Il Teatro Vale per 2! - Teatro della Memoria (Milano)

Scritto da  Daniela Cohen Mercoledì, 07 Marzo 2012 
Il Teatro Vale per 2!

"Il Teatro Vale per 2!" è uno spettacolo scritto e diretto da Valerio Manisi, con la collaborazione degli attori e dello staff della Compagnia del Teatro Jonico Salentino e di Francesco Manisi. Le musiche sono dello stesso Valerio Manisi, eseguite dal maestro Domenico Carlucci alla chitarra e da Valerio Manisi all’organetto e ai tamburi.

 

 

Si entra in un portone e si scende lungo un passaggio che normalmente porterebbe ai box interni, invece si arriva all’ingresso di questo Teatro della Memoria. Posticino piccolo ma colmo di calore umano, qui entro per la prima volta per quanto il Teatro della Memoria nasca come compagnia teatrale nel 1980 e come teatro sia stato aperto al pubblico nel 1989, in questi locali di via Cucchiari 4. E' un accogliente teatrino da cento posti dove si mescolano artisti di lungo corso e giovani che si sono appena tuffati nel mondo dell’arte: li accomuna quel desiderio di libertà creativa che si alimenta al di fuori del teatro statalizzato. Ottimo punto d’approdo per una serata speciale dedicata a due giovani autodefinitisi ‘terroni’: Valerio Manisi, pugliese anzi salentino doc e Valerio Di Tella, napoletano.

L’autore e regista Valerio Manisi nasce a Grottaglie nel 1985, dove si diploma in arti grafiche e dell’incisione; approda poi al Politecnico di Milano dove studia cinema, televisione, cartoni animati e si specializza in fumettistica e animazione. Impara le nozioni di soggettistica, sceneggiatura e regia, mentre si mantiene facendo l’illustratore per diverse testate giornalistiche, anche di tipo satirico. Terminati gli studi torna al paese in Puglia e si dedica all’attività teatrale, studiando moltissimo i testi di Eduardo De Filippo, tra gli altri. Infine si trasferisce a Roma per dedicarsi a ulteriori studi di formazione teatrale e inizia a lavorare, scoprendo la sua indole di battutista e musicista.

Lo spettacolo col quale si presenta al pubblico milanese in modo così modesto e con poca pubblicità è una commedia di un paio d’ore in cui, affiancato da Valerio Di Tella nel ruolo di un giovane napoletano conosciuto su internet ma incontrato per caso sul metrò di Roma, si svolge una serie di siparietti, alcuni dei quali davvero indovinati e divertenti. Entrambi si rivelano tifosi delle squadre che rappresentano il proprio territorio, entrambi hanno mamme ansiose che li seguono con chiamate sui cellulari perfino esilaranti, tutte e due vogliono dedicarsi al teatro e sono convinti di potercela fare, magari, perché no, assieme!

Non convinti del tutto che possa essere una buona idea, però, il fato li costringe a restare a lungo assieme: il metrò si blocca a causa di un allagamento ed ecco che la conversazione li porterà poco alla volta a diventare amici e infine colleghi. Alcune interruzioni per infilare una canzone, presentata da Valerio Manisi accompagnato alla chitarra da Domenico Carlucci, oppure battute da cabaret. Come quella di un Valerio che dice “Il governo precedente prometteva di difendere le minoranze, invece…”. L’altro Valerio: “Macché, l’ha fatto! I ricchi non sono una minoranza? E lui quelli difendeva…”. Con questa opera la coppia affronta il suo primo tour nazionale, avendo girato per Taranto, Lecce, Roma, Milano e Napoli in chiusura. Tra le canzoni ricordo quella di De Andrè, ‘Don Raffaè’ e una da avanspettacolo, ‘Il bel ciccillo’. Grandiosa l’imitazione che Valerio Manisi fa del mitico sketch realizzato in un film da Jerry Lewis con la macchina da scrivere immaginaria. La musica di sfondo è la medesima e il pubblico si accende come per magia, finalmente facendo sorridere il giovane che, forse, spera di continuare e arrivare un domani ai grandi teatri più importanti.

In fondo l’amore che questi due ragazzi hanno per il teatro è visibile a occhio nudo, il talento pure, solo che il momento deve essere terribile, senza aiuti e con tante compagnie in difficoltà, teatri a rischio chiusura e così via. C’è davvero da sperare che tengano duro e sappiano superare questo momento, le capacità non gli mancano!

 

Teatro della Memoria - via Cucchiari 4 Milano

Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/313663

Biglietti: ingresso 10,00 €

 

Articolo di: Daniela Cohen

Grazie a: Valerio Manisi

Sul web: www.teatrodellamemoria.it

 

TOP