Il Discorso del Re - Teatro Franco Parenti (Milano)

Scritto da  Raffaella Roversi Giovedì, 24 Ottobre 2013 

Dal 22 ottobre al 3 novembre, il Teatro Franco Parenti di Milano propone uno spettacolo intriso di umanità, storia, politica, etica, amicizia, responsabilità e gratitudine, declinato secondo le migliori tradizioni del teatro italiano: commedia dell’arte e tragedia. È "Il Discorso del Re", di David Seidler, Premio Oscar 2011 per la sceneggiatura originale del film dallo stesso titolo che narra la storia, realmente accaduta, di come un finto logopedista australiano, abbia saputo condurre Albert, secondogenito del Re Giorgio V, a vincere la sua balbuzie e parlare con accorato sentimento al popolo inglese, una volta salito al trono con il nome di Giorgio VI.

 

 

 

 

Produzione Casanova Multimedia presenta
IL DISCORSO DEL RE
di David Seidler
con Luca Barbareschi e Filippo Dini
e con Ruggero Cara, Chiara Claudi, Roberto Mantovani, Astrid Meloni, Giancarlo Previati, Mauro Santopietro
regia di Luca Barbareschi

 

 

Albert (Filippo Dini), secondogenito del Re di Inghilterra Giorgio V, balbetta da quando ha circa quattro anni. Nessun medico ha potuto aiutarlo. Poi l’incontro a metà degli anni ’20, con il logopedista australiano Lionel Logue (Luca Barbareschi) cambierà la sua vita e quella del suo popolo.
Logue non vede Albert come il futuro re di Inghilterra, ma come un uomo bisognoso d’aiuto. Vede in lui un povero attore costretto a recitare una commedia non voluta, ma che per un senso di responsabilità, etica e coraggio, ha l’umiltà di farsi aiutare per poterlo fare al meglio.
Lionel lavora con il Logos, la parola, che recupera la memoria e riporta ordine nel caos. Il caos generato nel corpo del bambino Albert, educato senza amore e senza ascolto, secondo la regolarità perfetta del cerimoniale di corte, pronta a cancellare differenze e particolarità. È punito perché mancino, perché ha le gambe storte, perché balbetta.
Lionel capisce l’origine della balbuzie: Albert è intrappolato in un corpo che non vuole obbedire, mentre la sua anima nobile sente che deve farlo.
I tempi infatti stanno cambiando: la rivoluzione bolscevica ha incendiato la Russia, Oswald Mosley prepara le sue camicie nere, Hitler parla ad un popolo che sta deponendo ai suoi piedi la libertà, e la monarchia inglese, prima ammirata da lontano dal suo popolo, ora comincia ad entrare nelle case dei suoi sudditi, attraverso i microfoni della BBC. Ed in più il fratello di Albert, l’esuberante Edoardo, rinuncia per problemi privati, dopo tanti contrasti con la corte ed il fratello, al trono. Può Albert diventare Re di Inghilterra e dell’Impero delle Indie, lui che era destinato a non esserlo proprio perché balbuziente? Può forgiare il proprio destino?
I modi di Lionel sono bruschi, poco cerimoniosi, apparentemente incoerenti e quasi umilianti per il futuro re di Inghilterra; ma carichi di carisma, confidenza e convinzione, sentimenti che portano Albert a conquistare finalmente la necessaria fiducia in se stesso. Sale al trono e, poco dopo, annuncerà dal microfono della BBC l’entrata in guerra dell’Inghilterra, con voce ferma, sicura ed autorevole. E sarà “il discorso” del re.
Bellissimo spettacolo per adulti e adolescenti; che muove al riso e alla commozione in modo repentino, con la forza della parola e della fisicità, di cui i protagonisti sono maestri; che ripropone il gioco del teatro nel teatro, con i provini di Logue, attore fallito; che getta, a sorpresa, coriandoli di storia, proponendo al pubblico filmati storici del periodo pre-bellico; che possiede tutta la magia del teatro!

 


Teatro Franco Parenti (Sala Grande) - via Pier Lombardo 14, 20135 Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono biglietteria 02/59995206
Orario spettacoli: martedì, giovedì, venerdì e sabato ore 20.45; mercoledì ore 19.30; domenica ore 15.30, lunedì riposo
Biglietti: intero €32; over60/under25 €16; convenzioni €22,50
Durata 150 minuti + intervallo

 

 

Articolo di: Raffaella Roversi
Grazie a: Francesco Malcangio, Ufficio stampa Teatro Franco Parenti
Sul web: www.teatrofrancoparenti.it

 

 

TOP