La casa degli spiriti - Teatro Tor Bella Monaca (Roma)

Scritto da  Sabato, 18 Febbraio 2017 

Sulla drammaturgia di Dani Horowitz, Claudia Della Seta e Glenda Sevald costruiscono la loro messa in scena de “La casa degli spiriti”, il fortunatissimo primo libro di Isabel Allende, trasposto anche in pellicola con attori del calibro di Jeremy Irons, Meryl Streep, Glenn Close, Antonio Banderas, Winona Ryder e Vanessa Redgrave. Un intenso affresco privato e pubblico sulla storia della drammatica dittatura di Pinochet che ha stravolto il Cile e distrutto intere generazioni.

 

LA CASA DEGLI SPIRITI
adattamento dell’omonimo romanzo di Isabel Allende
drammaturgia Dani Horowitz
con Licia Amendola, Mira Awad, Lorena Bassi, Sofia Diaz, Matteo Febo, Ciro Carlo Fico, Federica Flavoni, Riccardo Floris, Daniela Giovanetti, Maurizia Grossi, Emanuela Mascherini, Barbara Porta, Adriano Saleri, Tamara Stiel, Gregorio Valenti, Luca Veresani, Stefano Viali
assistente alla regia Paola Capussotto
scene Luca Veresani, Fabio Giommarelli
disegno luci Giovanni Pirandello
fonica Paolo Panella
costumi Federico Polucci
regia Claudia Della Seta e Glenda Sevald
Afrodita Compagnia Teatro Mobile - Teatro Arabo- Ebraico Di Jaffa-Terre Vivaci

 

 

Il proscenio ci offre una enorme cucina vuota. Sullo sfondo, due finestre sul passato, pronte a ricordarci lampi di vita, di sopravvivenza e di morte. L’ormai anziano Esteban Trueba sonnecchia a metà sala, sulla sua sedia a rotelle, una volta accolto tutto il pubblico si desta ed insieme alla risoluta e coraggiosa nipote Alba, iniziano a raccontare la storia: “Lui aspetta di morire in pace, lei combatte per vivere…

Sciogliendosi fra le loro parole, i personaggi ed i loro “spiriti” prendono vita dinanzi ai nostri occhi. Tracciano la geografia di vite trascorse, rimpiante, cercando giustificazioni, celando rimorsi e facendosi ragione, infine, di avvenimenti forse evitabili ma sottesi alle debolezze, le meschinità ma anche la grandezza del genere umano. Le premesse, le promesse, le ragioni, i torti, si nascondono fra i pizzi delle sottovesti, nell’acqua del catino di ceramica bianca, dietro i riflessi dello specchio del lavabo, tra le assi di legno del pavimento, la fatica di una vita è impressa sui consunti piedi nudi di Alba.

I perché, quadro dopo quadro, si pongono e si sciolgono, i caratteri e le generazioni si srotolano, come nelle migliori tradizioni del grande romanzo sudamericano. La regia riesce ad utilizzare non solo il palco ma tutta la platea, lasciando il pubblico osservare ed osservarsi, buona la ricerca sui costumi e sull’ambientazione.

Un lavoro denso, imponente che si adagia sulla impegnativa, probabilmente eccessiva, durata di 3 ore e 40 minuti. Il merito della produzione è quello di raccontare una storia importante, dirigendo, impresa mai semplice, la generosità di diciassette attori. Tuttavia troviamo alcuni peccati, veniali, nella scelta di musiche troppo riconoscibili ed apparse fuori contesto come la colonna sonora del film “Il meraviglioso mondo di Amelìe” o una musica “bangra”. Altresì migliorabile è il disegno luci, apparso troppo spesso piatto o carente nella valorizzazione degli attori che agivano in platea.

Troppo simili di età, infine, l’Esteban Trueba nonno “narrante” e l’Esteban “scenico” che attraversa la propria vita. Una nota di merito in particolare per Federica Flavoni, ovvero Alba Trueba, che svolge il ruolo di figura narratrice con qualità interpretativa ed ottima presenza scenica. Nel complesso un buon lavoro che, se approfondito, potrebbe diventare eccellente.

 

Teatro Tor Bella Monaca - via Bruno Cirino, 00133 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/2010579, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: dal mercoledì al sabato ore 21, domenica 12 ore 17,30
Biglietti: intero 10 euro, ridotto 8 euro, ragazzi 6 euro

Articolo di: Enrico Vulpiani
Grazie a: Monica Brizzi, Ufficio stampa Teatro Tor Bella Monaca
Sul web: http://www.teatriincomune.roma.it/teatro-tor-bella-monaca

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP