Il Diario di Adamo ed Eva - Teatro dei Contrari (Roma)

Scritto da  Antonella Vercesi Sabato, 09 Maggio 2009 

Il Diario di Adamo ed Eva - Teatro dei Contrari (Roma)Dal 6 al 10 Maggio 2009. Vizi e virtù dei primi esperimenti divini. Il mito di Adamo ed Eva, è rivisitato dalla tagliente penna di Mark Twain. L’essenza grottesca del genere uomo e donna viene portato in scena con ottimi risultati, davvero divertenti.

 

 

 

Nuova Mimesis Teatri in Movimento e

la Compagnia Metti una Sera a Cena

presentano

Il diario di Adamo ed Eva

di Mark Twain

con Mario Rinaldoni e Chiara Levratto

regia di Emanuela Dessy

 

 

Ecco come trovarsi di fronte alle risposte che abbiamo sempre cercato sull’altro sesso.

Ma come è possibile che non discuta, condividendo con me le sue esperienze? A che punto dello sproloquio chiuderà il becco? Non mi da più le attenzioni di un tempo, forse ha un'altra?

Fame! Avrà cucinato? Scappa, si nega, non desidera avermi in casa con sé, avrà bisogno  della mia presenza, per non avere paura? Sempre tra i piedi, perché mi punisci?

La spiegazione, è unica: la diversità d’intenti è genetica, ancestrale, deriva dai nostri avi.

Il diario di Adamo ed Eva” di Mark Twain, il testo sposato dalla regista Emanuela Dessy, descrive proprio gli Universi paralleli. Secondo questa interpretazione i due non si sarebbero mai incontrati se la donna, non avesse insistito, e anche di più, a scoprire l’altro elemento, per certi versi simile, scambiato all’inizio per un rettile.

Le dinamiche amorose hanno inizio con una caccia spietata di Eva, evitata, allontanata da Adamo in ogni modo, non si da per vinta, prosegue imperterrita nell’accalappiamento.

Addobba gli alberi del Paradiso terrestre, da un nome ad ogni elemento nuovo che incontra, cerca di staccare le stelle dal cielo per farsi bella.

I nostri protagonisti, circondati dalle meraviglie della terra, sono così caratterizzati.

Lei, la prima donna: chiacchierona, parlerebbe continuamente, anche nel sonno sa di essere interessante e vorrebbe  dividere il suo sapere con qualcuno; incuriosita verso la novità, scopre il fuoco, identifica le cose, chiede il perché di tutto, ama il cambiamento, la causa dei disastri divini, non riesce a fare a meno di Lui.

Lui, Adamo: pigro, comodo, sedentario, egoista, è sconvolto dall’arrivo del nuovo animale di genere femminile, infastidito, vorrebbe introdurre la morte nella foresta del creatore, non certo per andare contro il volere divino, ma semplicemente allo scopo di liberarsi della donna che, trascorso il tempo necessario, diventerà il suo giardino dell’Eden.

Chiara Levratto è instancabile, ha l’energia di una bambina mai sazia, contrasta Mario Rinaldoni, pacato e intenso, le dinamiche degli attori si fondano su un buon ascolto e compensazione; un colore accentuato di lei, arricchisce di altro, l’intenzione maschile e viceversa.

Anche nella scelta di chi avrebbe interpretato i ruoli di Adamo ed Eva, Emanuela Dessy, ha colto nel segno, possiedono pienamente il fisique du role. Inoltre, hanno una evidente diversità scenica, il primo centrato e diretto, la seconda più aerea, ma non per questo meno d’impatto: per questo funzionano, sono esplosivi.

Uno spettacolo ironico e delicato.

 

 

Teatro dei Contrari

Via Ostilia 22 linea A (Colosseo) - Roma

Telefono per informazioni: 0681107652

Informazioni prenotazioni e biglietti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Articolo di: Antonella Vercesi

Grazie a: Emanuela Dessy

Sul web: www.teatrodeicontari.eu

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP