La finestra condonata sul cortile abusivo - Teatro de’ Servi (Roma)

Scritto da  Fabiana Raponi Venerdì, 15 Maggio 2009 

La finestra condonata sul cortile abusivo - Teatro de’ Servi (Roma)Nulla è come sembra e le apparenze spesso ingannano. E’ questa la morale della nuova commedia tinta di giallo scritta e diretta da Sergio Viglianese e Marco Terenzi. Suspense e risate per una commedia dai risvolti grotteschi e dalla comicità al ritmo del cabaret.

 

 

 

La finestra condonata sul cortile abusivo

Teatro de’ Servi di Roma

Dal 12 al 31 maggio

Commedia scritta e diretta da Sergio Viglianese e Marco Terenzi

Con Sergio Viglianese, Marco Terenzi e Virginia Raffaele

Con la partecipazione di Michele Di Stio

Supervisone alla regia Augusto Fornari

 

 

La finestra condonata sul cortile abusivo” è la nuova commedia scritta e interpretata dalla collaudata coppia Sergio Viglianese e Marco Terenzi in scena al Teatro De’ Servi di Roma.

Il titolo potrebbe far pensare a una commedia ferocemente o almeno discretamente sarcastica  sui vizi e sugli abusi edilizi degli italiani: non è così. Si tratta piuttosto di una farsa che racconta le vicende di Riccardo, pignolo amministratore di uno strano condominio romano e del suo amico, nonché condomino, Lorenzo, costretto a casa da una gamba ingessata. La sua principale occupazione è infastidire i vicini e spiarli costantemente con un binocolo. Ma le cose cambiano con l’arrivo della nuova conturbante vicina, Angela, ossessionata dalla pulizia: e tutto accade mentre il serial killer degli amministratori terrorizza la città. Chi sarà il colpevole?

Attenzione perché nulla è come sembra: le apparenze spesso ingannano e la realtà non è quella che sembra. Ecco in sintesi la morale della commedia anticipata dal prologo d’incipit per far luce sulla vicenda.

Lo spettacolo poteva risolversi in una parodia della celebre Finestra sul cortile. Di Hitchcock rimane solo la colonna sonora, e di Vertigo, per giunta insieme ad altre celebri colonne sonore che arricchiscono lo spettacolo nei momenti di “straniamento” e riflessione dei personaggi. Suspence e risate si mescolano invece in una giallo anomalo dai risvolti grotteschi,  ricco di gag sostenute dall’affiatata coppia Viglianese-Terenzi. Completa il terzetto d’attori, l’istrionica Virginia Raffaele, impegnata nella stagione in corso con la Gialappa’s Band.

Lo spettacolo vive di una comicità dai tempi cabarettistici ed estemporanei: si susseguono micro sketch costruiti dai due comici. Rimane anche lo spazio per il gigionismo degli attori, in particolare di Virginia Raffaele, che tratteggia un personaggio comicamente sopra le righe.

La struttura drammaturgica dello spettacolo appare in realtà piuttosto debole: la vicenda diventa un pretesto per un susseguirsi di scenette dal sapore cabarettistico e proprio a tratti si avverte che i tempi di qualche singola scena appaiono forse eccessivamente dilatati anziché essere più snelliti e risultare forse più efficaci. Lo spettacolo risulta infatti costruito sugli sketch fra  gli attori fra battibecchi ed equivoci.

L’obiettivo in realtà sembra voler essere quello di far sorridere, ma solo a tratti davvero ridere per cui tutto lo spettacolo risulta impregnato di una comicità latente che si rispecchia negli atteggiamenti dei personaggi e delle loro azioni grazie agli sketch fra  gli attori fra battibecchi ed equivoci

La commedia è leggerissima e non pretende d’insegnare nulla o quasi, ma solo di assicurare un paio d’ore di assoluto svago. Consigliato a chi ama il cabaret e la comicità leggerissima, senza dover pensare troppo.

 

 

Teatro de’Servi – via del Mortaro, 22 (angolo Via del Tritone)

Info 06.6795130 –

Prezzi dei biglietti: Platea Intero 20 euro – Ridotto 16 euro/ Galleria Intero 17 euro – Ridotto 14 euro

Spettacoli dal martedì al sabato alle ore 21 – Sabato ore 17.30 – 21.00

Domenica ore 17.30 – Lunedì chiuso

 

 

Articoli di: Fabiana Raponi

Grazie a: Ufficio Stampa Fabi-Ghinfanti

Sul web: www.teatroservi.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP