995206, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: giovedì 9 luglio ore 21.30
Biglietti: intero 25€; ridotto 15€

Articolo di: Emanuela Mugliarisi
Grazie a: Francesco Malcangio, Ufficio stampa Teatro Franco Parenti
Sul web: www.teatrofrancoparenti.it

TOP