I Dentici - Teatro Sette (Roma)

Scritto da  Domenica, 26 Aprile 2015 

La collaudata coppia formata da Alessandro Tirocchi e Maurizio Paniconi interpreta Mario e Mario, due gemelli eterozigoti, ascendente pesci, con lo stesso nome ma completamente diversi. Fin da bambini si avvicinano e si allontanano nella continua ricerca di un rapporto tra fratelli e di un’ “i-denticità” tra gemelli. Lo spettacolo firmato da Adriano Bennicelli, con la regia di Morgana Giovannetti, resterà in scena dal 14 aprile al 3 maggio sul palcoscenico del Teatro Sette.

 

I DENTICI
di Adriano Bennicelli
interpreti Alessandro Tirocchi e Maurizio Paniconi
regia Morgana Giovannetti
scene Giorgia Rauccio
costumi Valentina Giura
disegno luci Francesco Mischitelli
aiuto regia e grafica Felice Lungo

 

Nella semplicità e nell’ironia, l’ispirazione di Adriano Bennicelli incontra ancora una volta un tema sociale di grande attualità e lo offre alle tavole a lui note del Teatro Sette, alla regia di Morgana Giovannetti, a due attori di grande abilità scenica quali Alessandro Tirocchi e Maurizio Paniconi.

L’autore teatrale, spesso unito in un binomio indissolubile con l’amico Michele La Ginestra - ad esempio in “Bambini”, “Ago, Bianca e…Uno e basta”, “Last Minute”, “Insieme a te non ci sto più”, “Mediano di spinta” (vincitore nel 2007 del premio di scrittura teatrale “Diego Fabbri”) e "Radice di 2″ (vincitore nel 2008 del premio nazionale alla drammaturgia “Oltreparola”) - con “I Dentici” ci permette di trascorrere un’oretta piacevolmente, sorridere e pensare, grazie alla ben ritmata regia di Morgana Giovannetti, senza mai allontanare la mente dal reale. Ha scritto tra l’altro numerosi testi rappresentati a Roma, in molte altre città italiane, in Svizzera e Sud America e nel 2009 è stato selezionato come autore in rappresentanza dell’Italia al Festival di drammaturgia europea a Santiago del Cile. Tra il 2003 e il 2013, la sua produzione annovera ben 12 testi teatrali.

Sulle note di “Pensiero stupendo” si apre la scena con Mario impegnato in un allenamento con i pesetti. Due letti “i-dentici”, due tableau alle pareti ad individuare le passioni dei protagonisti: da un lato calciatori, corse automobilistiche, partite di basket e i colori giallorossi; dall’altro una gigantografia di Cabrini, Heather Parisi a “Fantastico”, e ballerine in tutù.

L’altro protagonista Mario entrerà in scena poco dopo. “I-dentici” anche i nomi, per una bizzarra casualità. La storia narra di due gemelli eterozigoti completamente diversi; nonno paterno e nonno materno si chiamavano entrambi Mario e tradizione ha voluto che i nipoti prendessero il nome dei due nonni anche in questa famiglia. Ma presto chiamarsi allo stesso modo non sarà più un punto d’incontro: crescendo le differenze si acuiranno e ognuno dei due protagonisti seguirà la propria strada e la propria natura, chi dedicandosi allo studio e all’economia come consulente finanziario e chi agli svaghi notturni e agli eventi ludici, come bagnino di notte o PR, finendo per farsi chiamare Mari.

La continua ricerca di ciò che li accomuna, dall’infanzia fino alla prima maturità, movimenta lo spettacolo, che si tratti di giocare a Scarabeo o a pallone, di scegliere i vestiti, di coltivare le relazioni amichevoli o confidarsi. E la difficoltà di accettare le differenti inclinazioni che man mano si delineano, pur nell’intima necessità di due gemelli di cercarsi continuamente, determina le dinamiche delle vicende narrate.

Cambi di abito e di situazioni in scena accompagnati da piacevoli suggerimenti musicali, da Patty Pravo a Renato Zero, da Michael Jackson a Marcella Bella, da Viola Valentino a Heather Parisi, fino a Cristiano Malgioglio fanno sorridere e rendono sempre avvincente l’evolversi della commedia, diretta con ritmo e buona resa registica.

Morgana Giovannetti esordisce bambina sul palco del Bagaglino, diretta da Pier Francesco Pingitore di cui è attualmente l’aiuto regista. Qualche anno dopo inizia il suo percorso teatrale come attrice e poi anche autrice e regista.

Tirocchi e Paniconi formano un duo comico nel 2008, nato in radio, alla conduzione del programma Morning Show di Radio Globo, famoso per la partecipazione a ben quattro edizioni di Colorado su Italia Uno, e a due edizioni di S.C.Q.R. in onda su Sky Comedy Central. Autori, insieme a Morgana Giovannetti, di alcune canzoni parodia come “Ostia Beach”, "Resto a Roma" e "Pulcino Pio", con la realizzazione dell'album "Pulcino Pio & Friends", vincono il disco multiplatino nel 2012, di grande eco commerciale e radiofonica in tutto il mondo.

Un ottimo affiatamento sul palco e un’avvincente tessitura scenica, basata su un alta caratura interpretativa più che sul physique du rôle, portano i due protagonisti, sulle note di “La notte è piccola” delle Gemelle Kessler con tanto di gradevole coreografia, a chiudere la scena con il quesito: “Mario, ma poi… è sicuro che siamo così diversi?”.


Teatro Sette - via Benevento 23, 00161 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06.44236382, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario botteghino: dal lunedì al sabato 10.30-21.00; domenica 16.00-18.00
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 18, lunedì riposo
Biglietti: intero € 22, ridotto € 16 (prevendita compresa)

Articolo di: Massimo Tucci
Grazie a: Andrea Martella, Ufficio stampa Teatro Sette
Sul web: www.teatro7.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP