La Resilienza - Teatro Stanze Segrete (Roma)

Scritto da  Sabato, 11 Maggio 2019 

Dal 30 aprile al 12 maggio. La AST Company, apprezzata compagnia e scuola di improvvisazione teatrale, porta in scena, al Teatro Stanze Segrete di Roma, la sua ultima fatica, tutt’altro che improvvisata, “La Resilienza”, scaturita dal progetto artistico “Studi nudi di improvvisazione teatrale”. L’ambizione è grande, ovvero quella di verificare, appunto, la capacità di resilienza degli attori e delle persone in genere, ovvero la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici e di riorganizzare positivamente la propria vita.

 

AST Company presenta
LA RESILIENZA
Studi nudi di improvvisazione teatrale
regia Giorgia Giuntoli
con Patrizio Cossa, Max Vellucci, Stefano Augeri, Cristiana De Maio e Umberto Cesaro

 

Il Teatro Stanze Segrete ci riceve nel suo intimo ventre, uno spazio raccolto, pieno di piccole porte che suggeriscono aperture di vita accoglienti e spiazzanti. La saletta ha un piccolo soppalco, che ricorda il ponte di una nave. Restano due sedie vuote, il pubblico viene invitato a posizionarle, a piacimento, nello spazio vuoto e a scegliere un ostacolo sociale ed umano da rimuovere.

Una volta compiute, le scelte attirano, sfidano gli attori, che a poco a poco ne vengono trascinati all’interno, solleticati in una sottile, sofisticata danza di emozioni, sensazioni, scelte. Piantano semi, di personaggi, di anime, che sbocciano, prendono forma, si deformano, si rimodellano, si respingono, si accolgono.

La scena è vuota, asettica, sembra di osservare i nostri pensieri, che montano e si affievoliscono al ritmo di suoni bassi. Quelle due sedie, una al centro, una di lato, vengono tradotte in uno studio da psicologo, ovvero la chiesa dei nostri tempi, ovvero qualcuno che può ascoltarti, qualcuno a cui puoi non dire nulla, per dispetto, qualcuno a cui non affidarti, per sospetto, qualcuno a cui, alla fine, donarti, per tuo rispetto. Senza le sollecitudini esterne, violente e superficiali, a poco a poco ci si riesce ad affidare, a lasciarsi andare, liberi, una volta fatto saltare il substrato delle asfissianti difese accumulate, di rivelarsi inaspettatamente fragili, sfrontati, umani, belli.

Gli attori affrontano un viaggio faticoso, affascinante, all’interno di sé, mentre si fan largo nei pensieri degli spettatori. Un viaggio che parte senza una meta, se ne stanno lì ad esplorare la strada, il percorso, il vento che li sferza e li accompagna durante il cammino, senza aspettative, si godono o soffrono il momento, null’altro, e noi con loro, liberi di bagnarci, per cinquanta minuti, nel solo, prezioso, presente. Un lavoro accorto e generoso, mai identico, che merita di essere vissuto.

 

Teatro Stanze Segrete - Via della Penitenza 3, Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/49772027 - 388/9246033, email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: tutti i giorni ore 21, domenica ore 19
Biglietti: intero €12 (+ 3€ tessera teatro), ridotto €10 (+ 3€ tessera teatro)
Durata spettacolo: 50 minuti

Articolo di: Enrico Vulpiani
Grazie a: Ufficio stampa Giulia Contadini
Sul web: www.stanzesegrete.it

Articoli correlati

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP