La Bella Addormentata - Teatro Vascello (Roma)

Scritto da  Domenica, 19 Ottobre 2014 

Arriva a teatro «La bella addormentata», un lavoro in versione musicale il cui testo è tratto dalle fiabe di Charles Perrault e dei fratelli Grimm. A dirigere il lavoro, replicato al Vascello dal 4 al 12 ottobre, è Danilo Zuliani.

 

LA BELLA ADDORMENTATA
di Danilo Zuliani
tratto da «La bella addormentata nel bosco» di Charles Perrault e «Rosaspina» dei fratelli Grimm
con Alessandra Cavallari, Valeria De Angelis, Susanna Gentili, Stefano Germani, Luciano Giugliano, Alessandra Maccotta, Alessio Rizzitiello, Sara Trainelli, Danilo Zuliani
musiche Michele Piersanti
musicista in scena Michele Piersanti
costumi Nina Morelli
scenografie Anthony Rosa ed Emiliano Capone
regia Danilo Zuliani
aiuto regia Alessio Rizzitiello

Andare a teatro e ritrovarsi circondati da un pubblico giovane, molto giovane che, tra una risata ed un commento di stupore, ammira incantato una delle favole più note e più apprezzate di sempre: «La bella addormentata». È questo il clima che ha accompagnato la messa in scena dello spettacolo rappresentato sul palco del Vascello dal 4 al 12 ottobre, e frutto di un adattamento tratto dalle fiabe «La bella addormentata nel bosco» di Charles Perrault e «Rosaspina» dei fratelli Grimm.

Rumoreggiano i bambini a teatro, è chiaro. Ed è ovvio che sia così. Ma fa veramente un bell’effetto vedere tanti piccoli astanti caricarsi di aspettative nell’attesa dell’avvio della commedia ed approvare con sonori applausi una narrazione che li affascina e li porta nella dimensione fiabesca. È difficile stare seduti per i giovanissimi, seppure per un arco di tempo sostanzialmente limitato, eppure si sono impegnati a farlo. E la pazienza con cui hanno rispettato il proprio compito ci dice inequivocabilmente che quella teatrale, è un’arte viva, comunicativa, magica, capace di interessare i grandi ed affascinare i più piccoli.

L’idea di base dello spettacolo «La bella addormentata» è quella di immaginare una bambina in una soffitta che girovagando fra vecchi mobili, coperti di polvere, si ritrova ad aprire la porta di un armadio. Ed accostando l’orecchio all’anta sente parlare della storia di una fanciulla, di nome Aurora, destinata a portare grandi cambiamenti nel mondo. Così, la soffitta diventa magicamente un palcoscenico dove fanno la loro sfilata i vari personaggi della storia: i sovrani del Regno di Concordia, lo spirito del lago, le tre fate madrine - dell’aria, dell’acqua e della terra -, la regina del Regno di Vanagloria. Ma soprattutto loro, il principe e la principessa, che riusciranno a riportare la pace fra i due domini attraverso la forza dei loro sogni e del loro amore.

I bambini arrivano così al messaggio finale secondo cui si può immaginare un mondo diverso. E dandosi un reciproco aiuto, nel rispetto della natura, si può arrivare al raggiungimento di grandi obiettivi.

Lo spettacolo si snoda piacevolmente fra i brani che il cast ha eseguito dal vivo. A contribuire ad infondere magia alla narrazione anche l’idea di portare i personaggi della fiaba fra le poltrone della platea, seguiti dallo sguardo ammirato dei piccoli spettatori. La coralità di questo lavoro, diretto da Danilo Zuliani (affiancato alla regia da Alessio Rizzitello), è frutto dell’affiatamento dei membri della compagnia composta da Alessandra Cavallari, Valeria De Angelis, Susanna Gentili, Stefano Germani, Luciano Giugliano, Alessandra Maccotta, Alessio Rizzitiello, Sara Trainelli e lo stesso Danilo Zuliani. In scena, ad interpretare le musiche dal vivo, Michele Piersanti. I costumi sono di Nina Morelli, le scenografie di Anthony Rosa ed Emiliano Capone.

 

Teatro Vascello - via Giacinto Carini 78, Roma
Per informazioni e prenotazioni: 06/5881021; 06/5898031; mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario Botteghino: dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle 21.30 orario continuato; lunedì ore 9.00-18.00; sabato ore 16.00-21.30; domenica ore 14.00-19.00
Orario spettacoli: sabato ore 17.00; domenica ore 15.00
Biglietto: adulti 10 euro, bambini 8 euro

Articolo di Simona Rubeis
Grazie a: Ufficio stampa Marta Volterra
sul web www.teatrovascello.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP