Insieme a te non ci sto più - Teatro de’ Servi (Roma)

Scritto da  Caterina Paolinelli Sabato, 24 Novembre 2012 

In scena al Teatro de’ Servi dal 6 al 25 novembre una commedia in due atti dove a farla da padrone è il quotidiano con le sue vicissitudini. Il lavoro è diretto da Michele La Ginestra. Uno spettacolo dai toni brillanti e dalla comicità molto semplice, diretta e fruibile per tutti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Teatro 7 Srl presenta
INSIEME A TE NON CI STO PIU’
di Adriano Bennicelli
con Matteo Vacca, Siddhartha Prestinari, Barbara Russo, Alessandro Tirocchi/ Michele La Ginestra, Morgana Giovannetti/Giorgia Guerra
disegno luci Francesco Mischitelli
scene Opusincertum
regia di Michele La Ginestra

 

 

Il sipario si apre: un divano al centro. A destra della scena siamo nel 1989 e alla sinistra nel 1992. Da cosa lo capiamo? Ci sono due poster ad indicarcelo e a mettere a riposo per sempre la nostra fantasia. Nel 1989 Che Guevara e nel 1992 Eros Ramazzotti. Sì, decisamente due punti di riferimento da mettere in relazione sia per valore storico che contributo sociale. L’ironia emerge spontanea, scaturisce da dentro. Anzi, più che ironia tout court, è forse il bisogno di farne dentro di se’. Una sorta di istinto di sopravvivenza.
Si parla di un prima e un dopo, anche se i confini temporali non sempre sono gestiti chiaramente. Una coppia in crisi: l’architetto Andrea, interpretato in occasione di questa replica dallo stesso regista Michele La Ginestra, e sua moglie Arianna, una donna in perenne dialogo esteriore con il suo psicanalista (per forza siamo negli anni ’90!). La relazione e la vita dei due viene sviscerata e analizzata sotto vari punti di vista: lei e lui insieme, lei e il suo analista, lei da sola, lui con la sua ricca cliente borghese che lo tartassa con archi e colonne, lui in lite con la ragazza ROM, lui che parla (decisamente a sproposito) di Umberto Eco e Achille Occhetto, ecc... ecc... Insomma di tutto e di più con il chiaro obiettivo di tirarci dentro a una serie di episodi alquanto comuni e quotidiani, al fine di leggere le dinamiche che contraddistinguono questa relazione.
Una coppia in crisi dicevamo, in un Paese in crisi: siamo infatti alla fine della guerra fredda, viviamo in diretta la caduta del muro di Berlino che viene ridotto ai minimi termini e paragonato allo sgretolarsi della coppia in questione. Peccato che la caduta del Muro sia stata una cosa positiva, un segno di libertà e democrazia per l’Europa, parallelismo di certo non applicabile agli ordinari drammi amorosi dei nostri inquieti protagonisti.
La struttura è semplice, lineare. La recitazione dall’impostazione sostanzialmente tradizionale, si attesta su toni piacevolmente brillanti e piuttosto allegri. Diciamo una sorta di fiction-teatralizzata (si, perché fatta in un teatro). Particolarmente apprezzabili gli interventi estemporanei della brava Giorgia Guerra che riesce ad emergere grazie alla sua spiccata verve e al suo tempismo comico.
Il pubblico apprezza decisamente lo spettacolo, le risate di gusto in platea lo testimoniano. “Insieme a te non ci sto più” è una commedia che conquisterà gli amanti del teatro brillante, finalizzato ad un puro e spensierato intrattenimento, capace di regalare una serata di disimpegno leggero e svago.

 

 

Teatro de' Servi - via del Mortaro 22 (via del Tritone), Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/6795130
Orario spettacoli: dal martedì al venerdì ore 21, sabato ore 17.30 e 21, domenica ore 17.30, lunedì riposo
Biglietti: platea intero € 20 - ridotto € 16 / galleria intero €17 – ridotto € 14

 

 

Articolo di: Caterina Paolinelli
Grazie a: Ufficio stampa Carla Fabi & Barbara Ghinfanti Comunicazioni
Sul web: www.teatroservi.it

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP