Helter Skelter/Geometrie d’amore - Teatro dell'Orologio (Roma)

Scritto da  Giovedì, 19 Maggio 2016 

Il 9 e 10 maggio, nell’ambito dell’edizione 2016 della rassegna Inventaria, è andato in scena, al Teatro dell’Orologio, "Helter Skelter/Geometrie d’amore", il testo di Paola Moretti, vincitore del Premio di drammaturgia DCQ - Giuliano Gennaio 2014, rappresentato dalla compagnia DoveComeQuando, con la regia di Pietro Dattola. Cos'è la vita senza amore? Un mazzo di chiavi creduto perso per sempre.

 

HELTER SKELTER / GEOMETRIE D'AMORE
di Paola Moretti
regia Pietro Dattola
con Flavia Germana de Lipsis, Simone Càstano
elementi di scena Alessandro Marrone

 

Un incontro di solitudini, uno scontro di viziate, inevitabili abitudini. Un gran desiderio di sostenere l’altro, un'enorme fatica nel riconoscerlo e riconoscersi. Un appuntamento, rivelatore, con il destino.

Un travestito, rientrando a casa, incontra, di fronte alla sua porta, la miseria di una donna pesta di lacrime e sangue, regali del consorte, il quale, evidentemente, come tanti altri, ignora il senso di quella parola, di quella scelta… condividere la sorte. L’anima corazzata, dietro parrucca e seno finto, la guarda, la teme e, pur sapendo del rischio a cui espone la propria vita, imperfettamente scandita, la accoglie in casa. La fragilità della donna lo indispone, gli ricorda se stesso mille vite fa, prima che imparasse ad “arroccare”. La sua casa è pulita, la sua casa è ordinata, le offre il ristoro, la pace dal caos esterno. Abiti feticcio suppliscono le assenze.

La donna, passivamente ma onestamente aggressiva spariglia le sue poche certezze, rassicurata dal suo stesso terrore scardina la fortezza di quello spirito fragile. Sebastian, Lucrezia, chiunque esso sia, ammanta di rabbia - “Stai zitta e ferma! Beh non così tanto però…” - riconosce la sua sconfitta nella sottile, assediante voce che ha di fronte, ci prova, dannatamente, a capirla, sa che quella potrebbe essere la sua occasione di fuga, il suo telefono squilla, incessantemente, la sua vita lo reclama... così come la banale ferocia del marito reclama lei. “Perché non rispondi? Chi ha un telefono dovrebbe rispondere!” gli dice lei. Si aiutano, a vicenda, ci provano, nonostante entrambi abbiano tutto da perdere. Alcuni esseri umani ce l’hanno come vizio… fare ciò che è giusto, nonostante l’inesorabile. Ad alcuni esseri umani, ad un tratto, appare così sciocco accontentarsi di sopravvivere. Diverranno liberi, ad un prezzo alto, che nessun sorriso è “scontato”.

Pietro Dattola, sostenuto dalla semplice ma accattivante scenografia di Alessandro Marrone, illumina lo squarcio di vita tratteggiato da Paola Moretti. Simone Càstano, nel ruolo del travestito, ci regala un'interpretazione di rara umanità, disegna una sensibilità di feroce fragilità, tradisce verità ad ogni sguardo, ogni respiro. Flavia Germana De Lipsis conferma la sua impeccabile generosità nel mettersi a disposizione del proprio personaggio. "Helter Skelter" ci scuote, ricordandoci che chi ha il coraggio di mettersi in gioco non perde mai.


Teatro dell'Orologio (Sala Moretti) - via dei Filippini 17/a, 00186 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/6875550, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario biglietteria: dal lunedì al venerdì ore 11/19
Orario spettacoli: lunedì 9 e martedì 10 maggio, ore 21.30
Biglietti: intero 10 euro, ridotto 8 euro (over 65 / under 25 / possessori Q-Card Quasar /correntisti BCC Roma), gruppi di 4 persone 8 euro (prenotazione obbligatoria), convenzionato (scuole di teatro convenzionate / gruppi CRAL convenzionati /studenti universitari) 7 euro (prenotazione obbligatoria), ridottissimo DCQ (partecipanti Premio di drammaturgia DCQ-Giuliano Gennaio 2009-2014 / partecipanti Inventaria 2010-2015 / partecipanti Scene da una Fotografia 2012-2015 / artisti in cartellone al Teatro dell'Orologio / studenti di scuole superiori convenzionate) 5 euro - Tessera associativa stagionale 3 euro

Articolo di: Enrico Vulpiani
Grazie a: Alice Fadda, Ufficio stampa Artinconnessione
Sul web: www.teatroorologio.com - www.dovecomequando.net

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP