La bella è la bestia - Teatro Golden (Roma)

Scritto da  Domenica, 13 Marzo 2016 

Raffaella Rea e Simone Gandolfo interpretano i due protagonisti de «La bella è la bestia», un lavoro inedito ospitato nello spazio del Teatro Golden fino al 20 marzo. A dirigere i due ragazzi impegnati in questa commedia degli equivoci, è Massimo Natale, autore del testo assieme ad Ennio Speranza. In scena, anche Annalisa Favetti e Julie Ciccarelli.

 

Kalitera e Andrea Maia Teatro Golden presentano
LA BELLA E’ LA BESTIA
di Massimo Natale e Ennio Speranza
con Raffaella Rea e Simone Gandolfo
e con Annalisa Favetti e Julie Ciccarelli
regia Massimo Natale

 

La bellezza non è sempre un vantaggio. Ma, non sarà un caso, di norma a dirlo sono le persone che di bruttino, nella peggiore delle ipotesi, hanno solamente l’unghia dell’alluce. Si sa, la percezione della realtà dipende dalla visibilità che la fessura da cui si scruta la propria micro-porzione di mondo possiede. E così deve essere anche per l’affascinante psicoterapeuta che sul palcoscenico del Teatro Golden, nello spettacolo «La bella è la bestia», ascolta i problemi, le ansie e i patemi dei suoi indisciplinati pazienti.

Quella diretta da Massimo Natale è la classica commedia degli equivoci che, in questo particolare caso, ruota attorno al camuffamento della psicologa Giulia Giovannini (Raffaella Rea) la quale, da avvenente dottoressa afflitta dai transfert dei pazienti di sesso maschile si trasforma in una professionista bruttina ed un tantino stagionata, ma decisamente apprezzata per la competenza dimostrata nel campo. Nel suo studio arriva Alessandro Severi (Simone Gandolfo), un giovane uomo tormentato dallo stress derivante dalle ansie accese, in modo improvviso quanto inaspettato, da una risonanza magnetica eseguita ben due anni prima. Un fattore scatenante singolare, quest’ultimo, che ha prodotto l’effetto di far venire a galla un’estrema sensibilità se è vero, com’è vero, che il ragazzo arriva a commuoversi persino davanti alla pubblicità della carta igienica, consumando oltre venti pacchetti di fazzoletti al giorno.

Dismessi i panni del medico, Giulia incontra ad una festa Alessandro che, ovviamente, non la riconosce e crede di avere che fare con Chiara, una consulente d’immagine dotata di una malcelata dolcezza, frammista a qualche involontaria venatura di spigolosità. Ed allora emerge che l’affermata psicanalista è parte integrante del folto gruppo di persone che paventano un’energica sicurezza per nascondere le proprie fragilità.

Neanche a dirlo, fra Alessandro e Giulia nasce l’amore, la cui forza è tale da non poter essere stemperata né dai consigli bonari dell’assistente Barbara (Annalisa Favetti), né dalle intemperanze della gelosissima ex fidanzata di lui, Camilla (Julie Ciccarelli). Ma visto che la confusione è il perno di questa rappresentazione, prima di arrivare all’happy end la storia dovrà seguire i tortuosi percorsi delle incomprensioni, dei malintesi, dei piccoli e grandi litigi.

Il testo è ben scritto e gli spunti di riflessione non mancano. Del resto Massimo Natale, in questo caso coadiuvato da Ennio Speranza, sa sempre qualificare i suoi lavori con un tocco di originalità. Eppure, l’allestimento mantiene una certa lentezza. La decisione di ripetere continuamente la scena dell’incontro fra i protagonisti, alternando la location dello studio con lo spazio esterno, finisce per far perdere slancio alla pièce. Parimenti, lo scambio verbale fra gli attori dovrebbe essere dotato di un ritmo più serrato per non correre il rischio di perdere, in alcuni passaggi, il coinvolgimento del pubblico. Di contro, va detto che molto incisive sono le interpretazioni dei due personaggi-spalla, Barbara (Annalisa Favetti) e Camilla (Julie Ciccarelli) che instillano nelle battute una bella dose di vivacità. Repliche fino al 20 marzo.

 

Teatro Golden - via Taranto 36, 00182 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/70493826, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 17, sabato 1 e 8 novembre ore 17 e ore 21.00, lunedì e mercoledì riposo
Biglietti: intero € 26 (+€ 4 diritto di prevendita), ridotto € 22 (+ € 3 diritto di prevendita)

Articolo di: Simona Rubeis
Grazie a: Daria Delfino, Ufficio stampa Teatro Golden
Sul web: www.teatrogolden.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP