La porta - ATIR Teatro Ringhiera (Milano)

Scritto da  Sabato, 14 Gennaio 2017 

Dal 12 al 15 gennaio, l'ATIR Teatro Ringhiera di Milano presenta “La porta”, reading teatrale con Maria Paiato e Maria Pilar Pérez Aspa, tratto dall'omonimo romanzo di Magda Szabò.

 

LA PORTA
reading teatrale tratto dal romanzo di Magda Szabò
con Maria Paiato e Maria Pilar Pérez Aspa
in collaborazione con Fiato ai libri

 

Un tavolo, due sedie, due donne. Due universi distinti seduti l'uno di fronte all'altro aprono la scena. Uno assorbito dalla macchina da scrivere, l'altro accanito nella preparazione del pasto. Mute, senza parole, danno inizio alla loro (in)comunicabilità.

Magda è la protagonista del celebre romanzo della Szabò, da cui questo reading è tratto. Magda - la cui voce è quella della bravissima Maria Pilar Pérez Aspa - è una scrittrice, una donna scarsamente abile ad affrontare le faccende della vita quotidiana, che, per questo motivo, decide di assumere un aiuto domestico. La vecchia Emerenc entra nella vita di Magda con la forza di un uragano silenzioso. E' una lavoratrice instancabile, precisa e meticolosa. Tanto dedita al lavoro quanto burbera e silenziosa, avvolta in un alone di mistero, chiuso dietro una porta invalicabile. Nessuno sa cosa nasconda, oltre la soglia di casa così come nel suo passato. Nessuno, tranne, a un certo punto, Magda.

“La porta” è la storia di un incontro. E' la storia di un incontro impossibile, tra due donne opposte, tra due lingue diverse. E' la storia di un amore, fatto di silenzi, di sguardi, di gesti. Un affetto in cui le parole non servono, sono orpelli inutili, incastrati tra i tasti della macchina da scrivere di Magda e le mani callose di Emerenc. E' la storia di un'amicizia, tanto tacita quanto profonda. Solo Magda, infatti, conoscerà la storia drammatica della vecchia ed è solo a lei che Emerenc consentirà di passare attraverso quella porta che la separa - seppellisce e protegge - dal mondo. Ma Magda non è Emerenc e non saprà (rac)cogliere fino in fondo il dono fattole dalla vecchia. La tradirà, salvandola, o la salverà, tradendola, a seconda dei due punti di vista.

Il reading tocca i punti chiave del romanzo, segue l'evoluzione (o involuzione?) del rapporto tra le due donne, significativamente posizionate ai lati opposti del palco, che si allontanano e si avvicinano, si guardano per poi tornare a rifugiarsi nei rispettivi mondi.

Maria Paiato è una Emerenc praticamente perfetta, quella che ci si immagina leggendo il romanzo. Ne incarna forza, brutalità e fragilità, attraverso un'incredibile modulazione di voce, sguardi e gesti.

Un'ottima scelta anche quella di dare la parola a Emerenc, nella scena che segue il tradimento di Magda: lo sguardo sulla casa violata, la porta scardinata, la vergogna della putrefazione, letti da Maria Paiato, consegnano la parola alla sua legittima proprietaria.

Un testo splendido, quello di Magda Szabò, arricchito dall'eccezionale interpretazione di Maria Paiato e Maria Pilar Pérez Aspa, che ci ricordano la complessità dell'essere umano, la difficoltà della comunicazione e quanto sia “impossibile accomodare il destino degli esseri umani che non trovano posto nella vita degli altri”.

 

Atir Teatro Ringhiera - via Boifava 17, Milano
Per informazioni e prenotazioni:
telefono 02 84892195 - 02 87390039, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacolo: martedì, giovedì e venerdì ore 20.45; mercoledì e sabato ore 19.30, domenica ore 16
Biglietti: € 18 intero, € 15 ridotto convenzioni, € 12 ridotto under 26, € 8.50 speciale promo giovani mercoledì e giovedì

Articolo di: Francesca Ruina
Grazie a: Maurizia Leonelli, Ufficio Stampa Atir Teatro Ringhiera
Sul web: www.atirteatroringhiera.it

TOP