Houses - Chi ci entra è perduto! - Teatro Belli (Roma)

Scritto da  Sabato, 13 Ottobre 2018 

Dal 2 al 14 ottobre. La vita in un condominio tra personaggi bizzarri, nevrosi, colpi di scena e situazioni non convenzionali: è “Houses - Chi ci entra è perduto!”, il nuovo spettacolo della Compagnia Tacchi Misti dopo i successi delle passate stagioni “Tacchi Misti” e “Moms! Il primo varietà sulla maternità”. Quattro trascinanti attrici, dirette da Ferdinando Ceriani su testo di Andrea Lolli, conquistano il palco del Teatro Belli di Roma con un mosaico di personaggi e situazioni, uno spaccato di vita contemporanea vestito di ironia, leggera satira sociale e tante risate.

 

HOUSES - CHI CI ENTRA È PERDUTO!
di Andrea Lolli
con Elisa Di Eusanio, Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Silvia Siravo
e la voce di Dio Francesco Pannofino
costumi Metella Raboni
musiche Germano Mazzocchetti
tecnico luci, audio e video Francesco Traverso
assistente alla regia Francesca R. Miceli Picardi
regia Ferdinando Ceriani

 

Spiare nelle vite degli altri, con quella voyeuristica e universale curiosità di sapere cosa accade dietro le porte dei nostri vicini, immaginandone trame e vite, è la molla su cui gioca “Houses - Chi ci entra è perduto!” la nuova commedia brillante diretta da Ferdinando Ceriani e al debutto assoluto al trasteverino Teatro Belli di Roma fino al 14 ottobre.

Uno spettacolo allegro, cinico e spudorato in cui quattro ottime attrici, sketch dopo sketch, ci aprono le porte di sedici diversi appartamenti in un condominio qualunque di una città qualsiasi. Un pavimento a scacchi bianco e nero (all'occorrenza allestito velocemente con pochi elementi d'arredo per ricreare l'interno dei diversi appartamenti) fa da trait d'union tra le storie, mentre una porta candida al centro della scena divide idealmente il dentro e il fuori, il privato e lo spazio comune, la privacy e la condivisione. Ogni appartamento è un microcosmo a sé che cela passioni, strane abitudini, solitudini, rapporti, sogni, perversioni, esistenze fatte di poco o niente, desideri, tic e nevrosi contemporanee. C'è chi esplora il sesso per mantener vivo un rapporto, chi da anni tenta invano la vendita di un appartamento, chi venera la propria casa battezzando ogni oggetto, ci sono riunioni di condominio con vecchie zitelle e giovani studentesse, donne delle pulizie slave che mentre puliscono l'androne immaginano vite scintillanti su per le scale, episodi di cronaca nera che stuzzicano i condomini.

Molteplici situazioni che, oscillando tra realtà e fantasia ad un passo dal surreale, ricreano uno spaccato della società grottesco e ironico. “Houses - Chi ci entra è perduto!”, in un atto unico dal ritmo sempre sostenuto, si rifà allo stile della commedia italiana ad episodi senza mai scadere nella comicità troppo facile e sboccata: le scene (inevitabilmente un paio meno riuscite delle altre) sono brevi e compiute e talvolta condite da musiche e divertenti coreografie, i cambi rapidi. Ne risulta un'interessante combinazione di sapori, di volta in volta irriverenti, amari o grotteschi e spesso chiusi da colpi di coda e di scena, così come nella vita vera. C'è una solitudine latente che accompagna le donne protagoniste, le loro storie sono autonome e le loro vite, così come accade realmente nei condomini, si sfiorano appena e solo per un attimo.

Scritto dalla penna sagace di Andrea Lolli che dietro all'apparenza comica e leggera stimola riflessioni più fini, “Houses - Chi ci entra è perduto!” è uno spettacolo interamente al femminile in cui gli uomini restano sullo sfondo e non appaiono mai mentre le regine - del focolare domestico e del palco - sono le donne. Le quattro attrici (Carla Ferraro, Elisa Di Eusanio, Valentina Martino Ghiglia, Silvia Siravo) si dimostrano ben affiatate già dal debutto, sincronizzate nelle scene corali e convincenti in quelle singole, e le loro interpretazioni, cambiando continuamente tra cadenze dialettali, abiti e ruoli, procedono spumeggianti, vive, esilaranti. E se le ottime Valentina Martino Ghiglia e Carla Ferraro acquistano efficacia e ritmo scena dopo scena, Elisa Di Eusanio cattura il pubblico fin da subito con interpretazioni travolgenti, sicuramente sopra le righe ed irresistibili. La regia di Ferdinando Ceriani è discreta e curata, attenta al fondamentale ritmo in scena e a ben mantenere l'equilibrio tra gli ingredienti.

“Houses - Chi ci entra è perduto!” è il nuovo spettacolo della Compagnia Tacchi Misti, nata nel 2011 e con all'attivo già due riusciti colpi: “Tacchi Misti” della pluripremiata autrice americana Gloria Calderon Kellett e “Moms! Il primo varietà sulla maternità”, tratto dal canadese “Mom’s the word” trionfatore ai botteghini americani e inglesi, entrambi diretti da Ferdinando Ceriani e interpretati dallo stesso collaudato cast al femminile (Carla Ferraro, Valentina Martino Ghiglia, Silvia Siravo e Laura Mazzi).

Repliche al Teatro Belli fino al 14 ottobre.

 

Teatro Belli - Piazza di Sant'Apollonia 11, 00153 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/5894875, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 17.30, lunedì riposo
Biglietti: intero 18€, ridotto 13€, gruppi 10€ (prevendita/prenotazione 1€ )

Articolo di: Michela Staderini
Grazie a: Marta Volterra, Ufficio Stampa HF4
Sul web: www.teatrobelli.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP