Il Mercante di Venezia - Silvano Toti Globe Theatre (Roma)

Scritto da  Sabato, 30 Luglio 2016 

In scena al Globe Theatre di Villa Borghese, fino al 7 agosto, l’allestimento di Loredana Scaramella de “Il Mercante di Venezia”, che prende forma tra eleganti canzoni anni Venti e musica ebraica, in un continuo confronto tra vivace commedia e conflitti drammatici. Un cast di alto livello si misura con uno dei testi più celebri della produzione shakespeariana, dove l’orgoglio si scontra con la fede, i soldi con il sangue, l’amore con la morte.

 

IL MERCANTE DI VENEZIA
di William Shakespeare
regia di Loredana Scaramella
traduzione di Loredana Scaramella
con Fausto Cabra, Mimosa Campironi, Diego Facciotti, Paolo Giangrasso, Roberto Mantovani, Fabio Mascagni, Ivan Olivieri, Loredana Piedimonte, Sara Putignano, Carlo Ragone, Mauro Santopietro, Antonio Sapio, Antonio Tintis, Federico Tolardo
I musici Adriano Dragotta, Lorenzo Perracino, Franco Tinto
aiuto regia Ivan Olivieri e Francesca Cioci
scene e costumi Susanna Proietti
movimenti di scena Alberto Bellandi
musiche Stefano Fresi
disegno luci Umile Vainieri

 

Loredana Scaramella sceglie un’ambientazione primi Novecento per la sua versione de Il Mercante di Venezia, con costumi estremamente curati in stile Belle Epoque, periodo che, per eleganza e linguaggio, ben si adatta al testo shakespeariano. L’opera, di cui spesso viene risaltata la componente drammatica legata alla figura dell’ebreo ingiuriato, riacquista, qui, la sua identità di commedia. Numerose e riuscitissime gag sono affidate ai personaggi minori, dagli spasimanti di Porzia, con i loro ridicoli ed esasperati accenti stranieri, al sorprendente Federico Tolardo, che fa del suo servo Lancillotto uno dei personaggi più divertenti e memorabili dello spettacolo, riempiendo la scena con la sua impressionante fisicità.

Non sempre, nelle opere di Shakespeare, la figura femminile riesce ad avere un ruolo fondamentale e risolutivo della trama: qui, invece, nelle mani della donna è riposta la sorte dei protagonisti, e la Scaramella esalta questo carattere costruendo, sulla poliedrica Sara Putignano, una Porzia smaliziata, che si presenta al pubblico come una Venere di Botticelli e che inganna i suoi pretendenti con i più svariati travestimenti. Il processo inscenato da Porzia, travestita da un giovane giurista, con la complicità della serva Nerissa, crea l’immancabile gioco di equivoci tra le due coppie di amanti, ma risulta anche la soluzione più astuta per salvare Antonio dalla morte.

Un altro elemento interessante riguarda proprio il motore dell’azione, ovvero la passione amorosa del mercante Antonio verso Bassanio, tale da portarlo a mettere in gioco la sua stessa vita per aiutare l’amico a sposare Porzia. Ogni riferimento al sentimento omosessuale di Antonio è implicito seppur intuibile nel testo, ma viene fortemente sottolineato in questo adattamento, in cui l’Antonio di Fausto Cabra mostra visibilmente il dolore per l’amore negato e inconfessabile, nascondendo le sue lacrime dietro a degli occhiali scuri.

Immancabile, in questa regia, quella che si può definire la firma stilistica della Scaramella, nei suoi adattamenti shakespeariani: la presenza dei musici, che accompagnano l’azione e rallegrano l’intervallo tra i due atti, con brani tipici dei primi anni Venti, cui si alterna la musica tradizionale ebraica, il klezmer, animato dalle bellissime voci di Antonio Sapio e Mimosa Campironi. E tra questi amori bramati, schivati e accolti, emerge uno dei personaggi più interessanti mai scritti, che si distacca da quest’atmosfera giocosa chiamando su di sé i sentimenti più contrastanti degli spettatori. Carlo Ragone è perfetto nei panni di Shylock, la sua presenza scenica e la voce coinvolgente rappresentano al meglio ogni sfumatura del suo complesso personaggio: durante il celebre monologo, costruisce una tensione intensa e commossa, che crea uno stacco deciso rispetto al tono gioviale del resto della rappresentazione.
Shylock, lo strozzino ebreo, che si arricchisce sulle difficoltà altrui, rivendica il diritto di uccidere un uomo come risarcimento dei soprusi ricevuti per la sua diversa fede religiosa. La ferocia nei confronti del cristiano Antonio si trasforma in disperazione, impotenza, di fronte al raggiro di Porzia, che scongiura la sua follia vendicativa, ma lo priva di ogni bene, della sua identità e del suo Credo, in una dinamica che evidenzia come il confine tra “buono” e “cattivo” non sia poi così netto.

 

Silvano Toti Globe Theatre - Largo Aqua Felix (Piazza di Siena) Villa Borghese, Roma
Orario spettacoli: dal martedì alla domenica ore 21.15, lunedì riposo
Per informazioni: telefono 060608 (tutti i giorni ore 9.00-21.00)
Botteghino: viale Pietro Canonica, tutti i giorni dalle 15 alle 19, nei giorni di spettacolo fino alle 21.15; prevendite Acquisto online: www.ticketone.it
Acquisto telefonico: call center ed infoline 892 101
Info: telefono 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00
Biglietti: Platea (parterre) posti in piedi intero € 10, ridotto under 25 € 8, ridotto Globecard € 7; Palco Gold: intero € 28, ridotto € 25, ridotto Globecard € 23; Balconate: intero da € 16 a € 25, ridotto da € 13 a € 22, ridotto Globecard da € 12 a € 21; Balconate a visibilità ridotta: intero € 14, ridotto € 12, ridotto Globecard € 11; Diritto di prevendita (applicabile fino a 2 ore prima dello spettacolo) € 1 - € 3. Tutte le domeniche continua l’iniziativa “i fidanzati di Villa Borghese”. I “fidanzati” di tutte le età avranno diritto a una riduzione sul biglietto di ingresso (escluso posti in piedi). Il mercoledì per gli over 65 speciale promozione “biglietto 2×1” (escluso posti in piedi). Il venerdì per gli under 20 ingresso ridotto Con la Globecard (€ 5,00 valida stagione 2015, in vendita esclusivamente presso il botteghino del Teatro, nominale e non cedibile): riduzione da € 3 a 4 sul costo del biglietto ordinario (acquistabile solo al botteghino del Teatro). Con la Globecard si può accedere, con ingresso ridotto, ai Musei del Sistema Musei in Comune.

Articolo di: Chiara Bencivenga
Grazie a: Roberta De Mare, Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura
Sul web: www.globetheatreroma.com

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP