Il Protocollo - Casa delle Culture (Roma)

Scritto da  Giovedì, 08 Novembre 2012 
Il Protocollo

In scena fino all’11 novembre, presso il bellissimo spazio di Trastevere, la Casa delle Culture, lo spettacolo scritto e diretto da Igor Grcko, “Il Protocollo”. Quattro sono le attrici in scena, Francesca Renzi, Alessandra Coronica, Isabel Zanni ed Emanuela Ventura; bravissime interpreti di una commedia veloce, leggera e allo stesso tempo realistica del tempo della donna, da quando nasce a quando muore.

 

IL PROTOCOLLO
scritto e diretto da Igor Grcko
con Francesca Renzi, Alessandra Coronica, Isabel Zanni, Emanuela Ventura

 

Quattro donne con una perfetta mimica facciale, un’ottima capacità trasmissiva delle emozioni e degli stati d’animo incarnano e vivono il filo musicale che traccia le varie fasi dell’esistenza; fasi che ognuno di noi ha vissuto, vive….fasi e canzoni con cui abbiamo riso, pianto, con cui abbiamo dovuto fare i conti o con cui ci dovremo ancora confrontare. Una regia semplice e minuziosamente ricercata e pulita quella che ha reso possibile una messa in scena da non perdere.
Un regista onnipresente e invisibile è Igor Grcko in questo spettacolo; buona anche la scelta delle attrici, che una dopo l’altra, nella loro diversità, mettono lo spettatore in contatto con i diversi “caratteri” della donna.
Nessuna disarmonia nelle differenze tra una donna e l’altra, tra un’attrice e l’altra; c’è chi è più timida, chi più espansiva, chi più drammatica e chi brillante; ognuna nella propria ricerca di perfezione dei gesti lascia comunque trasparire il proprio modo di essere e di sentire la musica.
Un lavoro coreografico, musicale basato sul tempismo e sulla gestualità frenetica che si alterna a momenti di delicatezza, quello della partitura dei gesti; il linguaggio del corpo è l’unico linguaggio esistente nello spettacolo, un lavoro che non lascia sentire l’assenza della parola, una parola superflua rispetto alla comunicazione insita nel corpo e nei volti.
Ritmo, purezza e velocità delle immagini, intensità delle figure plastiche che rappresentano le età della vita, rendono questo spettacolo una piccola perla dal punto di vista della creatività e della capacità di orchestrazione del regista.
Uno spettacolo specchio del mondo femminile.
La vita, ogni vita, è un racconto articolato in fotogrammi, in foto racchiuse in un album; è sufficiente estrapolarne una per ogni età per rendere l’essenza di un’esistenza, per sottolinearne lo scorrere del tempo, i momenti comici e quelli drammatici, momenti unici e allo stesso tempo comuni, e questo lavoro teatrale ne è una prova.

 

Casa delle Culture – via San Crisogono 45, 00153 Roma (piazza Sonnino)
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/58333253 dalle 19,30, domenica dalle 16 solo nei giorni di recita; mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: ore 21.30, domenica ore 18.00
Biglietti: ingresso € 15, ridotto € 12, studenti € 8 (ingresso riservato ai soci)

 

Articolo di: Laura Sales
Grazie a: Ufficio stampa Casa delle Culture
Sul web:
www.casadelleculture.net

 

TOP