Il marito di mio figlio - Teatro Ambra alla Garbatella (Roma)

Scritto da  Domenica, 29 Novembre 2015 

“Il marito di mio figlio”, scritto e diretto da Daniele Falleri, è andato in scena da martedì 10 a domenica 29 novembre al Teatro Ambra alla Garbatella di Roma, interpretato da Eva Grimaldi, Andrea Roncato, Pietro De Silva, Pia Engleberth, Ludovico Fremont, Roberta Garzia e Andrea Standardi. Lo spettacolo è una moderna commedia degli equivoci che affronta il tema estremamente attuale del matrimonio gay e dei segreti delle famiglie “normali”.

 

IL MARITO DI MIO FIGLIO
di Daniele Falleri
con Eva Grimaldi, Andrea Roncato, Pietro De Silva, Pia Engleberth, Ludovico Fremont, Roberta Garzia e Andrea Standardi
costumi Adele Bargilli
scene Tommaso Chiti
produzione Cristian di Nardo
distribuzione Pigrecodelta
regia Daniele Falleri

 

Una piccola coreografia sulle note di I am what I am ci presenta i personaggi e ci introduce alla vicenda di Giorgino e Michele, che si fanno chiamare George e Michael per ammirazione del cantante. Due ragazzi che decidono di invitare a casa i rispettivi genitori per comunicare la notizia del loro imminente matrimonio.

Segue uno scompiglio con conseguenti tentativi di comprensione e dissuasione da parte dei genitori, peraltro quattro personalità completamente diverse. Una fatalona ossessionata dalla giovinezza con un marito molto più modesto e poco incisivo. Dall’altra parte un rozzo conciapelli collezionista di corpi femminili sposato con una vecchia arpia. Irrompe anche una barista, studentessa di recitazione, che porterà nelle vite dei quattro un po’ di baruffa ma anche tanto aiuto con la sua vivacità.

La commedia prende spunto dai pregiudizi più comuni sul mondo gay, giocandoci su fino a demolirli. Ancor più interessante si rivela l’apertura di parentesi sul percorso di vita dei personaggi, che interrompe la vicenda con un racconto rivolto alla quarta parete, grazie al quale si comprende molto più di quanto non potesse apparire alle impressioni iniziali. In generale è soprattutto la mano registica che orchestra sapientemente scene e interpretazioni, facendo superare i primi imbarazzi e conferendo calore alla messinscena e spessore ai personaggi. Il tutto è aiutato da semplici ma efficaci cambi di scena che, passando da un bar alla casa dei ragazzi, descrivono le dinamiche delle vicende narrate.

Tra gli attori si deve comunque sottolineare la bravura ed immedesimazione di Pietro De Silva, un padre inibito ma spinto da una intensa pulsione interiore, e di Pia Engleberth, nei panni di una donna inacidita dai drammi della vita. 

Nel complesso la scrittura e lo svolgimento inventano, trascinano e divertono sorvolando quasi sempre su altrimenti facili cadute di retorica, e confezionando invece uno spettacolo piacevole e non prevedibile.

 

Teatro Ambra alla Garbatella - piazza Giovanni da Triora 15, Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/81173900, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 17

Articolo di: Andrea Di Cosmo
Grazie a: Ufficio stampa Carola Assumma
Sul web: www.teatroambra.it

TOP