Isla Neruda - Teatro Seminteatro (Roma)

Scritto da  Martedì, 05 Febbraio 2013 

Dal 17 gennaio al 3 febbraio. Un uomo e una donna in scena, vestiti di bianco; un violinista in fondo, sul piano rialzato; tante valigie di dimensioni diverse, foglie sparse e un dipinto. Questi gli elementi scenici e i protagonisti del nuovo lavoro di Antonio Sanna. Uno spettacolo su Neruda, uomo, poeta, esule, amante, politico. Neruda visto attraverso la sua biografia e le sue poesie.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ISLA NERUDA
con Laura Amadei e Antonio Sanna
al violino Gianpaolo Saracino
regia Antonio Sanna
assistente alla regia Giulio Pierotti
scene e costumi a cura di Giuanlaura Piesadei

 



Un flusso di parole, di emozioni, immagini, sensazioni per descrivere e far rivivere un grande uomo, dai molteplici e unici volti. Un uomo unito e trasformato dalle terre che lo hanno accolto, allontanato, influenzato.
Una chiave di lettura quella donata da Antonio Sanna, quasi femminile, onirica, neoclassica e plastica. Figure bianche si dividono lo spazio scenico, a volte lavorando di contrappunto, altre nella stessa direzione….e le note di sottofondo lì a sottolineare, evocare, creare atmosfere.
Alcune immagini di derivazione classica, pittorica, scultorea sono di forte valenza archetipica come la “pietà” e “i corpi degli esuli”. Immagini che appartengono all’uomo nell’intimo del suo essere; nei momenti essenziali della sua vita, del suo divenire.
Uno spettacolo non facile, sia dal punto di vista attoriale che di attenzione per lo spettatore; ben costruito, dove nulla è lasciato al caso, dove tutto è curato nei minimi particolari, facendo risaltare la “bellezza artistica” degli interpreti; l’armonia e la complicità che li lega.
Uno schiaffo in faccia a chi pensa che portare in teatro la poesia sia un’impresa impossibile. Una battaglia destinata ad essere persa.
Il teatro è in grado di accogliere e rendere omaggio a chi con anima, umiltà e coraggio si avvicina alle tavole di legno e con rispetto rituale si accinge a narrare e questo lavoro ne è un esempio. Un degno esempio.
Molto belli i momenti in cui la musica, sia del violino che della chitarra, è protagonista insieme ai movimenti, ai gesti e alle immagini evocatrici di parole già udite e vissute.

 


Seminteatro - via Adelaide Bono Cairoli 3, Roma (Zona Garbatella)
Per informazioni e prenotazioni: telefono 347/7939044 - 347/8505913
Orario spettacoli: dal giovedì al sabato ore 21, domenica ore 17.30

 

 

Articolo di: Laura Sales
Sul web: www.seminteatro.com

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP