Il Fantasma di Canterville - Teatro Filodrammatici (Milano)

Scritto da  Giovedì, 27 Ottobre 2016 

Affrettatevi! Il Fantasma di Canterville” resterà solo sino al 30 ottobre al Teatro Filodrammatici di Milano. Poi tornerà a rintanarsi nel suo castello di Canterville, dove gufo, corvo e vento picchiettano sinistramente sui vetri, o tra le pagine del divertente racconto che il giovane Oscar Wilde scrisse nel 1887. E che Ferdinando Bruni legge sul palco del bel teatro milanese. É una produzione Teatro dell’Elfo Puccini di Milano.

 

IL FANTASMA DI CANTERVILLE
la voce di Ferdinando Bruni per Oscar Wilde
produzione Teatro dell’Elfo

 

Ferdinando Bruni dà vita, entrando ed uscendo, a tutti i personaggi che popolano il racconto di Oscar Wilde. Lo fa modulando voce, gestualità, risate, sguardo, in un perfetto equilibrio tra espoliazione di sé e protagonismo attoriale. Ne risulta una lettura coinvolgente, divertente, accompagnata talvolta da fragori di tuoni, o ululati di vento, recitata su un palco vuoto, dove troneggia solo una specie di trono ligneo.

Divertirà grandi e piccini che seguiranno attenti le sorti della famiglia americana che da poco si è installata nel Castello di Canterville, nel cuore della vecchia Inghilterra, vicino alla cittadina di Ascot, nel Berkshire. É incurante dei tanti avvertimenti che l'ex proprietario della dimora ha fatto sulla presenza di un terribile fantasma. Che puntualmente si presenta nelle sue più orride sembianze, con catene rugginose e sferraglianti ed occhi iniettati di sangue. Vaga per il castello da più di 300 anni, da quando, in un impeto d'ira, ha ucciso la moglie, incapace di provvedere alle faccende domestiche e di cucinare a puntino i daini da lui cacciati; per questo è stato incatenato dai fratelli di lei e lasciato morire di fame in una stanza segreta. La macchia di sangue nella quale si era accasciata la moglie, è ancora là, vicino al caminetto e incute timore da allora. Ma con grande stupore del fantasma, la nuova e spaventosa famiglia americana non si impressiona affatto ed anzi provvede, con diversi prodotti reclamizzati dalla pubblicità, a cancellarne le tracce. Nei suoi 300 anni di carriera di spettro non era mai successo che qualcuno riuscisse a mortificarlo a quel modo; per questo, piomba in una grave depressione.

Lo spettacolo regala il grande fascino della narrazione. É vivamente consigliato per i piccoli perché una lettura recitata con freschezza e passione come questa da Ferdinando Bruni, è un grande stimolo per invogliarli a leggere da soli, senza inutili obblighi e/o ripetitive raccomandazioni. I grandi invece, oltre ad abbandonarsi alla piacevolezza del racconto, potranno cogliere l'umorismo sottile e la divertente contrapposizione tra il materialismo americano del “nuovo mondo” che si andava profilando all'epoca di Wilde e l'idealismo romantico ormai privo di contenuto della cara, vecchia Europa.

 

Teatro Filodrammatici - via Filodrammatici 1, 20121 Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/36727550, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: martedì 25, giovedì 27 e sabato 29 ottobre ore 21, mercoledì 26 e venerdì 28 ottobre ore 19.30, domenica 30 ottobre ore 16
Biglietti: intero 22 euro / ridotto convenzionati 18 euro / ridotto under 30 15 euro
ridotto over 65 e under 18 11 euro

Articolo di: Raffaella Roversi
Grazie a: Antonietta Magli, Ufficio stampa Teatro Filodrammatici
Sul web: www.teatrofilodrammatici.eu

TOP