La Nebbiosa - Teatro Franco Parenti (Milano)

Scritto da  Lunedì, 13 Febbraio 2017 

Sarà in scena al Teatro Franco Parenti fino al 19 febbraio, “La nebbiosa”, testo scritto da Paolo Trotti e Stefano Annoni (anche interprete) e liberamente ispirato all'omonima sceneggiatura filmica di Pier Paolo Pasolini rimasta improdotta. A dargli vita sul palco del Franco Parenti, insieme al bravissimo Stefano Annoni anche un abile e brillante Diego Paul Galtieri.

 

LA NEBBIOSA
liberamente ispirato alla sceneggiatura de "La nebbiosa" di Pier Paolo Pasolini
di Paolo Trotti e Stefano Annoni
con Stefano Annoni e Diego Paul Galtieri
regia Paolo Trotti
scene/costumi Giada Gentile
organizzazione Sara Novarese
produzione Simona Migliori per Teatro Linguaggicreativi
Ogni sera Special Guest: Dave Bolo, Miss Freaky Candy, Gianna Coletti, Daniele Gaggianesi, Walter Leonardi, Davide Marranchelli, Miss Sophie Champagne e le allieve della Champagne Academy of Burlesque Education

 

Un linguaggio filmico che si fa carne sul palco del Franco Parenti grazie alla folgorante presenza scenica e alla potenza della parola di Stefano Annoni, fortificata dall'incalzante accompagnamento musicale di Diego Paul Galtieri, abile polistrumentista che sa assumere le molteplici forme della spalla, del comprimario e dell'accompagnatore musicale senza mai perdere credibilità in nessuno di questi passaggi.

Nella Sala Tre del teatro di via Pier Lombardo va in scena “La Nebbiosa”, spettacolo che Paolo Trotti e Stefano Annoni hanno scritto ispirandosi all'omonima sceneggiatura filmica che Pasolini scrisse nel '59 (subito dopo Una vita difficile) ma che non vide mai la luce sulla pellicola. A dargli vita sono questi due interpreti eccezionali, talmente potenti che (anche con la complicità di una sala intima e raccolta) si ha l'impressione di essere parte dello spettacolo, di essere uno dei compagni di viaggio del Gimkana, del Teppa, di Rospo, Contessa, Mosè e del Toni, una compagnia di sbandati che non sono ancora i protagonisti della mala milanese ma un'anticipazione meno vitalistica e più autodistruttiva della stessa.

Paolo Trotti da sempre cerca la contaminazione e la compenetrazione tra il linguaggio teatrale e quello filmico e in questo caso riesce ad ottenete un ottimo risultato grazie ad idee registiche che, con pochi elementi e abili trovate, sanno evocare gli scenari notturni e nebbiosi della Milano che vede crescere palazzi come funghi; sa rendere vivide le immagini che scorrono veloci dal finestrino di una macchina che sfreccia tra le grandi strade milanesi popolate dall'ambigua fauna notturna; sa materializzare gli affollati e promiscui luoghi notturni nei quali questi Teddy Boy vanno a portare scompiglio, ad impartire la loro lezione popolare, ad imporre il loro disagio proletario, la loro inadeguatezza sociale contro una Milano sempre più di conformista, borghese e capitalista.

Con prepotenza e con continuità di sguardo, la Milano raccontata ne La Nebbiosa appare come una variante della Milano raccontata da Giovanni Testori ma filtrata dalla lucidità di analisi cinica e lirica al tempo stesso che è propria di Pasolini; i ragazzi di vita della Roma anni '50 qui parlano milanese, viaggiano verso Bollate, Metanopoli, San Siro in un viaggio che unisce ed oppone la vecchia Milano popolare e la nuova Milano sedotta dalle tentazioni neocapitalistiche.

 

Teatro Franco Parenti (Sala Tre) - via Pier Lombardo 14, 20135 Milano
Per informazioni e prenotazioni:
telefono biglietteria 02/59995206, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: lunedì riposo; martedì ore 20; mercoledì, venerdì ore 19.15; giovedì ore 20.30; sabato ore 21; domenica ore 16.15
Biglietti: intero 15€; over65/under26 12€
Durata spettacolo: 80 minuti

Articolo di: Emanuela Mugliarisi
Grazie a: Ufficio stampa Ippolita Aprile; Francesco Malcangio, Ufficio stampa Teatro Franco Parenti
Sul web: www.teatrofrancoparenti.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP