Karol Wojtyla, la vera storia - Teatro Brancaccio (Roma)

Scritto da  Simona Rubeis Venerdì, 18 Aprile 2014 

L’opera musical su Giovanni Paolo II arriva al Teatro Brancaccio di Roma; ha debuttato il 15 aprile e resterà in scena sino al 4 maggio lo spettacolo dedicato a Karol Wojtyla.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cicuta Produzione presenta
KAROL WOJTYLA LA VERA STORIA - The Opera Musical
scritto da Duccio Forzano, Donatella Damato, Patrizia Barsotti e Gaetano Stella
musiche di Noa e Solis String Quartet
coreografie Tuccio Rigano
videoscenografie Giuseppe Ragazzini
scenografia Nicola Cattaneo
costumi Marta Sabato
luci Francesco De Siano
regia Duccio Forzano

 

Ci sono storie che meritano di essere raccontate perché narrano di uomini che cambiano per sempre le nostre vite, illuminano le nostre esistenze e danno un senso nuovo a tutto ciò che siamo. Questa è una di quelle”. E' su tali parole che si apre il sipario di “Karol Wojtyla. La vera storia”, l’Opera Musical diretta da Duccio Forzano, in scena al Brancaccio a partire dal 15 aprile. Lo spettacolo - innovativo, originale ed emozionante - è stato rappresentato in anteprima mondiale il 2 aprile nel Teatro Slowacki di Cracovia e si propone di raccontare le vicende salienti dell’esistenza del Papa polacco, dall’infanzia al momento dell’elezione al soglio pontificio, avvenuta il 16 ottobre del 1978, l’“anno dei tre papi”.


E per riuscire nell’ambizioso progetto, che volge lo sguardo più all’aspetto privato della vita del Pontefice che a quello pubblico, ci si avvale delle meravigliose musiche composte dalla cantante israeliana Noa e del quartetto d’archi Solis String Quartet che, per l’occasione, hanno dato vita a ben 34 brani. Ad interpretare in modo magistrale questi testi, un cast particolarmente qualificato, composto da Alessandro Bendinelli (il piccolo Karol, detto Lolek), Virgilio Brancaccio (Karol adulto), Matteo Macchioni (don Stanislaw Dziwisz), Lisa Angelillo (la madre Emilia), Simone Pieroni (il padre Karol), Roberto Rossetti (il fratello Edmund), Beatrice Arnera (Tesia) e Jacopo Bruno (Jurek). Il tutto sottolineato dal corpo di ballo di 13 elementi, diretti dal coreografo Tuccio Rigano. Ma la capacità dirompente di quest’opera, che esce dai tradizionali canoni della commedia musicale per percorrere strade alternative, deve molto anche all’innovazione tecnologica di cui Giuseppe Ragazzini si avvale per le video-scenografie, all’ideazione scenografica di Nicola Cattaneo ed ai costumi di Marta Sabato.


Spari, urla, sirene aprono la pièce, facendo piombare la platea nel ricordo del triste avvenimento del 13 maggio del 1981, quando Giovanni Paolo II venne raggiunto dalla pallottola esplosa dalla pistola di Ali Agca. La figura di Stanislaw Dziwisz racconta la disperazione, la speranza, la preghiera, la salvezza, intervallando questi toccanti momenti con il ricordo dei tratti peculiari della vita del giovane Karol. Tramite una serie di flashback si torna a Wadovice, per ricordare la vita del piccolo Karl, per tutti Lolek, nel contesto familiare costituito dalla mamma Emilia, dal papà Karol e dal fratello Edmund. Si passa poi a parlare del trasferimento a Cracovia, della paura provocata dalla II Guerra Mondiale, degli studi giovanili, della passione per il teatro, del sacerdozio per poi arrivare al Pontificato.


È una modalità particolare, dal deciso sapore internazionale, quella scelta dal gruppo di lavoro per procedere alla realizzazione di un testo capace di fondere stili diversi, propri dei quattro ideatori (Duccio Forzano, Donatella Damato, Patrizia Barsotti e Gaetano Stella). E questo innovativo intuito creativo rappresenta la forza insita in un testo capace di raccontare la vita di una personalità tanto speciale come quella di Giovanni Paolo II, grande uomo e grande Papa.

 

 

 

Teatro Brancaccio - via Merulana 244, 00185 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/80687231-2
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, sabato e domenica ore 17
Biglietti: da € 36,00 a € 22,00

 


Articolo di: Simona Rubeis
Grazie a: Ufficio stampa Silvia Signorelli
Sul web: www.karolwojtylaoperamusical.com - www.teatrobrancaccio.it

 

 

TOP